fbpx
NewsTech

Netflix, addio alla condivisione della password tra utenti

Questo test è progettato per garantire che le persone che utilizzano un account Netflix siano autorizzate a farlo

Negli ultimi anni Netflix è diventato il media più popolare per l’intrattenimento televisivo e rimane uno dei giganti dello streaming con i suoi 200 milioni di abbonati in tutto il mondo. Tra gli elementi che ne compongono la fruizione c’è la possibilità di condividere account e password tra diversi utenti. Questa opportunità fornita da Netflix è diventata oggi quasi una tradizione consolidata; la possibilità di condividere account tra più persone, almeno nello stesso nucleo familiare, è una realtà che è sempre stata accettata dal colosso dello streaming. In questi giorni, Netflix ha iniziato a testare un sistema che impedisce la condivisione delle password. Una nuova funzionalità, individuata per la prima volta da GammaWire, che assicura che non vengano fatti accessi da persone non autorizzate.

Ufficialmente il test riduce significativamente il numero di persone con cui è possibile condividere la password e prevede che se Netflix rileva un accesso insolito, la piattaforma chieda una verifica con un codice che viene inviato all’indirizzo email o al numero di telefono dell’abbonato. Infatti, alcuni abbonati avrebbero ricevuto un messaggio che chiedeva loro di confermare di essere autorizzati all’uso del profilo. Per il momento si tratta ancora di un test che non è specifico per nessun paese o per un periodo di tempo specifico, quindi non c’è alcuna garanzia che le restrizioni si applicheranno su base globale.

Netflix, addio alla condivisione della password tra utenti

Netflix

“Se non vivi con il proprietario di questo account, hai bisogno del tuo account per continuare a guardare”, afferma il messaggio. Finora, agli spettatori è stata data la possibilità di ritardare la verifica e continuare a guardare Netflix. “Questo test è progettato per garantire che le persone che utilizzano un account Netflix siano autorizzate a farlo”, ha dichiarato un portavoce di Netflix. È evidente che questo test di verifica dell’account segna un cambiamento per Netflix e per la sua strategia di mercato; sino ad ora i termini di servizio hanno stabilito che «il servizio Netflix e qualsiasi contenuto visualizzato attraverso il servizio sono destinati esclusivamente per un uso personale e non commerciale e non possono essere condivisi con persone al di fuori del tuo nucleo domestico».

Reed Hastings, CEO di Netflix, ha affermato nel 2016 che la condivisione dell’account sarebbe stata troppo difficile da sorvegliare e non rappresentava comunque una grande minaccia. Inoltre, il CEO di Netflix, sempre cinque anni fa, ha dichiarato che “la condivisione delle password è qualcosa con cui tocca imparare a convivere. La maggior parte delle condivisioni sono legittime, come quando si condivide con il coniuge, con i propri figli”. Il servizio di streaming più diffuso al mondo, che a gennaio ha riferito di aver raggiunto i 203 milioni di abbonati globali, testa costantemente nuove funzionalità in diversi mercati senza alcuna garanzia che verranno implementate in modo più ampio.

Questo test è progettato per garantire che le persone che utilizzano un account Netflix siano autorizzate a farlo

Nonostante il numero cospicuo di abbonati, la società sta cercando nuovi modi per frenare la condivisione delle password sia per motivi di lavoro che di sicurezza. La concorrenza con diverse altre piattaforme, come Disney +, Amazon Prime Video, Apple TV, rende sempre più difficile attirare nuovi clienti, quindi ogni utente è sempre più prezioso. Per questo Netflix sta cercando di capire se introdurre ufficialmente questo blocco, provando a limitare la condivisione delle password nel prossimo futuro, con l’intenzione di fare incetta di più abbonati paganti.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button