fbpx
All'apertoLifestyle

IKEA venderà energia rinnovabile ma solo in Svezia

Questo avverrà attraverso un servizio di abbonamento mensile che può essere monitorato tramite un'app

Di recente IKEA ha annunciato il suo piano di vendere energia rinnovabile alle famiglie svedesi. La società non si limiterà, quindi, a vendere solo luci intelligenti ma ha intenzione di vendere anche l’elettricità necessaria per alimentare quelle luci. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

IKEA venderà energia rinnovabile in Svezia (per ora)

IKEA ha rivelato i piani per vendere energia rinnovabile alle case svedesi attraverso un servizio di abbonamento chiamato Strömma. Pagando una tassa, si otterrà elettricità certificata, con un utilizzo che si può monitorare attraverso un’applicazione mobile.

Il gigante dell’arredamento spera di permettere alle persone di “usare e generare” energia rinnovabile in tutti i suoi mercati del gruppo Ingka entro il 2025. Al momento però non sappiamo quando l’azienda deciderà di espandere la vendita in altri paesi, tra cui l’Italia.

Il rivenditore non è estraneo agli sforzi ecologici. Ha smesso di vendere luci non-LED e presto abbandonerà le batterie alcaline non ricaricabili. Sta anche progettando di trasformare una città svedese in una comunità sostenibile. E non c’è dubbio che questo aiuterà a migliorare l’immagine pubblica di IKEA. Può rispondere alle preoccupazioni sull’impatto ambientale della catena servendo come fonte di energia pulita e rinnovabile.

Adesso analizziamo nel dettaglio il progetto annunciato da IKEA.

L’idea di IKEA: Strömma

Strömma è una località della contea di Stoccolma, in Svezia. Ed è anche il nome che il gigante svedese dei mobili e degli articoli per la casa ha dato al suo nuovo servizio di vendita al dettaglio di energia rinnovabile. Il servizio sarà disponibile a partire dal mese prossimo, in Svezia.

Secondo quanto annunciato, i clienti di IKEA in Svezia non solo potranno comprare tutto, dalle luci agli elettrodomestici, ma potranno anche comprare l’energia rinnovabile della società per alimentare questi articoli. Per poter acquistare energia rinnovabile, c’è STRÖMMA, l’abbonamento elettrico ideato dalla società.

Secondo IKEA questo abbonamento è un elemento positivo per il pianeta e per i portafogli dei clienti. L’azienda spiega in un annuncio:

L’elettricità da combustibili fossili usata in casa ha un impatto sia sulla nostra salute che sul nostro pianeta. Una semplice azione che tutti noi possiamo fare è passare a una maggiore quantità di energia rinnovabile in casa. IKEA offre soluzioni più sostenibili che possono essere integrate senza problemi nella nostra vita quotidiana. Oltre a STRÖMMA in Svezia, IKEA offre pannelli solari ai clienti in 11 mercati, con l’ambizione di consentire ai clienti di tutti i mercati del nostro Ingka Group di usare e generare più energia rinnovabile attraverso i nostri servizi energetici entro il 2025.

Attraverso l’offerta STRÖMMA in Svezia, i clienti possono quindi acquistare elettricità certificata a prezzi accessibili da energia solare ed eolica. Inoltre potranno usare un’app per monitorare il proprio consumo di elettricità, in modo semplice e veloce. I clienti che hanno già acquistato pannelli solari da IKEA possono anche monitorare la propria produzione nell’app e rivendere l’elettricità che non usano.

Bojan Stupar, direttore delle vendite di IKEA Svezia, ha detto che IKEA è un’azienda di arredamento per la casa e l’intero team vuole permettere a più persone di vivere una vita più sostenibile in modo più facile. Oggi l’azienda offre prodotti e servizi intelligenti dal punto di vista energetico.

Questi prodotti efficienti contribuiscono a prolungare la vita dei prodotti, a ridurre i rifiuti, a risparmiare acqua e a mangiare in modo più sano, oltre a ridurre il consumo di elettricità.

