fbpx
NewsTech

MacBook Pro: la produzione della nuova generazione è iniziata

Debutto atteso in autunno

La produzione dei nuovi MacBook Pro di Apple è iniziata. La nuova gamma sarà composta da due varianti, una con display da 14 pollici ed una più grande, con display da ben 16 pollici. La conferma in merito all’avvio della produzione arriva da un recente report di DigiTimes. Secondo le indiscrezioni, per la prima fase di produzione, Apple prevede di realizzare 800 mila unità al mese. Tale ritmo sarà mantenuto almeno fino al prossimo mese di novembre.

Prende il via la produzione dei nuovi MacBook Pro

I fornitori di Apple hanno avviato la produzione dei nuovi MacBook Pro. La nuova gamma di portatili dovrebbe presentare l’inedito display mini LED (per entrambe le varianti) e un design aggiornato. Da notare anche il debutto del nuovo processore M2 che dovrebbe garantire un ulteriore considerevole passo in avanti prestazionale per la gamma di dispositivi macOS.

Debutto in autunno

Secondo le prime informazioni di questi giorni, il debutto della nuova linea MacBook Pro è fissato per il prossimo autunno. Apple dovrebbe tenere un evento dedicato per presentare la sua nuova linea di portatili che, quindi, non dovrebbero debuttare insieme ai nuovi iPhone ed all’Apple Watch Series 7, al debutto a settembre.

La presentazione dei nuovi laptop di Apple potrebbe avvenire nel corso del prossimo mese di novembre. Già nelle prossime settimane potrebbero emergere nuovi dettagli sia sulle specifiche e il design che sulle performance dei nuovi prodotti della casa di Cupertino. Entro fine anno, in ogni caso, partiranno le vendite internazionali dei nuovi MacBook Pro.

 

Offerta
2020 Apple MacBook Air con Chip Apple M1 (13", 8GB RAM,...
  • Chip M1 progettato da Apple, per un nuovo livello di performance della CPU, della GPU e del machine learning
  • Autonomia senza precedenti, con una batteria che dura fino a 18 ore
  • CPU 8‐core fino a 3,5 volte più rapida, per gestire i progetti a velocità mai viste

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button