fbpx
Huawei P40 recensione

Huawei P40 Lite recensione: l’autonomia è il vero plus


Huawei P40 Lite è stato il mio primo smartphone senza le Google Apps. Un’esperienza decisamente insolita ma che non mi ha impedito di apprezzare le numerose qualità di questo medio gamma. Perchè sì, messa da parte l’assenza dei servizi di Big G, rimane uno smartphone ottimamente costruito, dotato di ben quattro fotocamere e di un’autonomia sorprendente. Come sempre però addentriamoci per gradi in questa recensione.

L’elefante nella stanza

Huawei P40 recensione performanceAffrontiamo subito l’elefante nella stanza: il sistema operativo è comunque basato su Android 10 ma non ci sono le Google Apps. Questo significa niente YouTube, Google Drive, Gmail e compagni. Vi mentirei se dicessi che questo non è un limite. Chiaramente lo è ma non necessariamente per tutti. 

Se siete già profondamente vincolati ai servizi di Big G allora adattarsi non sarà semplice. Se invece non avete grandi legami affettivi con Google non ci metterete poi molto a destreggiarvi con le app e gli strumenti che Huawei mette a vostra disposizione. AppGallery – lo store ufficiale dell’azienda cinese – si arricchisce ogni giorno di nuove funzionalità, mentre il motore di ricerca TrovApp vi permette di trovare su Amazon App Store e ApkPure tutti gli altri software di cui avete bisogno. 

L’assenza delle Google Apps poi porta con sé due innegabili vantaggi: velocità e autonomia. Libero da costrizioni e mosso dal processore Kirin 810 e da 6 GB di RAM, lo smartphone è davvero uno scheggia, capace di reggere qualsiasi carico di lavoro e di farvi giocare anche ai titoli più impegnativi. 

A giovare della mancanza dei servizi di Google è anche l’autonomia.  La batteria da 4200 mAh infatti vi consente di coprire praticamente due giornate. Pensate che, con un uso abbastanza standard, sono arrivata alle 21.00 con il 60% residuo. Davvero un ottimo risultato!

Huawei P40 Lite recensione: solido e giovanile

Huawei P40 recensione design

Per i tradizionalisti c’è la colorazione Midnight Black, per tutti gli altri – quelli che vogliono distinguersi e puntare sull’originalità ci sono le varianti Crush Green e Sakura Pink.

Il colore però è solo una piccola sfumatura, un plus che va ad aggiungersi all’ottima qualità costruttiva di questo dispositivo. Certo, il corpo è interamente in plastica ed è impossibile non notarlo, ma non ci sono scricchiolii o cedimenti di sorta. Huawei P40 Lite è solido, adotta il formato 18:9 e sul retro ospita un modulo quadrato dedicato alle sue quattro fotocamere posteriori.

Sulla parte frontale invece abbiamo un generoso display da 6,4 pollici, un IPS con risoluzione Full HD+ e un piccolo foro situato in alto a sinistra. La resa è convincente con una buona taratura dei colori ed una luminosità che vi permette di usarlo senza problemi anche sotto la luce diretta del sole. 

Huawei P40 recensione lettore impronteAd essermi particolarmente piaciuto è anche il sensore d’impronte laterale, una soluzione che, ad oggi, continuo a prediligere. Il motivo? È sempre nel posto giusto al momento giusto e in più risulta estremamente rapido.

Due parole infine vorrei spenderle anche per dimensioni e peso. 183 grammi – considerando i 200 grammi a cui ci stiamo abituando ultimamente – sono davvero un buon risultato e le dimensioni, seppur generose, non compromettono l’utilizzo con una mano, almeno nella maggioranza delle occasioni. 

