fbpx
AutoElettricoMotoriNews

Mercedes-Benz EQS, l’ammiraglia elettrica della Stella è ipertecnologica e iper-aerodinamica, con 770 km di autonomia

Mercedes EQS 2021, ecco la Classe S elettrica: lusso, tech e autonomia

Si è parlato tanto di Mercedes EQS 2021, la prima vera Classe S elettrica. Si è parlato del suo schermo innovativo e incredibile, il Mercedes Hyperscreen, dell’estetica e del suo arrivo sempre più vicino. Ora Mercedes EQS è tra noi, ed è in diversi aspetti la Classe S del futuro. Un’estetica sorprendente ed incredibilmente aerodinamica, un livello tecnologico mai visto e un’autonomia importante, di oltre 750 km. Scopriamo tutto quello che non potete perdervi della Mercedes più innovativa degli ultimi decenni.

Partiamo dall’estetica di Mercedes EQS: profilo “one-bow” e dettagli innovativi

Mercedes EQS 2021 è la prima auto progettata dalla Casa della Stella per essere esclusivamente elettrica. I tecnici della Casa si sono spinti oltre ogni sforzo mai fatto per riuscire a produrre un’auto che fosse degna di portare il nome di “Classe S elettrica”. Per chi non lo sapesse, infatti, la Mercedes-Benz Classe S è l’ammiraglia che rappresenta il punto massimo della tecnologia e della qualità di Mercedes, e i tecnici della Casa da 60 anni con questo modello cercano di creare l’auto migliore del mondo. Un debutto senza pressioni per EQS, no?

A parte le battute, guardandola da fuori EQS sulle prime… sconvolge un po’ le aspettative. Classe S è sempre stata un’auto molto classica nella sua estetica, con un aspetto e un portamento elegante, quasi regale, ma sempre piuttosto classico. Tre volumi molto ben definiti, grande griglia frontale, tante cromature, e qualità.

Mercedes-Benz EQS frontale

Mercedes EQS 2021 ricalca queste linee guida come la grande griglia frontale, le cromature e il portamento elegante, ma con proporzioni e soluzioni mai viste su una berlina di lusso. La prima cosa che stupisce è il profilo a dir poco filante. “Filante” è infatti la parola d’ordine usata per definire EQS anche da Mercedes stessa. Ogni superficie è morbida, sinuosa, raccordata l’una all’altra, e non ci sono le classiche divisioni in “volumi”. Il cofano anteriore, l’abitacolo e il vano bagagli si mescolano in un unico volume, chiamato dai designer Mercedes “one-bow”, come un unico arco teso. Il cofano e il terzo volume sono molto corti, dando quindi la precedenza all’abitacolo, vero protagonista di Mercedes EQS 2021. Questo nuovo corso stilistico debutta su EQS, ed è chiamato Sensual Purity, a significare la pulizia e la sensualità delle linee.

Mercedes EQS 2021 laterale

Il profilo con così “tanto” abitacolo, i montanti anteriori e posteriori molto inclinati e la linea discendente del tetto regalano una vista molto particolare, dinamica, molto da coupé, e dissimulano bene le dimensioni. Perché non si direbbe, ma Mercedes EQS è lunga 5,21 metri, larga 1,92 m e alta ben 1,51 metri. Andando poi a vedere bene le diverse angolazioni di Mercedes EQS 2021, la berlina elettrica tedesca sfoggia un frontale dotato di una mascherina nera lucida, che nasconde tutti i radar e i dispositivi per la guida autonoma.

L’aerodinamica di Mercedes EQS 2021 è la migliore mai ottenuta da un’auto di serie

Questa riprende e modernizza gli stilemi della Casa, con la grande Stella che domina il frontale. I fari poi utilizzano la tecnologia Digital Light, con 2,6 milioni di pixel, e sono uniti da una barra luminosa a LED. Lateralmente si fanno notare la modanatura centrale cromata, che divide l’eventuale tonalità bicolore, e i cerchi in lega da 19 fino a 21 pollici di diametro. C’è poi un’onda nella linea di cintura, che unita alle spalle, ovvero ai parafanghi posteriori molto gonfii spingono l’auto in avanti.

