fbpx
NewsTech

LinkedIn ha realizzato una ricerca su donne e lavoro

La pandemia ha avuto un effetto negativo sulla retribuzione delle lavoratrici

Una nuova ricerca commissionata da LinkedIn va ad analizzare l’impatto del condizionamento sociale sulla retribuzione e la progressione di carriera delle donne durante la pandemia. Secondo i risultati dell’indagine, il 44% delle intervistate ritiene che le donne si sentano meno legittimate ad ottenere aumenti di stipendio o promozioni. Questo pensiero è condiviso dal 40% degli uomini.

I risultati della nuova ricerca di LinkedIn sulle donne nel mondo del lavoro  

Tra gli elementi principali emersi dalla ricerca di LinkedIn troviamo il tema degli aumenti di stipendio e delle promozioni. Il 62% degli uomini ha ammesso di aver negoziato lo stipendio per un nuovo ruolo mentre tale percentuale scende al 47% per le donne. Il 37% delle donne non ha mai negoziato un aumento di stipendio.

Da notare, inoltre, che il 51% degli uomini ha chiesto un aumento di stipendio o una promozione al di fuori della loro revisione annuale. Tale percentuale scende al 37% per le donne. Le donne, inoltre, aspettano di più (18 mesi contro 15 mesi) per chiedere un aumento di stipendio.

Il 20% delle donne concorda sul fatto che avere figli ha avuto un impatto sulla loro progressione di carriera. Il 47% delle donne con figli ha evidenziato che la carriera è rimasta una priorità fondamentale. Il 39% delle donne, secondo i dati raccolti da LinkedIn, ha messo di aver abbassato le aspettative di carriera nel corso del tempo.

L’impatto del Covid-19

Secondo i dati della ricerca, il 45% delle donne intervistate ha concordato di aver registrato un rallentamento della carriera dall’inizio della pandemia. La causa sono state le maggiori responsabilità in casa. Olga Farreras, office lead dell’affinity group [email protected] LinkedIn Italia, sottolinea: “per la maggior parte delle donne, i risultati del nostro studio saranno solo un’ulteriore prova di ciò che è già un dato di fatto: hanno vissuto un periodo tra i più duri in quest’ultimo anno.”

Secondo la Farreras: “I nostri dati mostrano chiaramente come il lavoro delle donne sia stato colpito dalla pandemia – con molte di loro costrette ad assumersi responsabilità extra, come la gestione della casa o la cura dei bambini, unite al fatto che il loro lavoro è più vulnerabile. E questo è anche dovuto a un ‘divario di legittimazione’, che ostacola le donne relativamente agli aumenti di stipendio e alle promozioni che meritano”

Offerta
L'algoritmo di Linkedin
  • Romeo, Gaetano (Author)

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button