fbpx
CulturaNewsTech

La Scala diventa digitale grazie a Google

È ora possibile visita La Scala virtualmente ed assistere ad un pezzo di Verdi

La Scala di Milano, grazie ad un lavoro congiunto con Google, è ora anche digitale. Il teatro è infatti ora disponibile come parte del progetto Google Arts & Culture, che raccoglie digitalmente foto ed esperienze virtuali a portata di click.

La Scala diventa digitale grazie a Google

Grazie a questa forma di digitalizzazione, sarà ora possibile “camminare” all’interno del teatro con la funzione Street View, scoprire cosa si prova a stare sul palco o nel palchetto reale e fare un giro nel Laboratorio Ansaldo, dove sono costruite scenografieoggetti di scenacostumi. Il tutto ad altissima risoluzione, grazie alla Art Camera di Google: potrete ingrandire anche i dettagli più piccoli per apprezzarli come se foste veramente lì.

Oltre ai luoghi, sono disponibili in formato digitale più di 259mila immagini dagli archivi del teatro. Potrete trovare delle rare edizione decorate a mano della colonna sonora della Turandot, il primo libretto del Nabucco di Verdi e molto altro ancora.

Per quanto non parte del tour, potete anche godere di una performance online eseguita da 92 artisti di 5 nazioni diverse (trovate il video qua sopra). Si tratta della prima esibizione eseguita dal Teatro alla Scala dall’inizio della quarantena, e vede eseguita un aria dall’opera di Giuseppe VerdiSimon Boccanegra“, una storia che parla di unitàresilienza.

Trovate la pagina dedicata a La Scala presso questo link. Potete visitare il teatro anche da smartphone usando l’applicazione di Google Arts&Culture, che trovate qua sopra.

Bestseller No. 1
Giuseppe Verdi - Nabucco
  • Amazon Prime Video (Video on Demand)
  • Giuseppe Verdi (Actor)
  • No Especificado (Director)
OffertaBestseller No. 2
Lettere
  • Verdi, Giuseppe (Author)

Giovanni Natalini

Ingegnere Elettronico prestato a tempo indeterminato alla comunicazione. Mi entusiasmo facilmente e mi interessa un po' di tutto: scienza, tecnologia, ma anche fumetti, podcast, meme, Youtube e videogiochi.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button