fbpx
Attualità

aulab: i giovani cercano concretezza e opportunità di lavoro

aulab, attraverso il suo corso Hackademy, che in soli 3 mesi consente di acquisire le competenze necessarie per avviare una nuova carriera come sviluppatore web, permette a chiunque di qualificarsi, o ri-qualificarsi, professionalmente e intraprendere un nuovo percorso lavorativo a prescindere dal background di provenienza, senza bisogno di titoli di studio pregressi.

Sono aumentati i NEET italiani, ovvero i giovani e le giovani tra i 15 e i 29 anni che non studiano, non lavorano, e non sono impegnati in percorsi di formazione: tra il 2019 e il 2020, secondo Eurostat, sono infatti passati dal 22,2% al 23,3%.

L’Italia si colloca tra i peggiori in Europa, dove la media dei NEET si attesta al 13,7%, nonostante un calo nel 2015. Save the Children addirittura pronostica 34.000 studenti “dispersi” in più il prossimo settembre, che potrebbero unirsi alle fila dei NEET.

Inoltre, secondo AlmaLaurea, sul 71% di studenti che post-diploma ha scelto di continuare gli studi, il 6,6% ha abbandonato l’università fin dal primo anno mentre l’8,7% ha cambiato ateneo o corso di laurea. Solo il 69,2% tra i laureati di primo livello e al 68,1% tra i laureati di secondo livello del 2019 si dichiara, a un anno dalla conclusione del percorso accademico, assunto e/o attivo a livello professionale.

Secondo i dati di aulabla percentuale di studenti del corso Hackademy appartenenti alla categoria dei NEET sfiora il 60%. Si tratta soprattutto di giovani tra i 24 e i 30 anni (40,7%), seguiti da 30-36enni (28,3%) e neodiplomati tra i 18 e 24 anni (18%), mentre il restante 17% è over 36. Nel 72% dei casi hanno una licenza superiore, ma spicca anche un 14% con master universitario. In ogni caso, non è previsto che abbiano competenze pregresse in ambito informatico.

“I giovani cercano percorsi formativi in cui si offra una metodologia agile e specializzante e in cui ci siano saldi legami con le richieste del mercato”, spiega Giancarlo Valente, CTO di aulab. “Proprio per questo, alla conclusione del corso ci impegniamo a mettere a disposizione degli studenti i nostri career advisor per affiancarli nella creazione di un profilo LinkedIn efficace e nella preparazione ai colloqui di lavoro. Non solo: abbiamo sviluppato una piattaforma di recruiting interna che permette anche la ricerca diretta del nuovo posto di lavoro, grazie agli stretti rapporti che abbiamo costruito nel tempo con oltre 100 aziende attive nel settore IT”.

A parlare sono i numeri: il tasso di collocamento degli studenti del corso hackademy è del 95%, di cui il 73% entro 60 giorni dalla conclusione del corso.

Le testimonianze dirette raccolte da aulab

aulab ha dunque raccolto le testimonianze di alcuni studenti che hanno scelto di affidarsi ad un corso professionalizzante per costruire attivamente la propria carriera nel settore dello sviluppo web, come nel caso di Domenico, Giorgia e Luana.

Dopo i tre mesi di corso in aulab, Domenico ha avuto la possibilità di scegliere tra tre diverse offerte di lavoro quella che riteneva più congeniale alla sua situazione e alle sue aspirazioni. Luana, vincitrice di una borsa di studio promossa da SheTech, organizzazione di networking e facilitazione per lavoratrici del settore tech, ha potuto specializzarsi sullo sviluppo web per poi trovare subito lavoro per la posizione per la quale si era formata. Giorgia, appena uscita dalle superiori, ha deciso di iscriversi al corso Hackademy, trovando lavoro immediatamente dopo averlo completato.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button