Mercedes EQS 2021 posteriore

Al posteriore, invece, troviamo linee molto minimali ed eleganti, interrotte bruscamente al centro dagli inconfondibili e molto appariscenti fari posteriori formati da un unico gruppo ottico che occupa l’intera larghezza dell’auto, firma stilistica di tutte le Mercedes che fanno parte della “famiglia” EQ. Un’estetica molto innovativa ed estrema, che però non serve solo per prefigurare le future Mercedes-Benz. Queste linee così fluide, senza creste, spoiler, protuberanze e prese d’aria, sono soprattutto funzionali. Mercedes EQS 2021 è infatti l’auto di serie più aerodinamica del mondo.

Mercedes EQS 2021 Cx

Parliamo infatti di un Cx, ovvero di un coefficiente di penetrazione aerodinamica, di soli 0,20, un risultato davvero eccellente. Ma a cosa serve un’aerodinamica così importante? Più il Cx è basso, minore è l’attrito che l’aria applica sulla carrozzeria mentre l’auto procede. Questo migliora le prestazioni, diminuisce i consumi e quindi riesce a regalare ancora più autonomia all’auto. Inoltre, più l’automobile è efficiente dal punto di vista aerodinamico e minori sono i fruscii aerodinamici che si sentono in marcia, massimizzando quindi il confort.

Gli interni di Mercedes EQS 2021: tuffatevi nell’Hyperscreen

All’interno di Mercedes EQS 2021, lo sguardo cade inesorabilmente sull’incredibile, enorme Hyperscreen, il nuovo schermo di dimensioni imponenti del sistema MBUX. Questo schermo, optional, misura 141 cm di larghezza, curva insieme alle linee della plancia grazie ad una tecnica di lavorazione che richiede temperature fino a 650 °C ed è incredibilmente potente. Hyperscreen nasconde tre display all’interno di un unico pannello in vetro. Uno da 12,3 pollici che funge da quadro strumenti digitale, uno schermo centrale per l’infotainment da 17,7 pollici OLED e un altro schermo da 12,3 pollici, sempre OLED, dedicato al passegero.

Mercedes EQS interni

Ma l’interno di EQS non è solo Hyperscreen, è anche qualità, opulenza e tanto, tanto spazio. Mercedes EQS ha una plancia molto morbida e ovviamente supertecnologica, con bocchette dell’aria laterali incastonate proprio all’interno dello schermo. L’abitacolo poi offre una scelta di materiali maniacalmente curati, tra legno ecosostenibile, carbonio, metallo e pelli di qualità assoluta, sia davanti che dietro.

Ed è proprio dietro che Mercedes EQS 2021 sfoggia uno spazio ai vertici della categoria, quasi da limousine. I passeggeri posteriori hanno a disposizione decine di centimetri per gambe, spalle e testa, e possono usufruire di due schermi OLED da 11,6 pollici, uno per ogni passeggero, montati dietro ai sedili anteriori e un tablet indipendente. Grazie alla piattaforma dedicata alla trazione elettrica, EQS offre tantissimo spazio non solo ai passeggeri, ma anche per i bagagli. Il bagagliaio è infatti da 610 l, aumentabili abbattendo i sedili fino a 1770 litri.

La tecnologia, di bordo e di sicurezza, è impressionante

Abbiamo solo accennato di tecnologia, perché come potete immaginare Mercedes EQS 2021 è un vero santuario per gli appassionati di tech. Torniamo a parlare dell’Hyperscreen, che è il vero e proprio centro nevralgico di Mercedes EQS 2021. Lo schermo in sè è supportato da un hardware dalla potenza mai vista su un’automobile: una CPU Octa-Core e 32 GB di RAM consentono di garantire fluidità e velocità in ogni situazione al sistema.

Mercedes Hyperscreen notte

Lo schermo poi ha un interfaccia a zero layer. Cosa significa? I layer in gergo tecnico sono le pagine, i menù da aprire per accedere a delle impostazioni. Sulle automobili spesso bisogna smanettare tra menù, sottomenù e simili per riuscire ad attivare ad esempio il riscaldamento dei sedili. Su Mercedes EQS questo non è più richiesto, in quanto bisogna accedere ai sottomenù pochissime volte, e si ha sempre a portata di mano ogni comando.

