fbpx
SoftwareTech

Instagram e Facebook a pagamento? Un messaggio avverte gli utenti

Sembra l'ennesima bufala della rete ma la "minaccia" sembra reale

Instagram e Facebook a pagamento. Sembra l’ennesima bufala della rete ma questa volta c’è un fondo di verità. Le nuove impostazioni per la privacy introdotte da Apple con iOS 14.5 hanno messo in allarme il colosso americano che ora avverte gli utenti spiegando che il tracciamento è indispensabile per mantenere le due applicazioni gratuite.

Instagram e Facebook a pagamento? Un futuro possibile

iOS 14.5 ha introdotto una funzionalità chiamata App Tracking Transparency, ossia la trasparenza nel tracciamento da parte delle app. Ora le applicazioni devono richiedere il consenso all’utente per tracciare i suoi dati per scopi pubblicitari o per la condivisione con i data broker.

Tra le app che sfruttano questo sistema ci sono Facebook e Instagram. No, non dovrebbe sorprendersi. Come ci ha insegnato il documentario The Social Dilemma, uscito lo scorso anno, “se non paghi il prodotto, il prodotto sei tu”.
Questo non significa che i vostri dati vengono venduti al miglior offerente ma vengono utilizzati per leggere il vostro comportamento e proporre per lo più pubblicità a tema.

Vi sembrerà una piccola cosa ma in realtà è questa la potenza del social network: offrirvi ciò che volete quando lo volete. È la macchina del caffè dopo che avete scritto che la vostra si è rotta, è l’annuncio di un portafoglio dopo che ne avete cercato uno sul web, è lo smartphone del momento dopo che avete visitato il sito ufficiale.
Tutto questo si converte in un giro d’affari di quasi 30 miliardi di dollari. Per la sola società di Mark Zuckerberg.

Ecco perché qualche utente dotato di iOS 14.5 si è visto comparire un messaggio che lo avvisava della nuova funzionalità del sistema operativo di Apple, chiedendo di continuare a condividere le sue informazioni con le due applicazioni del colosso americano.
Nel dettaglio, si legge: “Help Keep Instagram/Facebook free of charge”.
Ossia: “Aiuta amantenere Instagram/Facebook gratuito”.

Instagram e Facebook a pagamento

Il messaggio è piuttosto chiaro: niente dati significa meno introiti sul fronte pubblicitario. Da qui la possibilità (o forse potremmo dire “velata minaccia”) di rendere Instagram e Facebook a pagamento.
Un atteggiamento poco corretto da parte dell’azienda di Menlo Park che di fatto non verrebbe danneggiata dalla scelta degli utenti iOS, nemmeno se fossero milioni. Nel dubbio però hanno pensato fosse meglio prevenire e così arriva la scelta discutibile di inserire questo messaggio.

Voi continuereste ad usare questi social se fossero a pagamento?

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button