fbpx
LifestyleNews

Love coach: salvatori o trappole per cuori spezzati?

Non è semplice resistere alla tentazioni di poter sistemare tutte le questioni d'amore in un batter d'occhio, ma attenzione a chi vende aria fritta

Il mondo digitalizzato ha dato vita a nuovi problemi, bisogni, aspirazioni e anche figure professionali. Non fa eccezione la sfera sentimentale che tra app di incontri, challenge e nuovi modi di approccio si è ulteriormente complicata. Come se le questioni di cuore fossero roba da poco. C’è da dire però che anche le soluzioni si sono moltiplicate grazie al web. Forum, poste del cuore, la possibilità di confrontarsi con esperienze altrui e di contattare love coach aiutano i cuori tech in difficoltà.

Questioni di cuore

In un momento di fragilità, come la fine di un amore o un periodo di scarsa autostima, ci espone e ci rende maggiormente vulnerabili. Quando ci sentiamo giù o dobbiamo affrontare un fallimento amoroso o personale, capita di mettersi a confronto con gli altrǝ. Ovviamente, fare paragoni è sempre sbagliato, ma in un momento di difficoltà è anche peggio: non si esce mai vincitorǝ. Sembra che tuttǝ siano anni luce avanti a noi, più bellǝ, bravǝ, realizzatǝ e meritevoli di amore. Fidatevi, tuttǝ lo crediamo e non è mai così.

In questi frangenti di buio e pessimismo cosmico, quello che dobbiamo fare è chiedere aiuto, preferibilmente a dei professionistǝ. Ciò che dobbiamo evitare, invece, è credere a tutto ciò che sentiamo dire, specie ai discorsi brillanti ma riduttivi. La tentazione di affossarci e fustigarci è forte, ma dobbiamo resistere.

Bazzicando sui social siamo incappati in alcuni video di una ragazza, una love coach, che dava consigli su come tenersi stretto il partner. Facendo ricerca e chiacchierando un po’ si è aperto un vero e proprio mondo. Certo, sapevamo dell’esistenza dei love coach ma non avevamo idea di quali fossero le loro competenze, le funzioni. Si è aperto un mondo diviso in due: da un lato i professionistǝ dall’altro, i santoni dell’amore un po’ improvvisti.

Quello che ci ha colpiti non sono tanto i guru dell’amore di per sé; ma il fatto che migliaia di persone si affidino a soluzioni un po’ punk pur di rimettere in sesto una relazione fallita o un’autostima un po’ zoppicante.

Al netto di opinioni personali, non vogliamo dare giudizi di valore su love coach o cuori smarriti in cerca di aiuto. Vogliamo solo ragionare insieme su cosa siamo dispostǝ a fare per smettere di soffrire.

La nostra recente scoperta

Dopo avere visto dei video su Tik Tok di una love coach che dava consigli piuttosto forti e faceva considerazioni spinte abbiamo deciso di fare due ricerche. Ma analizziamo meglio la situazione. Il video che abbiamo visto suggeriva che se lǝ partner vi tradisce è perché probabilmente avete questioni personali irrisolte, problemi che vi rendono sgradevoli e poco attraenti. Ci è sembrato riduttivo generalizzare così tanto l’infinità di sfaccettature che stanno dietro a situazioni così delicate. Inoltre, il tutto aveva un sapore di victim blaming, cugino di secondo grado del patriarcato che dice “se l’uomo ti tradisce, è perché non sei stata abbastanza donna” (ma vale anche per i maschi, a quanto pare poco macho).

Ci è sembrato uno schiaffo in faccia a tuttǝ coloro che soffrono per un tradimento e magari a causa di queste parole possono finire per sentirsi colpevolǝ, sbagliatǝ, senza il diritto di sentirsi amatǝ… Ma perché dire una cosa del genere? Per tendere la mano (a pagamento) subito dopo.

Abbiamo infatti scoperto che il love coaching è una professione vera e propria. Ci sono consulenze, corsi, webinar, libri… Ma cosa sono i love coach?

Chi sono e cosa fanno i love coach?

Il love choac è colui/ colei che insieme al soggetto interessato stabilisce una serie di obiettivi sentimentali e studia una strategia per raggiungerli. Queste figure, ad esempio, servono a insegnare tecniche per acquisire strumenti e metodologie per cambiare approccio sentimentale. Aiutano favorire l’apprendimento del “linguaggio della seduzione”, facilitare la conquista della persona amata, aiutare le coppie in crisi, assistere un cliente a superare la fine della relazione o un tradimento.

Ci sono professionistǝ, come ad esempio la dottoressa Monica Ricci, che svolgono quest’attività con massimo rispetto nei confronti dei clienti e con competenza e cognizione di causa. Infatti, la dottoressa, come altrǝ collegǝ, è una psicologa iscritta all’albo in grado di supportare le persone che si trovano in difficoltà a gestire le relazioni amorose. In fin dei conti, per vivere al meglio la sfera intima e il rapporto con l’altrǝ è necessario stare bene con sé stessǝ. E cosa fare se non rivolgersi a professionistǝ della salute mentale per trovare la serenità e la forza per mettersi in gioco a livello sentimentale?

