fbpx
AttualitàCulturaNews

Cambiamento climatico: le emissioni di cO2 sono le più alte di sempre

Il nuovo rapporto dell’Ipcc mostra che ha contribuire maggiormente al cambiamento climatico sono le emissioni cO2, le quali stanno aumentando vertiginosamente. Il rapporto in questione evidenzia in particolare che nel 2019, le concentrazioni atmosferiche di Co2 sono state le più alte degli ultimi 2 milioni di anni e quelle dei principali gas serra (metano e biossido di azoto) le più elevate degli ultimi 800.000 anni.

Cambiamento climatico: record dei livelli di cO2

Lo studio dell’ente governativo evidenzia che le attività umane hanno ancora un grosso impatto sull’andamento dei cambiamenti climatici che, il cui andamento è destinato ad aumentare nei prossimi anni, salvo interventi sostanziali a riguardo. Proprio per questa ragione è centrale ridurre le emissioni di cO2 per il futuro imminente, così da migliorare la qualità dell’aria il più velocemente possibile.

L’era dell’energia fossile deve finire. Questi dati sono un codice rosso per l’umanità” ha spiegato il segretario dell’Onu, Antonio Guterres, presentando proprio questo rapporto. Per questa ragione il documento presenta cinque scenari di intervento possibili, dove non c’è ancora stata una diminuzione delle emissioni generali. In queste aree la temperatura ha continuato e continua ad aumentare sin dalla metà del secolo, un fattore che diventa sempre meno sostenibile di anno in anno.

Nello scenario con le emissioni più basse si dovrebbe essere in grado di raggiungere il traguardo di emissioni nette di Co2 pari a zero negli anni 2050, come descritto nel Green New Deal. Proprio per questo motivo è molto probabile che il riscaldamento globale durante questo secolo possa rimanere al di sotto dei 2 gradi.

Negli scenari con elevate emissioni di Co2, invece, si prospetta che la capacità di assorbimento del carbonio da parte degli oceani e degli ecosistemi terrestri diventi molto meno incisiva nello stemperare la Co2 atmosferica. Conseguentemente molte delle variazioni climatiche già osservate recentemente, come l’aumento dei picchi di temperatura, forti precipitazioni, siccità, scioglimento di ghiacciai, manto nevoso e permafrost, diventeranno più intense al crescere del riscaldamento globale.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button