fbpx
MotoriNews

Nissan Qashqai: con la nuova generazione parte una e-voluzione

Il crossover punta su tecnologia e elettrificazione

La prima generazione del Nissan Qashqai è stata lanciata nel 2007. Il modello ha contribuito in misura determinate a dare vita al segmento dei crossover, influenzando in modo significativo l’intero mercato automobilistico internazionale e, soprattutto, quello italiano. La terza generazione del Nissan Qashqai è ora pronta a dare il via ad una “e-voluzione”

Nissan Qashqai: tanta tecnologia per il nuovo crossover

La nuova generazione del Nissan Qashqai ha obiettivi ambiziosi. Il crossover, sviluppato nel centro Nissan Design Europe, sfrutta la nuova piattaforma CMF-C, al debutto in Europa, e propone un’abitabilità interna maggiore nonostante le dimensioni compatte. Il crossover punta sulle nuove tecnologie, con il sistema di infotainment Nissan Connect con display da 9 pollici e il quadro strumenti Full TFT multifunzione da 12.3 pollici.

Da notare anche il nuovo Head Up Display (HUD) da 10,8 pollici, il più ampio della categoria. Per la prima volta, il Nissan Qashqai introduce la ricarica wireless a 15 W. Da segnalare anche il nuovo sistema ProPILOT con Navi-link capace di adattare la velocità del veicolo in base alle circostanze esterne.

Una rivoluzione elettrica

L’elettrificazione è una parte centrale della “e-voluzione” del Nissan Qashqai. Il nuovo crossover può contare sul benzina 1.3 DiG-T con tecnologia mild hybrid e sull’innovativo ed esclusivo sistema e-POWER, al debutto in Europa. Il mild hybrid è disponibile in due varianti (140 e 158 CV). La tecnologia e-POWER è un’esclusiva Nissan nata per il mercato nipponico dove ha registrato un grande successo.

Questa soluzione è costituita da un motore elettrico che muove le ruote della vettura ed uno termico che gestisce un generatore di corrente. La vettura, inoltre, sarà dotata dell’e-Pedal, la tecnologia utilizzata anche dalle elettriche Leaf e Ariya, che consente di accelerare e frenare con un solo pedale.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button