fbpx
italia chiamò diretta coronavirus

La lunga diretta dell’Italia contro il Coronavirus


L’Italia dello spettacolo, della cultura, della scienza, dell’informazione e dell’innovazione non si ferma. Anzi, si unisce nel più grande live streaming di tutti i tempi su YouTube. È iniziata una diretta web che risponde al grido #lItaliachiamò, per raccogliere fondi a sostegno della Protezione civile. Perché solo uniti, anche da lontani, si può sconfiggere (anche) il Coronavirus.

L’Italia che resiste

Oltre 100 artisti, conduttori di radio e tv, protagonisti del mondo istituzionale, racconteranno al mondo, insieme alla società civile, come reagisce l’Italia davanti all’emergenza Coronavirus. E ribadiranno come sia necessario, oggi più che mai, ascoltare le indicazioni che ci vengono fornite per contenere il contagio: perché “rimanere in casa” non è tempo perduto ma l’occasione per fare qualcosa di straordinario.

“L’Italia Chiamò” è una maratona online promossa da tutti gli italiani. Una diretta per contribuire a cambiare la narrazione del Paese e mostrare al mondo la sua capacità di reazione contro il Coronavirus. Una lunga staffetta tra conduttori radio e tv di tutte le emittenti che prenderà vita da venerdì 13 marzo in live streaming dalle 6.00 alle 24.00 su litaliachiamo2020.it, sul canale YouTube del MiBACT , il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo. Anche centinaia di altri siti di news e di emittenti metteranno a disposizione le proprie frequenze e i propri spazi per dare un contributo al “risorgimento” del nostro Paese.

I protagonisti e le protagoniste della diretta contro il Coronavirus

Nel corso delle 18 ore, ascolteremo le misure adottate dal Governo per fronteggiare la crisi.

Tanti i protagonisti e le protagoniste del mondo della cultura, dello spettacolo, della scienza, dell’economia e dell’informazione che si alterneranno via Skype. Come Alberto Angela, Andrea Bocelli, Alex Britti, Carlo Conti, Fiorello, Francesco Gabbani, J-Ax, Pinguini Tattici Nucleari, The Jackal, The Pills, Carlo Verdone e tantissimi altri.

Insieme assisteremo alla messa in scena di momenti di festival culturali, produzioni teatrali, concerti e mostre sospese o cancellate. Performance, interviste, canzoni, poesie, tutte in streaming dalle case degli artisti. Racconteremo le storie di chi sta tenendo aperte le scuole attraverso la tecnologia, assicurando a migliaia di ragazzi la continuità didattica. Incontreremo quegli imprenditori e quei manager che con lo smart working stanno reinventando le proprie aziende per continuare ad essere le protagoniste del tessuto produttivo del nostro Paese. Ci sarà anche la Notte Bianca Digitale, organizzata da Marianna Marcucci con invasioni Digitali e Gianluigi Tiddia (Insopportabile).italia chiamò diretta coronavirus artisti

 Tutto questo è “L’Italia Chiamò”. Una piattaforma aperta che si avvale del contributo di tutta la società civile. Ma potete partecipare anche voi. Raccontateci come state affrontando l’emergenza Coronavirus a casa, a lavoro e nel tuo Comune. Scrivete a [email protected]Inviate in diretta foto, video e messaggi vocali via WhatsApp al numero 337-1408889. Li condivideremo durante il programma. Seguite anche i canali social FacebookTwitter e Instagram L’Italia Chiamò. Interagisci e poni domande con hashtag #litaliachiamò #iorestoacasa.

 La raccolta fondi

La maratona di solidarietà della diretta vuole promuovere un’imponente raccolta fondi, per sostenere il grande sforzo dei medici, degli infermieri e di tutti gli addetti del sistema sanitario nazionale contro il Coronavirus e per la creazione di nuove postazioni presso i reparti di terapia intensiva su tutto il territorio nazionale. Per fare una donazione basterà effettuare un versamento con causale L’Italia Chiamò sul conto corrente messo a disposizione dalla Protezione Civile

  • conto corrente di tesoreria 22330 intestato a Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della protezione civile – CF 97018720587- IBAN: IT49J0100003245350200022330 – BIC: BITA IT RR ENT – CIN: J. Il ricavato verrà destinato ai reparti di terapia intensiva maggiormente “stressati” dall’emergenza in corso.


Elisa Erriu

author-publish-post-icon
"Lo scrivere" è il suo mestiere. Ma oltre alla coltre delle sue varie esperienze giornalistiche e dei suoi Master, c'è un mondo fatto di fantasy, anime, film, videogame, musica, Ichnusa, My Little Pony e oggettistica del Re Leone (l'originale!). Attenzione: se pronunciate per tre volte il suo nome giapponese, apparirà alle vostre spalle.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link