fbpx
News

In uscita Liz: Before The Plague, il survival in VR di Twin Wolves Studio

Lo studio di sviluppo videoludico Twin Wolves Studio è orgoglioso di annunciare l'uscita di Liz: Before The Plague, un'esperienza in Virtual Reality per Windows Steam VR che ha come caratteristiche principali una forte immersività, fasi investigative ed una componente survival.

Scopriamone brevemente la trama: una notte, in un futuro prossimo, un detective dell'unità speciale, Liz, si trova faccia a faccia con un caso che sembra di normale routine, ma non lo è. Liz deve rispondere ad una chiamata di aiuto che proviene da un'azienda farmaceutica e dovrà indagare per scoprire cosa è successo…

Liz: Before The Plague è un'autentica esperienza immersiva nella quale il personaggio segue i movimenti del corpo del giocatore grazie alle animazioni fatte con il motion capture per rendere tutto il più realistico possibile. Sarete catapultati in un'atmosfera horror senza UI graphics in cui per capire cosa sta succedendo dovrete prendere familiarità con il character principale e capire, con l'aiuto di un drone, da dove arriveranno i nemici.

La missione consiste nell'indagare su cosa è successo al laboratorio, collezionando i vari indizi e scansionando gli oggetti con l'aiuto dello smartphone/scanner. Il drone vi sarà utile anche per ricaricare l'arma durante le fasi survival e vi suggerirà cosa fare nelle fasi di gioco. Si tratta di un'autentica avventura horror con elementi di gioco in cui si dovrà scortare la dottoressa Jane all'uscita del laboratorio per metterla in salvo, non senza prima aver scoperto cosa si cela dietro all'incidente del laboratorio.

Non ci resta che rimanere in attesa di notizie più precise sulla data di lancio, prevista prossimamente nel corso del 2018.

Francesca Sirtori

Indielover, scrivo da anni della passione di una vita. A dispetto di tutti. Non fatevi ingannare dal faccino. Datemi un argomento e ne scriverò, come da un pezzo di plastilina si ottiene una creazione sempre perfezionabile. Sed non satiata.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button