Stupar conclude rivelando che fornire energia solare ed eolica a basso prezzo a più persone sembra “il naturale passo successivo nel nostro viaggio verso la sostenibilità.” L’azienda prevede di estendere l’offerta a tutti i suoi mercati globali. Oltretutto intende procurarsi energia da parchi eolici e solari che hanno meno di cinque anni per incoraggiarne la costruzione di altri.

Un programma mirato e “salutare”

energia-rinnovabile-ikea-tech-princess

Utilizzare il 100% di elettricità rinnovabile in tutta la catena del valore di IKEA è una parte importante per la società. IKEA si sta infatti impegnando ad aiutare l’ambiente e a risolvere i problemi climatici entro il 2030. Per accelerare il percorso, l’azienda offre due opzioni a cui i partner di IKEA Supply possono partecipare.

  • Elettricità rinnovabile generata in loco – l’azienda IKEA aumenta i suoi investimenti nelle energie rinnovabili.
  • Elettricità rinnovabile generata fuori sede – soluzioni locali che comprendono accordi quadro a pacchetto e Power Purchase Agreements.

IKEA sta cercando di raggiungere il 100% di energia rinnovabile in tutta la catena del valore. Il nuovo programma sostiene quasi 1.600 fornitori diretti a passare al 100% di elettricità rinnovabile.

“Insieme ai nostri fornitori diretti faremo i passi necessari e contribuiremo a limitare il cambiamento climatico a 1,5°C. Abbiamo una prospettiva a lungo termine. Abbiamo anche la forza finanziaria per investire in attività e sostenere i nostri fornitori per avere un impatto positivo sulle persone e sul pianeta. Lavorando insieme, possiamo rendere l’elettricità rinnovabile più conveniente e accessibiledice Henrik Elm, Global Supply Manager di IKEA.

Per il momento IKEA ha intenzione di introdurre il programma per i fornitori diretti in Polonia, Cina e India, ovvero i suoi tre maggiori paesi d’acquisto. In seguito ha intenzione di introdurre gradualmente il progetto a livello globale. Raggiungere il 100% di elettricità rinnovabile con i fornitori nei paesi citati permetterà di risparmiare 670.000 tonnellate di emissioni di CO2 all’anno, equivalenti a circa il 3% dell’impronta climatica totale della catena del valore IKEA.

“Il nuovo programma è fondamentale perché i nostri fornitori non possono generare tutta la loro elettricità rinnovabile in loco. La maggior parte deve essere acquistata dalla rete. Attraverso questo programma, IKEA avrà un’offerta completa sia per sostenere i nostri fornitori a generare energia rinnovabile in loco sia per permettere loro di acquistare la parte rimanente dalla rete”, dice Andreas Ahrens, Head of Climate Inter IKEA Group.

Questo programma per i fornitori diretti può essere combinato con l’offerta annunciata da IKEA di finanziare l’energia rinnovabile generata in loco (elettricità, riscaldamento e raffreddamento) per raggiungere il 100% di consumo di energia rinnovabile nelle loro operazioni.

Tutto il riscaldamento e circa il 15% del consumo di elettricità dei fornitori può essere affrontato con l’installazione di pannelli solari e caldaie. Questo si ottiene attraverso il finanziamento di 100 milioni di euro di energia rinnovabile annunciato nel dicembre 2019.

Oltre al programma, IKEA continuerà a dare l’esempio attraverso le proprie operazioni. Già oggi il 51% del consumo di energia rinnovabile nei negozi, negli uffici e in altre operazioni di IKEA viene attuato acquistando elettricità rinnovabile dalla rete e installando pannelli solari in loco.

L’obiettivo è di raggiungere il 100% di elettricità rinnovabile nel 2025. Entro il 2030, invece, IKEA vuole assicurarsi che anche tutta l’energia rimanente, come il riscaldamento e il raffreddamento, sia rinnovabile.

Si tratta di una mossa importante da parte di IKEA e non saremmo sorpresi se altre aziende più grandi decidessero di seguire il suo esempio. Non è solo uno modo che potrebbe ridurre le emissioni – le vendite di energia rinnovabile in eccesso potrebbero recuperare i costi e aumentare i profitti.

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button