fbpx
NewsVideogiochi

Lirius Games si aggiudica il contest Lazio Gaming Project Sprint

Il concept iF è risultato il progetto vincitore del contest

iF di Lirius Games è il progetto vincitore del Lazio Gaming Project Sprint. Il contest indetto dalla Regione Lazio attraverso Lazio Innova per l’ideazione, la progettazione e l’illustrazione di una proposta di gamification ha visto la vittoria del progetto presentato da Giacomo Cimini e Sónia Gonçalves di Lirius Games.

iF è il progetto vincitore del Lazio Gaming Project Sprint

Tra le quattro tracce disponibili del progetto, Lirius Games ha scelto “Dalla scienza alla fantascienza: immaginare futuri possibili attraverso i videogiochi”. Il primo premio del contest è arrivato grazie al concept iF, un videogioco di strategia a turni in cui il giocatore può ripristinare l’ecosistema e salvare il mondo dall’estinzione. In alternativa, il concept del gioco prevede la possibilità di controllare il clima e “sfidare” i cinque continenti.

Lirius Games ha conquistato il montepremi di 3.000 euro e si prepara alla fase di incubazione e di espansione del team. Dopo il contest, quindi, prende il via il percorso che porterà alla realizzazione di un videogioco. Il progetto non sarà solo didattico ma dovrà interessare gli appassionati di videogiochi. Lazio Innova continuerà a seguire la crescita del team e del progetto.

Il Lazio Gaming Project Sprint ha registrato la partecipazione di sette team, composti da studenti di game development e sviluppatori di videogiochi. Ogni team ha avuto modo di scegliere il tema del concept tra quattro tracce fornite da IIDEA, partner del progetto. Per maggiori dettagli è possibile consultare il sito di IIDEA.

Il commento di Lirius Games

Sónia Gonçalves di Lirius Games dichiara:Io sono un’economista, insegnante di economia e ricercatrice, che negli ultimi mesi ha vissuto il mondo e l’universo dei videogiochi studiando il ruolo che il videogioco ha avuto nell’esistenza di un appassionato come Giacomo durante un periodo tanto particolare, anche emotivamente, come quello della quarantena. Per questo progetto abbiamo deciso di fare leva sulle nostre competenze specifiche per creare uno strategico a turni che potesse coniugare questi due aspetti”.

Offerta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button