fbpx
CulturaNews

Le linee guida degli insegnanti europei per l’istruzione digitale

Ecco quanto è emerso dall'iniziativa STEM Alliance - Dell PolicyHack Competition on Education Challenges

Gli insegnanti europei che hanno preso parte all’iniziativa STEM Alliance – Dell PolicyHack Competition on Education Challenges in Europe hanno individuato 5 linee guide per sfruttare il digitale al fine di risolvere le sfide del settore dell’educazione. Il 39% degli insegnati dell’UE si sente pronto e preparato ad utilizzare le tecnologie digitali nel lavoro quotidiano. Per sostenere la ripresa digitale dell’Europa è necessario rendere l’istruzione uguale e accessibile per tutti, anche sfruttando le nuove tecnologie.

Le raccomandazioni degli insegnanti europei su digitale e istruzione

Il primo punto emerso dal progetto è l’importanza di usare attivamente la tecnologia per adottare approcci costruttivisti mirati alla partecipazione attiva degli studenti. Bisognerà, inoltre, sostenere la collaborazione tra insegnanti, ricercatori e partner industriali ed anche quelle tra le associazioni di insegnanti. La collaborazione pubblico-privato può essere un incentivo a promuovere le competenze digitali.

Un altro aspetto importante è rappresentato dalla partecipazione di scuole e insegnanti ad approcci e progetti innovativi. Bisogna, infatti, creare le condizioni per consentire la realizzazione di tali progetto. Per il futuro sarà necessario riconsiderare le metodologie di valutazione standardizzate. Sia gli insegnanti in servizio che quelli in preparazione vanno formati all’uso di metodologie attive come l’apprendimento basato su progetti e problemi.

Creare nuove esperienze STEM

Da notare, inoltre, che gli insegnanti europei hanno evidenziato la necessità di creare esperienze STEM più ricche. Tale obiettivo può essere raggiunto promuovendo le abilità socio-emotive. Le competenze del futuro dovranno includere anche i dati e l’alfabetizzazione digitale, la salute fisica e mentale e le competenze sociali ed emotive.

Offerta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button