fbpx
NewsTech

N26 presenta l’indagine Global Digital Banking Index 2021

Lo studio fotografa lo stato e le potenzialità delle banche digitali

N26 ha lanciato il Global Digital Banking Index 2021. Si tratta di un sondaggio condotto tramite intervista a campione ad oltre 47 mila consumatori di servizi bancari in 28 mercati internazionali, tra cui molti Paesi europei, Italia compresa, la Cina e l’Arabia Saudita. Lo studio punta ad individuare i fattori chiave e le barriere all’ingresso che caratterizzano il settore del digital banking. Secondo i dati emersi dal Global Digital Banking Index 2021, esiste un grande mercato ancora inesplorato per il settore che potrebbe arrivare a 1,4 miliardi di clienti.

N26 presenta i risultati del Global Digital Banking Index 2021

Secondo i dati dell’indagine, considerando i 28 Paesi coinvolti nella ricerca, quasi 1 consumatore su 4 (il 23%, ovvero circa 450 milioni di clienti) detiene già un conto bancario esclusivamente digitale. Circa il 46% della popolazione bancabile totale, secondo una stima, sarebbe motivata ad aprire un conto esclusivamente digitale. Gli elementi chiave del digital banking sono buon rapporto qualità-prezzo, semplicità d’uso e una comunicazione chiara ed esaustiva.

Da notare che il numero di clienti con conto esclusivamente digitale è in netta crescita. Tra il 2018 ed il 2020, in Italia, si è registrato un miglioramento del +28%. A livello demografico, su scala internazionale, il conto digitale attira più gli uomini che rappresentano il 59% del totale. In Italia, invece, le donne rappresentano il 45% dei clienti di banche digitali. Per scoprire tutti i dati emersi dall’indagine è possibile consultare il sito ufficiale di N26.

Il commento di N26

Andrea Isola, General Manager di N26 Italy & Southeast Europe, commenta: “È chiaro che costruire e guadagnare fiducia rappresenta un fattore chiave per il futuro del nostro settore, soprattutto perché non abbiamo secoli di esperienza come le banche tradizionali. Tuttavia, la pandemia ha dimostrato che dobbiamo essere concentrati sul futuro, non sul passato. Ecco perché N26 sta lavorando alla costruzione del banking per il 21° secolo e continua a guadagnare la fiducia di milioni di clienti in tutto il mondo”

   

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button