MotoriNews

Kia Stonic: test drive dell’urban crossover coreano

Quella dei crossover – o B-SUV come si chiamano in gergo tecnico – è ormai una realtà consolidata. Lo sa bene anche Kia che da poco ha lanciato sul mercato Kia Stonic. Noi l'abbiamo provata in anteprima e vi raccontiamo cosa ci è parso di questo urban crossover made in Corea nel nostro test drive completo.

Se non avete voglia di leggere, potete guardare il video test drive che trovate in apertura di questo articolo.

kia stonic test drive

Giovan(il)e, divertente e agile

Kia Stonic ha davvero carattere da vendere. Il design piacerà sicuramente a un pubblico giovane (o meglio, giovanile) che ama i colori accesi e linee insolite. Kia Stonic è infatti disponibile in 23 diverse combinazioni di colore (8 tinte base, 5 tinte dedicate a tetto, montanti e specchietti), assieme alla disponibilità di cerchi in lega da 15 o 17 pollici.

Insomma, la noia con Kia Stonic è stata totalmente messa la bando. Devo però essere sincera: ho notato che molte persone prediligono colori più classici. Per questi ultimi – immancabili tradizionalisti – sarà comunque disponibile anche la versione monocromatica nelle colorazioni White Soul, Silky Silver, Black Soul, Platinum Graphite e Smoke Blue.

Il design degli esterni è frutto della collaborazione fra il Centro Stile Kia europeo e quello sud coreano, mentre la produzione è stata affidata all'impianto Kia di Sohari in Corea del Sud.

kia stonic test drive

Il rinnovato "tiger nose" – segno distintivo del brand Kia – rende la Stonic ancor più moderna.

Anche le motorizzazioni a disposizione sono molteplici e con consumi davvero ridotti.

  • 1.0 T-GDI da 120 CV;
  • 1.2 quattro cilindri aspirati MP da 84 CV (dedicato ai neo-patentati);
  • 1.4 quattro cilindri aspirati MP da 100 CV;
  • 1.6 CRDi diesel da 110 CV

Ad oggi, Kia stonic è disponibile solo con cambio manuale a 6 rapporti. In futuro però Kia promette l'arrivo anche del cambio automatico a doppia frizione con 7 rapporti.

Kia Stonic: prime impressioni 

Per provarla ho guidato per circa 50 km lungo la strada che dalla stazione ferroviaria di Reggio Emilia porta al Labirinto del Masone (il labirinto più grande del mondo!).

Tra percorsi cittadini, autostrada e strade di campagna ho potuto apprezzare brevemente la guida di Kia Stonic. La sensazione di guida non sprigiona un effetto "wow!"; in ogni caso si lascia guidare bene, in modo fluido e senza intoppi. Non è ovviamente un'auto adrenalinica: chi sceglie Kia Stonic di certo non l'acquista per la sua sportività piuttosto per la posizione di guida rialzata (ma non troppo), per la spaziosità e la maneggevolezza lungo i percorsi urbani.

kia stonic test drive

Esteticamente è caratterizzata da linee particolarmente bombate; forse fin troppo per alcuni. Detto sinceramente, a me piacciono.

Di primo acchito sembra una vettura dalle dimensioni ridotte, in realtà ci troviamo di fronte a una lunghetta totale di 4.14 metri.

Spazio per tutti

Anche le dimensioni del bagagliaio possono ingannare. In realtà c'è spazio da vendere. Con i suoi 352 litri di capienza, una coppia oppure una famiglia di 3 persone può partire tranquillamente per un weekend. Se lo spazio non dovesse bastarvi, sappiate che abbattendo i sedili posteriori potrete raggiungere una capienza totale di 1155 litri.
Se non ne avete abbastanza, si potrà sfruttare anche il doppio fondo regolabile.

Tenete conto che noi l'abbiamo usata a lungo e possiamo dirvi che il bagagliaio basta per un weekend lungo per tre persone al massimo. Altrimenti dovrete arrangiarvi in altro modo.

kia stonic test drive

Grande fuori, piccola dentro?

Grande fuori, piccola dentro? In realtà no. Dentro gli spazi sono ottimamente strutturati nonostante a un primo – e poco attento – sguardo possano sembrare angusti. Il mio passeggero alto quasi due metri, non ha minimamente sofferto, trovando il giusto spazio per le gambe.

Il volante D-shape infine restituisce ancor più spazio abitabile anche per il guidatore.

Anche i passeggeri dei sedili posteriori non avranno di che lamentarsi. Lo spazio disponibile è sufficiente e non troppo "sofferto". Ottimale per viaggio di medio raggio.

Cruscotto separato

Il cruscotto è diviso in due da una lunga linea orizzontale curva che separa il sistema di infotainment da tutto il rest della plancia.

Computer di bordo e sistema di infotainment sono alloggiati in un display da 7 pollici definito "floating" (ovvero "fluttuante" in inglese). Questo perché lo schermo non è incluso all'interno del cruscotto restituendo così una sensazione di un corpo che fluttua e sporge rispetto a tutto il resto della struttura.

Il sistema di intrattenimento è inoltre compatibile con sistemi Apple CarPlay e Android Auto e le varie funzioni sono attivabili attraverso sistema vocale o con quello pinch-and-swipe tipico di smartphone e tablet.

Il sistema di navigazione invece può integrare Kia Connected Services powered by TomTom, attraverso i quali ottenere informazioni in diretta su traffico, meteo e sulla presenza di autovelox per il controllo della velocità.

Kia Stonic vs tecnologia

Kia Stonic dispone di un set completo di sistemi di assistenza alla guida che migliorano decisamente la guidabilità della vettura, anche se sinceramente ce ne aspettavamo un po' di più in dotazione.

Tra questi troviamo di serie l'ESC (Electronic Stability Control) e di VSM (Vehicle Stability Management).

Mentre tutti i sistemi optional sono i seguenti:

  • AEB (Autonomus Emergency Braking System) City e Urban con riconoscimento pedonale;
  • Torque Vectoring by Braking: gestione selettiva della frenata per controllare il sottosterzo in curva;
  • Cornering Brake Control: frenata selettiva della ruota interna alla curva per facilitare il mantenimento della traiettoria;
  • Straight Line Stability: controllo selettivo della frenata per evitare perdita di aderenza nelle decelerazioni più violente;
  • Hill Start Assist: frenata automatica per mantenere il veicolo fermo nelle fermate in pendenza.

Cosa ne pensate di Kia Stonic?

Durante il test drive – su Instagram Stories – vi ho chiesto cosa ne pensate di Kia Stonic e la maggior parte di voi sembra proprio averne apprezzato il design.

kia stonic test drive

Kia Stonic: ma quanto costa?

I prezzi di Kia Stonic partono da 16.000 euro fino a raggiungere un tetto massimo di 22.000. Ovviamente sono inclusi 7 anni di garanzia Kia, o 150 mila km.

Per chi è adatta?

Kia Stonic è un'auto perfetta per l'uso quotidiano. È adatta a single, coppie e famiglie ristrette. Si guida bene anche per lunghi tragitti. L'abitabilità è buona anche se sconsiglio di viaggiare in 5 per lunghi tratti (in quel caso potreste sentirvi un po' stretti). Inoltre è ideale per coloro che amano una posizione di guida un po' rialzata. Attenti però a scegliere colori sgargianti perché a lungo andare potrebbero un po' stufare.

Tags

Fjona Cakalli

Amo la tecnologia, adoro guidare auto/camion/trattori, non lasciatemi senza videogiochi e libri. Volete rendermi felice? Mandatemi del cibo :)
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker