!function(f,b,e,v,n,t,s){if(f.fbq)return;n=f.fbq=function(){n.callMethod? n.callMethod.apply(n,arguments):n.queue.push(arguments)};if(!f._fbq)f._fbq=n; n.push=n;n.loaded=!0;n.version='2.0';n.queue=[];t=b.createElement(e);t.async=!0; t.src=v;s=b.getElementsByTagName(e)[0];s.parentNode.insertBefore(t,s)}(window, document,'script','https://connect.facebook.net/en_US/fbevents.js');
Life-is-Strange-2-Episode-5-Wolves-Tech-Princess

Life is Strange 2 recensione – Episodio 5: Wolves


Anche questa volta Dontnod è stato in grado di regalarci un’avventura speciale, con personaggi unici e colpi di scena da mozzare il fiato. Da due settimane il quinto ed ultimo episodio di Life is Strange 2, Wolves, è finalmente disponibile: ci avrà convinti? Scopriamolo insieme in questa recensione!

Questo segna il termine di Life is Strange 2, che ora è anche disponibile in versione fisica per PlayStation 4, Xbox One e PC.

Avete perso la recensione di Faith, quarto episodio di Life is Strange 2? Non temete e cliccate qui.

Un ultimo ed intenso viaggio

Non è mai facile dire addio, specialmente se si tratta di qualcosa che è riuscita a trasmetterci forti emozioni. All’inizio dover attendere due o tre mesi prima dell’uscita di ogni episodio era frustrante, ma ora mi rendo conto che ciò è servito a rendere questo viaggio ancora più intenso.

Ho avuto bisogno di tempo per metabolizzare il finale e rendermi conto che, ormai, il nostro viaggio era giunto al termine. Ora che sono riuscita a rimettere al loro posto i pezzi, sono pronta ad affrontare questo ultimo scalino con voi.

Al termine del quarto episodio i nostri fratelli Diaz stavano finalmente abbandonando la chiesa di Heaven Point insieme a Karen, la madre che dopo molti anni si è fatta rivedere e ha deciso di aiutare i suoi figli.

Un piccolo spoiler, cliccate solo se avete giocato all'ultimo episodio!

Tra i personaggi che avremo modo di conoscere in questa comunità, ce ne sarà uno molto familiare. Se anche voi avete urlato nel vedere David Madsen, il patrigno di Chloe, alzate la mano! A seconda del finale che avete scelto per il primo Life is Strange, David vi darà differenti versioni della sua vita. Nel mio caso, che precedentemente avevo salvato Chloe, David parla di come si sia finalmente avvicinato alla sua figliastra e di come stia vivendo bene insieme alla sua amica (ovviamente Max). Sarà anche possibile trovare una foto delle due ragazze all’interno della sua roulotte. Un’emozione intensa, che mi ha fatto piangere per almeno un quarto d’ora. Complimenti Dontnod, complimenti.

In questo nuovo episodio i nostri personaggi passeranno la prima parte di gioco in una comunità pacifica nel deserto, insieme alla loro madre e a nuovi personaggi che in pochi minuti si conquisteranno la nostra simpatia e fiducia.  L’ultima parte del gioco, invece, è quella di cui si parla fin dall’inizio del primo episodio: il Messico.

Riusciranno i nostri fratelli a raggiungere il paese natale del padre? Quali ostacoli dovranno affrontare i nostri lupacchiotti?

Comparto sonoro e grafico: si sfiora la perfezione

Life-is-Strange-2-Episode-5-Tech-Princess

Parlare della fine di qualcosa è difficile, in particolare perché fino a che non lo si gioca, è impossibile comprendere a pieno verso quali emozioni si andrà in contro. E’ quindi necessario parlare, prima di tutto, degli aspetti tecnici. Rispetto al quarto episodio, ho notato un grande miglioramento dal punto di vista del comparto grafico: ogni episodio migliora sempre di più, fino a sfiorare quasi la perfezione al termine dell’avventura.

In Wolves i paesaggi, specialmente quelli desertici e caratterizzati dai cambiamenti climatici, sono estremamente realistici: pieni di dettagli che fanno la differenza e che permettono al giocatore di vivere la loro magnificenza in prima persona.

Anche qui il comparto sonoro, specialmente per la parte finale, è ottimo: renderà il nostro finale ancor più intenso, motivo per cui vi consiglio di munirvi di fazzoletti (o un asciugamano, dipende dalla quantità delle vostre lacrime).

[amazon_link asins=’B01BVGOOQ2,B0793NHQQL,B07YNDHLVG’ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’4c55b7d7-8465-4abe-baa2-db7988746637′]

Nel primo Life is Strange, Dontnod ci ha messi davanti a due opzioni orribili: salvare Arcadia Bay o la vita di Chloe. Questo, ovviamente, dava inizio a due finali differenti. Questa volta la situazione è più complicata: al termine della nostra avventura, ci troveremo anche qui dinnanzi a due scelte differenti.

Queste però, a seconda di come ci siamo comportati dall’inizio del primo episodio di Life is Strange 2, ci potrà condurre verso uno dei sette finali disponibili. Dontnod si è dato alla pazza gioia, giocando con i nostri sentimenti in modo spietato.

La narrativa è ottima, come sempre. Inoltre alcuni temi affrontati all’inizio del primo episodio, torneranno ancora più duramente in questo finale, dando al giocatore anche la possibilità di riflettere su temi quotidiani che a volte passano inosservati.

Un amore che supera ogni limite

Life-is-Strange-2-Episode-5-Wolves-Tech-Princess-Brothers

Wolves è l’apice dell’amore fraterno, amore che lega Sean e Daniel e che sottolinea quanto il fratello maggiore sia disposto a fare per il bene del suo piccolo lupo e viceversa. Inoltre Karen, personaggio che abbiamo avuto la possibilità di vedere solo negli ultimi due episodi, farà il possibile per redimersi e comportarsi da madre per questi poveri ragazzi che a lungo sono stati senza un punto di riferimento.

Il suo tentativo di offrirgli di nuovo una famiglia, anche se per poco, va lodato.

Questo ultimo episodio, e i suoi differenti finali, sono la conclusione perfetta per un viaggio che ci ha rapito il cuore fin dai primi minuti di gioco. Le differenze con Life is Strange ci sono e si vedono, ma vi sono comunque elementi che accomunano i due titoli, mettendo in luce le capacità di Dontnod che anche questa volta ha creato un ottimo prodotto.

Dopo l’annuncio di un nuovo Life is Strange, le ansie e le preoccupazioni iniziavano a farsi sentire sempre più intensamente: fortunatamente però, ci è stato offerto un prodotto degno di nota, all’altezza del primo capitolo e in grado di trasmettere, seppure con una storia e personaggi completamente diversi, emozioni rare e meravigliose.

Il nostro viaggio con i fratelli Diaz finisce qui, ma questo non è un addio: una volta trovato il coraggio, si potrà sempre ricominciare dall’inizio. Magari partendo da Max e Chloe, per poi passare al piccolo Chris e terminare con Sean e Daniel. E anche se non ci sarà più l’effetto sorpresa, queste forti emozioni rimarranno.


Veronica Ronnie Lorenzini
Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link