fbpx
NewsTech

Instagram: addio ai like sotto ai post

Col nuovo aggiornamento della famosa app, potremmo veder sparire del tutto il numero di like sotto ai post altrui

Col prossimo aggiornamento di Instagram verrà avviata una fase test (che diverrà poi definitiva) in cui spariranno numeri e nomi relativi ai like sotto ai post.

Instagram

Instragram: addio like

Col passare degli anni Instragram si è arricchita di funzionalità sempre nuove, che hanno catturato la nostra attenzione e ci hanno reso un pò “schiavi”. Uno dei “problemi” nato tra gli utenti è stato la corsa ai like e ai followers, che ha spinto molta gente anche ad utilizzare metodi non convenzionali per acquistarne in massa di fake, grazie a delle apposite app.

Spesso, non ricevere approvazione dal web su dei contenuti condivisi sul proprio profilo, ha causato un’ossessione negli utenti, che li ha allontanati dal vero motivo per cui questo social è nato.

Tara Hopkins, Head of Public Policy EMEA di Instagram, ha infatti dichiarato: “Vogliamo che Instagram sia un luogo dove tutti possano sentirsi liberi di esprimere se stessi. Ciò significa aiutare le persone a porre l’attenzione su foto e video condivisi e non su quanti Like ricevono. Stiamo avviando diversi test in più paesi per apprendere dalla nostra comunità globale come questa iniziativa possa migliorare l’esperienza su Instagram”.

Cosa succede adesso?

Viene tolta dunque la possibilità di vedere quanti “like” ha ricevuto un post. Ogni utente potrà ancora apporre il proprio gradimento ai post che più gli piacciono tramite apposito cuoricino, ma non ci saranno più counter o account menzionati. Solo il proprietario di quel determinato post potrà vedere se sta avendo successo, o meno.

L’eventualità di attuare questo esperimento era stata annunciata da Instagram ad aprile durante F8, l’annuale incontro degli sviluppatori del gruppo Facebook. Allora, però, il test era limitato al Canada mentre ora si allarga ad altri contesti, nazioni, community.

instagram

La ricerca

Kaspersky Lab, in una sua ricerca di qualche anno fa, spiega quanto il meccanismo dei like/approvazione agisca in modo subdolo: il 61% degli utenti intervistati affermava, ad esempio, di stare sui social per sentirsi meglio ma il 57% confessava di non trovare quello che desiderava vedere; solo il 31%, cioè un utente su tre, non si preoccupava del numero di “mi piace” ricevuto quando pubblicava un post; il 24% degli uomini e il 17% delle donne addirittura si arrabbiava se non avesse ricevuto l’attenzione, espressa sempre in like, adeguata alle sue aspettative iniziali.

Gli intervistati, infine, affermavano che per colpa dei social avevano iniziato a comunicare sempre meno con i genitori (31%) i figli (33%) i partner (23%) gli amici (35%) e i colleghi (34%). Questo accadeva due anni fa, oggi questi numeri non sono di certo migliorati.

Kaspersky Lab ha dunque coniato il termine “Unsocial Media”, come effetto di tutto ciò.

Il team di Instagram vuole dunque favorire la creazione di contenuti più curati, calzanti rispetto alla tipologia di follower che gli account posseggono. Basta con foto e frasi banali o video creati ad hoc per destare scalpore, pose non naturali che si distaccano da quella che è la vita reale dei proprietari degli account. Ed in questo senso, le story hanno già avviato questo processo, in quanto richiedono immediatezza e poche sovrastrutture.

D’accordo o no?

Cosa ne pensate di questa novità? Siete d’accordo o preferivate il vecchio sistema? Cosa comporterà lavorativamente parlando, per chi -da influencer o agenzia o influencer marketer- basava le sue decisioni su questi dati pubblici? Fatecelo sapere tra i commenti nella nostra pagina Facebook.

Fonte
Agi
Tags

Livio Marino

Sangue siciliano, milanese d'adozione, mi piace essere immerso in tutto ciò che è tech. Passo le giornate dando ordini ad Alexa, Google ed al mio cane, Maverick 🐶
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker