fbpx
LifestyleNews

L’album cult “Nevermind” dei Nirvana compie 30 anni

L'album che diede voce al disagio di una generazione uscì nel 1991

Il 24 settembre 1991 usciva Nevermind, il secondo album dei Nirvana, il primo per una major e anche il primo con Dave Grohl alla batteria. Forse l’album più importante degli anni Novanta. Un’intera generazione di ragazzi, li avrebbe scoperti qualche mese dopo, grazie al video di Smells Like Teen Spirit in heavy rotation su MTV. Era un video davanti che attirava l’attenzione. Nella palestra di una scuola, ripresa con dei toni caldi e soffusi, un gruppo di ragazzi e alcune cheerleader assistevano a un concerto. Davanti a loro Kurt Kobain che cantava a squarciagola. Tutti gli adolescenti sognavano di essere in quel video, di vivere quel momento. Così partì una rivoluzione della musica rock, che dopo 30 anni anche si fa sentire.

Nevermind dei Nirvana: l’album della rivoluzione

La forza di Nevermind dei Nirvana sta nella capacità di raccontare il disagio di una generazione. L’album racconta il male di vivere di un ragazzo come Kurt Cobain, come tanti altri. Il senso di inadeguatezza, di mancanza di significato. Tutti i giovani del tempo sentivano nelle parole dei Nirvana la voce dei propri sentimenti e delle crisi interiori. L’irriverente copertina, i suoni grunge, i testi pieni di rabbia, Nevermind è stato che ha segnato un cambiamento a livello musicale ma anche culturale.

nirvana nevermind

I suoni di Nevermind

“Il suono della chitarra di Kurt Cobain in Nevermind dei Nirvana stabilisce il tono di tutta la musica rock degli anni novanta” aveva scritto Guitar Rock. In realtà questo disco ha influenzato tutta la musica rock dal quel giorno in poi, ben oltre gli anni Novanta. La musica dei Nirvana era un mix di accattivanti melodie pop e rabbiosi assalti sonori. L’idea di Kurt Cobain era di creare un suono che combinasse i Black Sabbath più estremi ai Beatles e ai Led Zeppelin, ma in una versione punk rock. Cobain aveva descritto la sua musica al giornalista Michael Azerrad. come una sorta di quiete che preparava la tempesta, calma con scatti rabbiosi.

Nevermind
  • Smells Like Teen Spirit
  • In Bloom
  • Come As You Are

Nevermind compie 30 oggi, viene da chiedersi come sarebbero i Nirvana se Kurt Cobain fosse ancora con noi. Possiamo solo celebrare il disco che cambiò il rock e ridefinì le regole della musica commerciale.

Martina Ferri

Laureata in filosofia, gattara, vegetariana e vesto sempre di nero. Ora che vi ho elencato i motivi per cui potrei sembrare noiosa, posso dirvi che amo la musica, i libri, la fotografia, la pizza, accamparmi in tenda vicino al main stage di qualche festival! Che dite, ho recuperato?

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button