fbpx
AutoTech

Viaggi lunghi in auto? L’importante è avere un sistema di intrattenimento a bordo

I viaggi lunghi in auto non fanno più paura grazie ai sistemi di infotainment

Automobile.it è un sito di annunci di auto usate, nuove o a km 0. Si è concentrata su un approfondimento riguardo le tecnologie di infotainment che rendono piacevoli lunghi viaggi nelle automobili più moderne. Ecco ciò che serve per godersi un lungo spostamento senza annoiarsi.

Secondo l’indagine condotta da Thefork per l’estate 2021 gli italiani si sposteranno in vacanza principalmente in patria. Ciò comporterà l’uso delle automobili come principale mezzo di trasporto, e quindi lunghi viaggi sulle quattro ruote. E’ quindi importante assicurarsi il giusto intrattenimento a bordo.

La tecnologia negli ultimi anni si è evoluta ad un ritmo inarrestabile, e anche le auto sono diventate veri e propri centri di intrattenimento multimediale. Non più solo radio e navigatore, le possibilità offerte sono molto più ricche.

automobili infotainment

I servizi di infotainment delle automobili

Apple Car Play e Android Auto, assieme a Mirror Link, sono i principali metodi per connettere il proprio smartphone al sistema di infotainment della vettura. I protocolli di questi servizi permettono il collegamento in modalità completamente wireless, senza la necessità di usare fastidiosi cavi Usb e Usb-C.

Su alcune automobili, poi, è possibile spingersi ben oltre. Le auto di Tesla possono riprodurre contenuti da Netflix, YouTube, Spotify, Twitch e Hulu. Esiste perfino il Car-aoke di Tesla, per cantare in auto. Ci sono anche videogiochi che preinstallati che permettono di usare il volante come joystick, disconnettendolo dalle ruote e trasformandolo in un controller.

I sistemi tech dell’auto vengono poi aggiornati in modalità OTA (Over the Air), proprio come succede per smartphone e tablet. In questo modo possono essere aggiornate da remoto sia caratteristiche software che hardware. Non è necessario neppure recarsi nell’autofficina.

Gli aggiornamenti non andranno a disturbare l’esperienza di guida, in quanto il conducente potrà selezionare l’ora in cui installarli o determinati momenti, come la notte o quando l’auto è parcheggiata o in ricarica.

Source
Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button