In questi casi, insieme allo psicologo, o alla psicologa, si cerca di lavorare su se stessi per migliorare la propria autostima, la capacitò di comunicare e soprattutto per delineare i confini dei futuri rapporti. Un percorso di crescita personale che non può aiutare. Tuttǝ abbiamo aspetti caratteriali su cui lavorare, spigoli da smussare, debolezze da coltivare. La salute mentale passa anche attraverso alla gestione della sfera intima e relazionale.

love coach 1

Attenzione alle improvvisate

Quello che abbiamo trovato cercando in rete però è una situazione un po’ diversa da quella sopra descritta. La stragrande maggioranza di love coach non ha titoli, competenze o credenziali per prendere la fragilità di una persona che ha debolezze e problemi personali e promettere faville. Perché è questo quello che succede. Questo macchia anche la reputazione di professionistǝ che svolgono il loro lavoro con grande passione e competenza, banalizzando e sminuendo l’importanza di questo tipo di aiuto.

Ogni figura che opera nel settore della salute mentale non vi prometterà mai risultati rapidi, garantiti e cambiamenti epocali, questo dovrebbe far riflettere. Questa è una delle prime differenze tra professinistǝ e love coach improvvisati. Risultati garantiti, ex che tornano indietro al 100% (e che sfortuna), autostima che schizza alle stelle e consigli profumatamente pagati sono il primo campanello d’allarme. Cercando informazioni poi, emerge che queste figure che hanno come unico biglietto da visita la propria esperienza personale ed un mare di sicurezza e fiducia nel fatto che al mondo siamo tuttǝ uguali. Questǝ approccio però può risultare dannoso. Pensare di saper rimettere in sesto la vita deglǝ altrǝ, elargendo consigli scelti sulla base del proprio vissuto, è un po’ superficiale. Così frasi fatte e aforismi motivazionali in stile “se vuoi, puoi” spessi di rivelano tossici e sbrigativi, a volte concetti molto delicati vengono riassunti e banalizzati nel tempo di un reel.

Una trappola per i cuori infranti

La mente è un meccanismo complesso e fragile. Mettere le mani su una sfera così intima, soggettiva e impattante per il benessere della persona, non è roba da poco. Il problema di alcunǝ love coach è che sembrano avere scordato tutto questo. Parlano al pubblico in modo univoco, proponendo soluzioni standard, obiettivi fissi, un punto di vista unico, frasi motivazionali, in modo superficiale. Sì, perché considerare che tuttǝ glǝ ascoltatorǝ provengano dalla medesima situazione e necessitino della stessa “cura” è davvero riduttivo. Non si considera il vissuto personale, le fragilità, le difficoltà e i danni che certe parole possono scatenare. Ecco, forse non sono tanto responsabili delle conseguenze delle propri azioni sugli altri. Un approccio un po’ strong, che sbatte in faccia difetti e complessi e rivolta la colpa sulle vittima, può essere il punto di svolta per qualcunǝ, come potrebbe essere la rovina per qualcun’altrǝ.

Forzare una persona che sta vivendo un momento di fragilità a seguire i propri consigli non è proprio roba da poco. E autoproclamarsi esperti d’amore e ex cuori spezzati non è una qualifica sufficiente per prendere in mano la vita altrui.

Ma perché ci si fida dei love coach?

La questione su cui abbiamo riflettuto è proprio questa. Come fanno ad acquisire tanto potere tali personalità? Bhe, c’è da dire che spesso si tratta di persone carismatiche, pronte a condividere pillole e tips generaliste che tendono ad adattarsi all’esperienza di tuttǝ.

Ma abbiamo anche indagato sulle motivazioni che spingono un cuore infranto a cercare aiuto da un love coach social, piuttosto che da un terapeuta. Probabilmente la formula vincente sono le promesse che questǝ guru fanno: in poco tempo tornerai a stare bene, meglio di prima, pienǝ di fiducia e di amore. E chi non desidera tutto questo? Unǝ professionista della salute mentale non farebbe mai una promessa di questo calibro.

Il punto è che quando si soffre e si ha il cuore in frantumi, ci si sente svuotatǝ, persǝ, qualsiasi appiglio è buono pur di restare a galla. Nei momenti di fragilità si è dispostǝ a credere a chi promette di avere vissuto il medesimo dolore e di avere trovato la formula per uscirne. Non sentirsi solǝ, sapere che anche qualcunǝ altrǝ ha un vissuto simile, consola. Ma soprattutto fare leva sulle debolezze e promettere di trasformarle in punti di forza è davvero allettante.

Il nostro consiglio è di fare sempre ricerca e non fermarsi mai alle prime impressioni. Inoltre, video di Tik Tok e reel di Instagram non sono la fonte da prediligere per trovare la forza per uscire da un momento di difficoltà. Sui social ciascuno racconta la propria opinione, ma tale rimane: un’opinione. Per trovare benessere e uscire da un momento buio, è sempre meglio affidarsi a professinostǝ e stare alla larga di chi promette di avere ogni verità in mano.

Martina Ferri

Laureata in filosofia, gattara, vegetariana e vesto sempre di nero. Ora che vi ho elencato i motivi per cui potrei sembrare noiosa, posso dirvi che amo la musica, i libri, la fotografia, la pizza, accamparmi in tenda vicino al main stage di qualche festival! Che dite, ho recuperato?

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button