fbpx
AttualitàCulturaTech

Cresce l’amore degli italiani per la tecnologia

Lo dice uno studio di GfK Market Intelligence relativo ai primi sei mesi del 2021

Gli italiani e la tecnologia, sfatando un luogo comune, sembra che vadano sempre più d’accordo.

Stando alle rivelazioni di uno studio di GfK Market Intelligence, nei primi sei mesi dell’anno in corso il mercato del tech è decollato.

Le vendite della tecnologia di consumo hanno fatto registrare un sorprendente +21,3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Particolarmente positivi i dati che riguardano l’elettronica di consumo, i grandi elettrodomestici e la telefonia.

Rallentano invece le vendite di prodotti IT Office e dei piccoli elettrodomestici, che a giugno hanno mostrato un segno negativo se confrontati con i numeri del 2020.

Ma cosa ci mostrano i dati analizzati da GfK Market Intelligence sul rapporto tra italiani e tecnologia?

italiani e tecnologia

Gli italiani e la tecnologia: lo studio di GfK Market Intelligence

Come abbiamo visti, i dati presi in esame da GfK Market Intelligence portano buone notizie per il mercato della tecnologia di consumo, specie se rapportati al 2020.

La crescita complessiva del comparto si attesta sul +21,3%, con ottime sorprese soprattutto per i punti vendita fisici.

Volano i punti vendita tradizionali

Dal gennaio al giugno del 2021 sono decollate le vendite dei punti vendita tradizionali: si parla addirittura di un +75,5%. Bene, ma decisamente meno in relazione ai punti vendita fisici, il comparto dell’on line, che ha fatto segnare un +25,5%.

Il motivo della straordinaria performance dei punti vendita tradizionali va ricercato nel fatto che il lockdown della primavera del 2020 aveva avuto fortissime ripercussioni sulle vendite dei negozi, favorendo invece tutte le forme di e-commerce.

È come se la ritrovata possibilità di fare acquisti nel modo canonico avesse invogliato una grande quantità di consumatori italiani a uscire di casa, scegliere, confrontare, chiedere al negoziante (e questo dato potrebbe essere molto significativo per chi sta decretando la futura scomparsa degli esercizi commerciali fisici).

Lo studio reparto per reparto

La recente fiducia degli italiani nella tecnologia si mostra un po’ in tutti i reparti. Le vendite dell’elettronica di consumo sono aumentate complessivamente del +30,1%.

Ottima la performance dei televisori (+31,2%), e qui non è difficile immaginare due concause. I grandi eventi, specie sportivi, che si sono susseguiti (pensiamo al Campionato europeo di calcio, e alle Olimpiadi tuttora in corso a Tokyo). Ma soprattutto l’annunciato (e poi posticipato) switch-off verso il nuovo digitale terrestre, che ha convinto molti ad acquistare un nuovo apparecchio televisivo rottamando il vecchio, potendo usufruire del nuovo bonus TV.

Trend in crescita anche per i grandi elettrodomestici (+27,8%), con vendite particolarmente positive per asciugatrici, lavastoviglie e per tutti i dispositivi per la cucina.

Cresce del 21,1% anche il mercato della telefonia, la voce che nella tecnologia di consumo fa registrare il maggiore giro di affari.

I boom di home comfort e fotografia

Tuttavia, le due più importanti crescite percentuali sono state fatte segnare dall’home comfort (+52,1%) e dalla fotografia (+45,9). Il primo balzo trova le sue motivazioni nelle condizioni atmosferiche favorevoli, che hanno fatto aumentare gli acquisti di condizionatori e ventilatori. La performance delle foto va ancora una volta messa in relazione allo scorso anno: le restrizioni della primavera del 2020 hanno limitato di molto le attività outdoor, e vanificato di conseguenza la possibilità di immortalare le esperienze all’aperto.

italiani e tecnologia

In calo piccoli elettrodomestici e IT Office

Rallentano invece la crescita i settori dei piccoli elettrodomestici (+16,3%) e dell’It Office (+13,2%). Ma si deve piuttosto parlare di un ritorno della normalità del mercato: si tratta infatti dei due comparti le cui vendite erano maggiormente cresciute nel 2020. Nulla di strano, considerando quante ore si sono trascorse tra le mura di casa, anche per lavorare in regime di smart working. Gli analisti aggiungono un motivo a questo trend in discesa: la difficoltà di reperire le materie prime, legata soprattutto ai problemi di approvvigionamento dei semiconduttori.

Offerta
Olimpia Splendid 01913 Dolceclima Compact 8 P Climatizzatore...
  • Climatizzatore portatile in classe a, compatto (70 cm di altezza e 35 cm di larghezza) e a basso impatto ambientale
  • Capacità di refrigerazione: 8.000 btu/h
  • Con gas refrigerante naturale r290 per il minimo impatto sul riscaldamento globale (gwp = 3)

Lockdown e vendite della tecnologia di consumo

L’ultimo interessante dato mostra come il mercato della tecnologia di consumo cresca col diminuire delle misure restrittive.

Se consideriamo infatti l’intero periodo gennaio-giugno, nell’anno in corso le vendite sono aumentate del 21,3% rispetto allo stesso semestre del 2020.

Se invece prendiamo in esame il solo mese di giugno, ricordando come nel giugno del 2020 le restrizioni si erano notevolmente allentate, il segno rimane comunque positivo, ma nel 2021 siamo appena a un +6,6% rispetto allo scorso anno.

Resta quindi il dubbio: tra gli italiani e la tecnologia è scoppiato l’amore, o l’oscillazione dei dati dipende soprattutto dall’andamento della pandemia, e dalla conseguente facilità o meno con cui si fanno acquisti fisici?

Claudio Bagnasco

Claudio Bagnasco è nato a Genova nel 1975 e dal 2013 vive a Tortolì. Ha scritto e pubblicato diversi libri, è co-fondatore e co-curatore del blog letterario Squadernauti. Prepara e corre maratone con grande passione e incrollabile lentezza. Ha raccolto parte delle sue scritture nel sito personale claudiobagnasco.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button