fbpx
NewsScienzaTech

I primi due passeggeri sono saliti su Virgin Hyperloop

Le velocità non sono ancora supersoniche. Ma è un primo passo verso un nuovo metodo di trasporto umano

Hyperloop di Virgin ha effettuato il primo trasporto passeggeri. Due persone sono salite sulla navicella e hanno viaggiato nel tubo senza aria a 160 chilometri all’ora. L’obiettivo di un mezzo di trasporto supersonico è ancora lontano. Tuttavia, questo è un primo passo importante per la tecnologia proposta nel 2012 da Elon Musk.

Virgin Hyperloop: primo viaggio sperimentale

Il primo test è stato effettuato ieri, domenica 8 novembre 2020. Su Virgin Hyperloop sono saliti il co-fondatore e CTO Josh Giegel e la Responsabile della User Experience Sara Luchian. Allacciate le cinture della navicella chiamata “Pegasus“, sono stati trasferiti nel tubo-ferrovia a cui è stata poi tolta quasi tutta l’aria per ridurre l’attrito. La navicella ha accelerato fino a circa 160 all’ora, per poi iniziare a rallentare per fermarsi.

hyperloop virgin giegel luchian-min
Josh Giegel e Sara Luchian (Credit: The Verge)

La “pista sottovuoto” si trova a 30 minuti di distanza da Las Vegas, nel deserto del Nevada. Lunga 500 metri e larga 3,3 in diametro, è servita a oltre 400 test prima che i passeggeri fossero ammessi a bordo. Il Pegasus è stato progettato con l’aiuto dello studio di design del danese Bjarke Ingels e rappresenta una versione in miniatura della navicella che potrebbe un giorno ridurre i tempi del trasporto in tutto il mondo. Il modello finale dovrebbe essere capace di trasportare 23 persone.

“Nessuno è arrivato anche lontanamente vicino a quello di cui stiamo parlando oggi. Questo è un prototipo di Hyperloop che non solo viaggia nel vuoto ma lo fa con una persona all’interno. Nessuno si è nemmeno avvicinato a questo” ha commentato Jay Wilder, il CEO di Virgin Hyperloop ai giornalisti di The Verge.

L’idea del viaggio supersonico nel vuoto è stata infatti dapprima presentata da Elon Musk nel 2013. Hyperloop Technologies ha iniziato a lavorare su un prototipo basato su quel concetto e nel 2017 è stata acquistata dal magnate Richard Branson. Musk e Branson non competono solo per quanto riguarda il trasporto spaziale ma anche quello terrestre. La competizione fra miliardari non deve però distrarre dall’importanza tecnologica di questo evento: potrebbe essere il primo passo per il futuro del mondo dei trasporti.

Offerta
Novità Apple iPhone 12 (128GB) - nero
  • Display Super Retina XDR da 6,1"
  • Ceramic Shield, più duro di qualsiasi vetro per smartphone
  • 5G per download velocissimi e streaming ad alta qualità

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button