HUAWEI P40 Lite con Mini Bluetooth Speaker, Display Punch...
  • Huawei P40 lite utilizza i Huawei Mobile Services (HMS) anziché i Google Mobile Services (GMS); il Google Play Store e...
  • Display punch fullview da 6.4
  • Batteria da 4200 mAh con tecnologia supercharge 40w

Spazio, audio e connettività

Huawei P40 recensione A disposizione abbiamo 128 GB di memoria interna, espandibile tramite NM card. Questo significa che avete davvero spazio da vendere, perfetto sia per salvare tutte le app necessarie sia per conservare musica e video. 

L’audio invece è mono, con lo speaker situato nella parte inferiore del dispositivo. La qualità è nella media ma il volume è davvero molto altro. Se invece siete amanti delle cuffie, sappiate che a vostra disposizione c’è il jack da 3,5 mm, così potete utilizzare anche quelle munite di cavo. Tra l’altro un paio di auricolari sono già inclusi nella confezione.

Parliamo infine di connettività. Oltre al connettore Type-C abbiamo il Wi-Fi ac, con supporto alle due bande – quella da 2,4 GHz e quella da 5 GHz -, il Bluetooth 5.0 e persino l’NFC. Peccato che, ad oggi, non sia possibile usarlo per i pagamenti digitali. Google Pay infatti non può essere sfruttato e Huawei non ha ancora portato in Italia il suo servizio, Huawei Pay.

HUAWEI P40 Lite con Mini Bluetooth Speaker, Display Punch...
  • Huawei P40 lite utilizza i Huawei Mobile Services (HMS) anziché i Google Mobile Services (GMS); il Google Play Store e...
  • Display punch fullview da 6.4
  • Batteria da 4200 mAh con tecnologia supercharge 40w

Quattro fotocamere servono davvero?

Huawei P40 recensione fotocamereCome anticipato, Huawei P40 Lite ha ben 4 sensori posteriori: il principale, da 48 megapixel, un ultra-grandangolare da 8 megapixel, un sensore per le macro da 2 megapixel e uno dedicato alla profondità, sempre da 2 megapixel.

Come si comportano sul campo? La fotocamera da 48 MP ci ha regalato parecchie soddisfazioni: la qualità è davvero buona, i colori sono ben bilanciati, l’HDR non è mai eccessivo e vengono conservati parecchi dettagli. Tutto questo in condizioni di buona luminosità, mentre al buio i risultati sono meno entusiasmanti.

La fotocamera grandangolare invece offre un bel colpo d’occhio e produce scatti con distorsione ridotta al minimo, ma non aspettatevi una qualità esageratamente alta.

Infine abbiamo i sensori da 2 megapixel che in realtà non sono particolarmente utili. Le macro non convincono se non con tantissima luce a disposizione e il sensore dedicato alla profondità di campo non è di vitale importanza.

Infine arriviamo alla fotocamera frontale da 16 megapixel, che vi permette di catturare selfie assolutamente discreti, e ai video, che invece non risultano troppo entusiasmanti: mancano di dettagli e la stabilizzazione è scarsa.

Huawei P40 Lite recensione: acquistarlo oppure no?

A 299 euro – con le Freebuds 3 in regalo fino al 26 marzo è davvero una tentazione. Huawei P40 Lite infatti si presenta con un bel design, una qualità costruttiva altissima e performance convincenti. Ovviamente la decisione finale dipende molto dalle vostre esigenze e dalle vostre abitudini. Se, come spiegavo all’inizio, non avete rapporti stretti con l’ecosistema Google, è indubbiamente un’ottima scelta, Al contrario, se siete vincolati al colosso di Mountain View, faticherete a cambiare abitudini. Sappiate che, comunque, è possibile. Basta un po’ di spirito di adattamento e una piccola dose di pazienza. 

Huawei P40 Lite

Pro Pros Icon
  • Design originale
  • Ottima qualità costruttiva
  • Autonomia incredibile
  • Prestazioni convincenti
Contro Cons Icon
  • Due fotocamere sono poco utili
  • Non adatto a tutti

Erika Gherardi

author-publish-post-icon
Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link