fbpx
Marvel's Avengers recensione

La recensione di Marvel’s Avengers. Vestire i panni dell’eroe
Una storia appassionate, il gota dei supereroi e un gameplay divertente ma i problemi non mancano


Marvel’s Avengers recensione

Negli ultimi 10 anni i supereroi di Stan Lee hanno fatto compagnia a milioni di appassionati. Iron Man, Thor, Captain America e compagni sono infatti comparsi sui maxi-schermi di ogni cinema del pianeta con avventure intense e spettacolari. 
Abbiamo così imparato a conoscerli e ad apprezzarli ma ora è arrivato il momento di impersonarli grazie a Marvel’s Avengers, l’ultimo videogioco di Crystal Dynamics.

Lo studio di sviluppo di Redwood City (California) ha colto una delle sfide più interessanti degli ultimi anni: portare sulle piattaforme da gaming i supereroi Marvel, svicolandosi da quanto visto al cinema e offrendo ai fan una storia che potesse davvero appagarli. Il risultato non è perfetto ma l’esperienza di gioco ci è davvero piaciuta. Vi spieghiamo tutto in questa recensione.

Una narrazione appassionante…

Marvel's Avengers storiaSe c’è una cosa che abbiamo sempre amato dei personaggi di Stan Lee è la loro umanità. Il loro essere invincibili fuori non li rende automaticamente invincibili dentro. Gli eroi Marvel sono soggetti alle debolezze e alle emozioni tipiche di ogni essere umano: possono essere insicuri, arrabbiati, affranti dal dolore e devastati dal fallimento. E no, non sempre basta scavare per trovare la forza di rialzarsi. A volte serve qualcuno che ti aiuti.
Il “qualcuno” in questo caso è Kamala Khan, in arte Miss Marvel. 

Kamala è la vera protagonista della storia. Dopo il disastro dell’A-Day, che ha devastato la città di San Francisco, condannato Cap e dato vita agli Inumani, gli Avengers scompaiono. Accusati di essere vere minacce alla sicurezza pubblica, i supereroi spariscono dalla circolazione e lasciano campo libero alla AIM (Avanzate Idee Meccaniche) di George Tarleton. 
Quest’ultimo sembra determinato a curare gli inumani, persone che sono venute a contatto con il Terrigen e hanno sviluppato particolari poteri. Il costo da pagare però sembra altissimo e Kamala, diventata inumana proprio durante l’A-Day, non è disposta ad arrendersi o a farsi catturare. Decide così di mettersi in viaggio per riunire gli Avengers. 

Inizia così un’avventura che ci permetterà di riunire la banda. Non aspettatevi però niente di troppo complicato. La narrazione procede in modo molto lineare ma non sarà mai noiosa. Al contrario, troverete la storia divertente, appassionante e, a tratti, imprevedibile.

… ma non tutti i personaggi hanno lo stesso peso

Marvel's Avengers eroiA rendere avvincente il comparto narrativo sono poi i protagonisti di Marvel’s Avengers. Crystal Dynamics ha cercato di dare a questi esseri supernaturali un’anima, una personalità. Assistiamo così ai loro tormenti interiori, ai loro dubbi, alle loro paure e alle loro insicurezze. Siamo lì quando gioiscono e quando sono distrutti dal dolore. Probabilmente questo spessore è uno degli elementi di punta del gioco, anche se non coinvolge tutti i personaggi in egual misura. 
Complice la durata piuttosto breve della campagna (circa 10-12 ore) e la struttura narrativa, basata appunto sull’aggiunta graduale di nuovi Avengers, ci ritroviamo con personaggi molto dettagliati ed altri iun po’ più stereotipati. Vi ricordiamo però che questo è solo l’inizio: gli sviluppatori hanno promesso aggiornamenti costanti e nuove avventure, il che potrebbe dare ai protagonisti la possibilità di raccontarsi in maniera più incisiva. Quel che è certo è che tutti i protagonisti sono in grado di camminare con le loro gambe pur essendo così diversi delle loro controparti cinematografiche. In pochi minuti dimenticherete quindi il volto di Chris Evans & Co per far spazio alle versioni videoludiche degli Avengers.

Rimangono invece deludenti gli antagonisti. Alcuni compaiono per pochi minuti mentre la storia di MODOK, il super cattivo di questa vicenda, viene narrata in modo piuttosto superficiale, lasciandoci qualche interrogativo di troppo. Un vero peccato.

