fbpx
HotRecensioni VideogiochiVideogiochi

Miitopia: il mio regno per una Princess

Il regno di Miitopia è in pericolo…di nuovo, e tocca a noi salvarlo…di nuovo! Direttamente dal 2017, Miitopia è ritornato in una veste tutta nuova pensata e riadattata per dare il meglio su Nintendo Switch. Il gioco di avventura con elementi tipici dei giochi di ruolo e con protagonisti i mitici Mii di Nintendo, ci permette di vivere una personalissima avventura epica con i protagonisti, NPC e Villain che preferiamo. Per questa recensione di Miitopia abbiamo deciso di vestire la Redazione di techprincess.it nei panni dei vari personaggi per una dose extra di follia.

La nostra Recensione di Miitopia

La caratteristica principale di Miitopia è quella di dare ai videogiocatori la possibilità di creare e selezionare un Mii per ogni personaggio principale e non del gioco, dal party giocante, ai personaggi secondari e persino al Villain. Noi ci siamo sbizzarriti e abbiamo creato la nostra personale avventura in Miitopia.

La storia ha inizio a Verdalboria, un pacifico villaggio nel regno di Miitopia in cui il nostro avventuriero chiamato Lektor, protagonista del gioco (e del nostro sito), è arrivato per caso. La placida vita del Villaggio è presto interrotta dall’arrivo del Duca del male conosciuto sotto lo pseudonimo di E.E. Intento a portare il caos nel regno, E.E ha rubato i volti di alcuni abitanti del villaggio e li ha attaccati ai corpi di mostri e creature ostili sparse per la mappa.

Sarà il compito del nostro avventuriero e dei suoi alleati trovare le facce dei Mii, riportarle ai loro legittimi corpi e far tornare la pace nel regno.

La Redazione su Miitopia

Per onorare la capacità di personalizzazione offerta di Miitopia, per realizzare questa Recensione abbiamo portato la redazione nel gioco come personaggi principali del villaggio di Verdalboria. A darci il benvenuto nel villaggio troviamo infatti Matt, guida gioconda che ci illustrerà le meraviglie del luogo. Dietro di lui c’è Fjonarina, un’allegra SIGNORA che gestisce il mercato del villaggio. Enriketto è il bimbo del quartiere, sempre in cerca di avventure e propenso a mettersi nei guai, per fortuna la responsabile Erikeska, avrà sempre un occhio di riguardo per lui. Gli innamorati del luogo sono Giulya e Danielaro, due simpatici piccioncini fin troppo smielati e in costante ricerca l’uno dell’altra. Ad ammorbidire, per così dire, i toni ci pensa Maxim, un uomo sarcastico con sempre la cosa giusta da dire. A guida di tutti loro c’è ovviamente il Sindaco di Verdalboria Sandriflux che ci aiuterà nei nostri rapporti con il Re.

Nella prima fase del gioco avremo modo di salvare il Villaggio dalle mille e più minacce per fare l’incontro con il terribile E.E. ma anche con la misteriosa Eremita Errante che aiuta tutti: Tek Prinx. Andando avanti con il gioco e sbloccando nuove aree, entreranno in campo nuovi personaggi, membri del party e animali a cui possiamo dare il volto e il nome che più ci piace per un’avventura personalissima e ricca del sense of Humor che solo i Mii sanno avere

Miitopia (Nintendo Switch)
  • Parti per una spassosa e spensierata avventura con i tuoi Mii preferiti in Miitopia per Nintendo Switch!
  • Questa versione per Nintendo Switch include anche nuove funzioni, come la possibilità di truccare i Mii o adoperare...

GDR e leggerezza

Da un punto di vista di Gameplay, Miitopia si presenta come un simpatico videogioco di avventura con tematiche dei giochi di ruolo. Il nostro party, che verrà rimpolpato nel corso della storia, potrà infatti scegliere una particolare classe tra Guerriero, Mago, Sacerdote, Ladro, Cantante, Cuoco. Ad ogni classe corrispondono determinate abilità che verranno sbloccate guadagnando esperienza e aumentando di livello, nonché armi e armature uniche. Tutto ciò sarà necessario per sconfiggere le minacciose creature che indossano le facce (e i nasi) dei Mii del Regno.