Non manca poi un Head-Up display che si proietta sul parabrezza in uno spazio equivalente ad uno schermo di 77 pollici, a dir poco enorme. Questo schermo virtuale è in grado di riprodurre la realtà aumentata per la navigazione e per diverse altre tecnologie ancora da scoprire. A livello di confort, poi, non mancano ovviamente sospensioni a controllo elettronico, sedili elettrici massaggianti, riscaldati e raffrescati, ma l’effetto wow è dato dalla presenza delle portiere Confort. Cosa sono? Porte dall’apertura e la chiusura elettrica, automatica quando vi avvicinate all’auto o attivabile dall’internocon un tasto, sia davanti che dietro. Non dovrete neanche più preoccuparvi di chiudere la porta.

Mercedes EQS interni laterale

Il sistema MBUX sfrutta poi la potenza in più per utilizzare dei sistemi di Intelligenza Artificiale per aiutare la guida e l’autonomia. Ad esempio, il sistema di navigazione predilige sempre la tratta più efficiente, e questa non è una novità. C’è però di nuovo che il sistema di navigazione è in grado di dirvi sempre il punto più lontano che potete raggiungere con la carica residua e poi poter tornare indietro senza finire la batteria, considerando anche il traffico in tempo reale. Inoltre può informarvi sui parcheggi liberi in città, può persino pagare le tariffe di parcheggio ed è in grado di calcolare i punti di ricarica più comodi e persino i costi di ricarica precisi.

Optional via OTA, e guida autonoma di livello 3

Non finisce qui però. Mercedes EQS 2021 permette di avere diversi optional per la guida, come le ruote posteriori sterzanti, che possono essere scelti in fase di acquisto o… aggiunti da remoto. Tramite l’app Mercedes Me potrete infatti aggiungere uno o più optional, scegliendo tra la demo per provarlo, una prova di qualche giorno e l’acquisto definitivo. Un sistema innovativo che permette all’auto di essere sempre aggiornata anche dopo l’acquisto.

Mercedes EQS 2021 posteriore interni

A livello di sicurezza, ovviamente Mercedes-Benz EQS è incredibilmente curata. L’automobile tedesca è infatti in grado di offrire una guida autonoma di Livello 3, inseribile con il tocco di un pulsante sul volante. In questo modo, l’auto guida totalmente da sola, senza la richiesta di intervento del conducente, che è quindi libero di distrarsi, magari per guardare un film o una Serie TV sull’Hyperscreen. I sistemi di sicurezza attivi, tra cui Cruise Control Adattivo, centraggio della corsia e così via sono gestiti da diverse CPU sparse per l’auto, che elaborano le informazioni che arrivano da telecamere, radar, LiDAR e sensori di vario genere.

La meccanica di Mercedes EQS 2021: piattaforma tutta nuova, motori fino a 385 kW (e poi fino a 560…)

Arriviamo finalmente a parlare di meccanica. Mercedes EQS è la prima vettura elettrica realizzata da Mercedes-Benz su una piattaforma totalmente nuova, completamente modulabile e dedicata a vetture esclusivamente elettriche. Questa nuova piattaforma è “modificabile” in lunghezza, passo ma anche nella larghezza dell’auto, consentendo quindi di fare da base per tutte le automobili elettriche di alta gamma di Mercedes.

Sopra questa sofisticata base meccanica, Mercedes EQS 2021 offre due motorizzazioni, la 450+ e la 580 4Matic. La prima è dotata di trazione solo posteriore, motore da 333 CV e 568 Nm, capace di un’accelerazione 0-100 km/h in 6,2 secondi. Questa è la versione “d’attacco” di Mercedes EQS, e offre già un ottimo livello di prestazioni. Per avere il top al momento disponibile nella gamma EQS bisogna però puntare alle 580. Questa ha infatti due motori elettrici, uno per asse, trazione integrale e una potenza di 524 CV e 855 Nm di coppia. Potenze da supercar, così come le prestazioni, con uno 0-100 km/h coperto in 4,3 secondi.