Offerta
Marvel's Avengers - COMIC Book [Esclusiva Amazon.It] -...
  • Gioca una storia originale sugli Avengers: Marvel’s Avengers è un'interpretazione di questi iconici supereroi, tra...
  • Scatena i tuoi poteri: sblocca temibili abilità e nuovo equipaggiamento per creare la tua ottima versione dei più...
  • Unisciti online: fino a quattro giocatori potranno unirsi online per difendere la terra da minacce sempre più temibili

Marvel’s Avengers recensione: un po’ online, un po’ offline

Marvel's AvengersNon è possibile iscrivere in una sola categoria Marvel’s Avengers. Ci sono elementi da action game, meccaniche da beat’em up ed elementi presi dai giochi di ruolo. Tutto questo amplificato al massimo dalla possibilità di controllare non uno ma ben sei eroi diversi, ognuno dei quali è dotato di poteri e abilità differenti.

Facciamo però un passo indietro.

Le prime ore le passerete in compagnia di Kamala e con lei imparerete a combattere usando una serie di colpi estremamente basici. Le cose poi si faranno più interessanti. Il gioco vi permette di sbloccare una serie di abilità che andranno a rendere i vostri attacchi più complessi, letali e coreografici e in più potrete potenziare il vostro equipaggiamento utilizzando i materiali sparsi per le diverse mappe.
Marvel’s Avengers infatti si basa sull’utilizzo di un hub centrale, governato dal buon vecchio Jarvis, da cui potrete selezionare le missioni da compiere. Ne troverete parecchie e non tutte legate alla storia principale. Alcune infatti non servono a progredire nella narrazione ma solo a sbloccare skill o trovare risorse utili al potenziamento dei vostri personaggi. Sì, al plurale. Man mano che gli Avengers si uniranno a Kamala sarà infatti possibile controllarli, accedere al loro albero della abilità o semplicemente modificare il loro aspetto usando le numerose skin a disposizione.

Marvel's Avengers abilitàPotrete quindi creare e adattare la vostra squadra allo stile di gioco che vi contraddistingue, sia durante la campagna che nel multiplayer.

Quest’ultimo è, a nostro avviso, l’elemento più debole del gioco. Da un lato infatti l’Iniziativa Avengers, questo il nome della modalità online, vi proietta nel futuro mettendo a vostra disposizione fin da subito tutti gli Avengers ed una marea di missioni, dall’altra però risulta un po’ limitata. Gli incarichi da portare a termine ci riportano nelle stesse mappe viste nella campagna principale e, dopo poche ore, tendono a diventare un po’ ripetitivi.
L’unica ventata di entusiasmo la porteranno gli amici con cui deciderete di condividere l’esperienza. Il multiplayer infatti supporta un massimo di 4 giocatori, così potrete affrontare le diverse missioni in compagnia di un team collaudato o, in alternativa, affidarvi al matchmaking. Esiste anche una terza possibilità: giocare da soli. Sì, avete capito bene. Non siete obbligati a condividere gli incarichi dell’Iniziativa Avengers: potete usare 3 bot che si prenderanno cura di voi nel corso della missione.

Tra alti e bassi

Marvel's Avengers gameplayIl colpo d’occhio è notevole. I modelli e le animazioni degli eroi sono sorprendentemente curati, gli ambienti di gioco sono diversificati e ricchi di dettagli e le cinematiche sono degne dei migliori film d’azione.
Vi basteranno però un paio di ore di gioco per iniziare a notare i problemi che affligono Marvel’s Avengers. Si parte dai cali di frame rate per arrivare a bug e glitch che potevano essere evitati con qualche settimana in più di lavoro. Davvero fastidiosa poi l’instabilità della camera, che occasionalmente ruota vorticosamente su se stessa destabilizzandovi durante i combattimenti. 
Tutto questo poi è accompagnato da un carico di lavoro davvero importante per la console. La nostra PlayStation 4 è diventata rumorosissima durante le sessioni di gioco. 

Anche sul fronte audio abbiamo evidenti problemi. Ci sono dialoghi un po’ in italiano e un po’ in inglese, ci sono personaggi che parlano senza muovere la bocca o, al contrario, che muovono la bocca ma senza audio associato. Insomma, anche qui il lavoro è risultato un po’ superficiale ma non c’è davvero niente che non possa essere risolto con un po’ di buona volontà e qualche update.

Marvel’s Avengers recensione: acquistarlo oppure no?

Marvel’s Avengers ha evidenti problemi tecnici ed una modalità online che al momento non convince totalmente ma può contare su una storia avvincente, un gameplay stimolante e ovviamente sugli indomabili Avengers.
Con qualche aggiornamento e nuovi contenuti potrebbe davvero trasformarsi in un successo. 

Marvel's Avengers

Pro Pros Icon
  • Storia originale
  • Personaggi piuttosto approfonditi
  • Gameplay divertente
  • Modelli curatissimi
Contro Cons Icon
  • Qualche problema tecnico di troppo
  • Modalità multiplayer poco variegata

Erika Gherardi

author-publish-post-icon
Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link