I combattimenti si svolgono in maniera autonoma. Al di là del personaggio principale, gli altri membri del party agiranno secondo la propria AI in base agli oggetti equipaggiati, alle abilità apprese e ai rapporti creati tra i vari personaggi. Noi avremo modo di agire solo in determinate occasione per donare ai Mii punti salute, punti magia o per farli ritornare in vita. Questa meccanica si adatta anche alle fasi di esplorazione anch’esse automatiche. La nostra capacità di scelta sarà limitata a percorsi da prendere, bivi da selezionare e azioni random.

L’area di Gioco è infatti una mappa ben definita in cui potremo selezionare quale aree esplorare come pedine su un tavolo da gioco. Una volta scelto il punto i Mii si muoveranno in autonomia in una breve sequenza ricca dei commenti che solo i Mii sanno fare. Durante la sequenza si alternano combattimenti, tesori trovati, eventi casuali e altri commentini dei Mii. Alla fine di ogni percorso il nostro party troverà ad attenderlo un’accogliente Locanda.

Un Party in una locanda, cosa volere di più?

Arrivati alla locanda iniziano nuove meccaniche di gioco. Qui infatti avremo modo di far riposare i nostri Mii per curarli, migliorare le loro relazioni, farli mangiare, acquistare nuovo equipaggiamento e partecipare a dei mini-giochi per ottenere dei premi.

  • Donare le monete permette ai Mii di comprare nuove armi o armature per diventare più forti e resistenti. Loro acquisito durante i combattimenti o trovato nei forzieri può infatti essere donato ai Mii che preferiamo che andranno a comparare in autonomia l’oggetto desiderato
  • Dar da mangiare ai Mii potenzia le loro caratteristiche come Punti salute, Punti Magia, Attacco, Difesa, Velocità e altri. Ogni Mii ha dei gusti personali, un cibo preferito e altri…meno favoriti che daranno loro meno vantaggi. Lo stomaco dei Mii è però limitato quindi non sarà possibile ingozzarli all’infinito
  • Nella locanda avremo anche modo di migliorare i rapporti tra i vari Mii facendoli dormire assieme oppure utilizzando dei biglietti incontro per fargli prendere un caffè insieme, andare al cinema o in biblioteca. Gli appuntamenti hanno lo scopo di aumentare il livello di simpatia tra un Mii e l’altro. Maggiore e il livello di simpatia, più abilità e buff positivi otterranno i due Mii durante le battaglie. Ma attenzione! Come possono esserci simpatie, possono nascere anche divergenze all’interno del gruppo che vi intralceranno nella lotta. Nulla che una buona battuta di pesca non possa risolvere
  • La Sala Giochi della locanda invece permette di fare dei mini giochi come il classico Sasso, Carta, Forbice o un “Gira la Ruota” in stile Mii per ottenere premi e monete di gioco

Nel corso dell’avventura arriveranno nuovi membri del party e persino un cavallo da accudire e coccolare. Perché attaccare da solo quando puoi farlo in groppa ad un cavallo scalpitante?

La fluidità della Nintendo Switch

Dal lato tecnico Miitopia rispecchia esattamente quello che ci si aspetta da un porting di Nintendo. Ogni elemento si adatta perfettamente alla Switch con animazioni perfette, nessun tipo di bug e una fluidità unica. Il gioco è indubbiamente semplice da questo punto di vista, mantenendo lo stile grafico e il design tipico dei giochi con protagonisti i Mii ma questo non riduce la qualità con cui è stato realizzato il gioco.

Dello stesso inconfondibile stile abbiamo la colonna sonora, vibrante e ricca di musiche che mettono il buonumore, così come anche l’inconfondibile vocina dei Mii e i baloon delle frasi e delle battutine che solo loro sanno fare.

La recensione di Miitopia in pillole

Salvare in questa recensione il regno di Miitopia nei panni della Redazione è stato più che divertente. Andando avanti con la storia e con l’arrivo dei personaggi abbiamo fatto entrare gente di altri sfere lavorative, familiari e oltre a dimostrazione della grande possibilità di personalizzazione dell’avventura.

Lo stile di Miitopia rispetta esattamente quello che ci si aspetta da un videogioco di questo tipo: leggerezza, simpatia e un coloratissimo mondo da scoprire vi aspettano.

PRO

  • Inconfondibile stile dei Mii
  • Meccaniche GDR semplici e piacevoli
  • Potete dare la faccia che volete a chiunque!

CONTRO

  • Grado di sfida basso
  • Alla lunga rischia di annoiare

Daniele Cicarelli

Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button