Mercedes EQS 2021 580

Se però neanche la 580 vi basta, sappiate che sta per arrivare una versione Performance, che aumenterà la potenza in gioco, e di parecchio. Parliamo infatti di una potenza di 761 CV, dritta in territorio Porsche Taycan, e di un’accelerazione 0-100 ben sotto i 4 secondi.

Su strada, Mercedes EQS 2021 grazie alle batterie piazzate sotto il pianale dovrebbe essere decisamente stabile e veloce, ma non sarà l’auto più agile creata da Mercedes-Benz. Data l’incredibile dotazione tecnologica e di lusso, il peso di Mercedes EQS è da vera Classe S. Parliamo infatti di 2.480 kg, che salgono oltre le 2,5 tonnellate per la EQS 4Matic con due motori.

Batterie, ricarica e autonomia: batterie ad alta densità, 200 kW di ricarica e fino a 770 km di autonomia

Il peso così importante però nasconde dei pregi: una batteria molto capiente e tanta autonomia. Mercedes EQS sfoggia infatti due “tagli” di batterie: 90 kWh per la 450 e ben 108 kWh per la 580 4Matic. Entrambe hanno celle agli ioni di litio ad alta densità, che permettono di stipare batterie più capienti nello stesso spazio rispetto a quelle di vecchia generazione.

Sia EQS 450 che EQS 580 sono ricaricabili a corrente diretta fino a 200 kW, consentendo di ottenere fino a 300 km di autonomia in soli 15 minuti, secondo la Casa. Mercedes poi offre con ogni EQS un anno di ricariche gratuite presso la rete Ionity, e grazie alla rete Mercedes Me Charge di accedere senza affanni o abbonamenti singoli a oltre 200.000 colonnine in tutta Europa.

Mercedes EQS 2021 ricarica

Numeri interessanti, che però diventano ancora più interessanti vedendo l’autonomia. Mercedes EQS 2021 è in grado di percorrere fino a 770 km con una carica sulla versione da 108 kWh, in ciclo misto WLTP. Un risultato davvero eccellente, che la pone nell’Olimpo delle automobili elettriche con la maggiore autonomia in circolazione.

Quando vedremo su strada Mercedes EQS 2021?

Abbiamo quindi conosciuto ogni dettagli di questa incredibile Mercedes EQS 2021, una delle automobili più tecnologiche, avanzate e innovative degli ultimi 20 anni. Un concentrato di tecnologia su ruote, che però si serve del know-how di oltre 120 anni di Mercedes per affinare i dettagli meccanici e tradizionali dell’auto come l’aerodinamica, la creazione di una piattaforma funzionale, e molto altro ancora.

La presentazione globale di EQS non ha rivelato prezzi o date per il rilascio dell’auto. Vista la presentazione a metà aprile, dovremmo poterla conoscere in ogni dettaglio già a fine anno, con le consegne che dovrebbero cominciare a cavallo tra il 2021 e il 2022. Il prezzo? Non ci aspettiamo una Classe S economica, con il listino che dovrebbe partire da 100/120 mila euro, nelle migliore delle ipotesi.

Ma si sa, l’eccellenza si paga. E in Mercedes-Benz la Classe S è l’auto più importante di tutte, quella che DEVE essere perfetta. La nascita di una vera e propria Classe S elettrica segna l’impegno della Casa della Stella nella produzione di auto a zero emissioni. Con EQS, la Casa si impegna anche a diventare carbon-neutral entro il 2030, e rientrare nei limiti della Convenzione di Parigi prima di qualunque altra azienda. EQS sarà quindi un’auto di importanza fondamentale per Mercedes. Mostrerà la via per i prossimi modelli della Casa, ma segnerà anche la nuova era per Mercedes-Benz nella sua ultrasecolare storia.

Non perderti gli altri articoli sul mondo elettrico Mercedes-Benz!

Lo sapevi? Abbiamo aperto il canale ufficiale di techprincess su Telegram con le migliori offerte della giornata. Cosa aspetti? Iscriviti qui

Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button