fbpx
AutoMotoriNews

Nissan Z, rivelata la nuova versione della sportiva giapponese: 405 CV, cambio manuale e… niente Europa

Nissan Z, debutta la sportiva giapponese: 405 CV ma per lei niente Europa

Togliamoci subito la notizia scomoda di torno: l’auto di cui parliamo oggi, Nissan Z, non arriverà ufficialmente in Europa. E allora perchè ve la raccontiamo? Nonostante questa notizia, la coupé giapponese è davvero interessante e attesa da tutti gli appassionati di auto sportive. Motore V6 biturbo da 405CV, trazione posteriore, cambio manuale ed una linea pulita e retrò che rimanda alla mitica 240Z. Il prezzo? In America dovrebbe aggirarsi intorno ai 40 mila dollari: ma scopriamo tutto con calma. Pronti? Voliamo a Tokyo!

Nissan Z, l’ultima discendente delle “Fairlady”.

Per chi non fosse avvezzo alle sportive giapponesi e non sapesse che cosa sia la “serie Z” di Nissan, è doveroso fare un brevissimo passo indietro. Nonostante infatti la Casa giapponese sia famosa in Europa per le sue auto pragmatiche e tranquille, come ad esempio Micra e Qashqai, nel corso degli anni Nissan ha portato avanti ben tre serie distinte di automobili sportive. Al top c’è la serie GT-R, nata come Skyline GT-R e arrivata fino ai giorni nostri: sportività e potenza senza compromessi, per prestazioni che fanno paura alle supercar europee. Alla base invece c’è stata la Serie S, arrivata in Europa ufficialmente solo negli anni ’90 con la 200SX, e nota in tutto il mondo come la famiglia Silvia.

In mezzo, poi, ci sono le “Z-Cars”, le auto Z. Le “Z” sono automobili sportive che uniscono usabilità e piacere di guida senza compromessi, con motori rigorosamente a sei cilindri, dinamica di guida al vertice e un prezzo relativamente abbordabile. Nel mondo sono note anche come “Fairlady“, dal nome che questi modelli hanno sempre avuto sul mercato giapponese, Fairlady Z. La capostipite di questa serie è stata la leggendaria Nissan 240Z, nota anche con il brand “d’accesso” di Nissan, Datsun.

Sportiva senza fronzoli, con la sua linea aggraziata ed elegante e il suo 2.4 sei cilindri in linea sotto il cofano ha fatto nascere nel 1969 il mito delle auto Z. Dopo la 280ZS, la 300ZX e le recenti 350Z e 370Z, con quest’ultima presente sul mercato per oltre 13 anni, le Z-Cars sembravano ormai arrivate al capolinea. L’anno scorso, però, la svolta: nel 2022 arriva la nuova Z, e finalmente l’abbiamo potuta vedere nella sua forma finale. Il suo nome è inequivocabile: Nissan Z, l’ultima nata delle Z-Cars.

Elegante e retrò, da fuori Nissan Z rimanda alla mitica 240Z e sfida la “barocca” Supra

Dopo la ricercata e originale 370Z, molti si aspettavano dalla nuova Nissan Z uno stile molto aggressivo e tormentato, come ormai è da tradizione per le sportive giapponesi. Invece, la nuova Nissan Z sorprende anche sotto questo aspetto, ricalcando quasi perfettamente le linee viste sulla Nissan Z Proto dell’anno scorso. Da fuori, quindi, Nissan Z è forse una delle sportive giapponesi più belle ed eleganti degli ultimi anni, ispiratasi alla splendida 240Z del 1969.

Partendo dal frontale, infatti, i rimandi alla 240Z sono inequivocabili. I fari, circolari e realizzati ovviamente a LED, riprendono quasi alla perfezione il gruppo ottico della Z originale. Anche la mascherina, squadrata e in posizione rialzata rispetto alla parte bassa del paraurti anteriore, è una chiara citazione a quella di 240Z. Il cofano lungo e molto basso e l’abitacolo compatto ed arretrato completano un look frontale e laterale davvero riuscito.

Il posteriore invece rimanda sia a 240Z ma anche ad altre Nissan Z del passato. Il montante C è molto simile a quello di 280ZX, mentre l’andamento orizzontale delle luci, la verticalità della coda e i fari a LED incastonati in un pannello nero rimandano chiaramente alla Nissan 300ZX degli anni ’90, una delle Z-Cars più amate. Nel complesso, la nuova Nissan Z è molto più europea e lineare di molte sue progenitrici. Sono poi molto marcate le differenze con la sua rivale principale, la nuova Toyota Supra, che ha invece scelto uno stile decisamente più giapponese, più barocco e tormentato ma ugualmente d’impatto. E voi cosa ne pensate? Qual è la vostra preferita? Fatecelo sapere nei commenti!

La meccanica di Nissan Z: telaio migliorato rispetto a 370Z e motore 3.0 V6 biturbo da 405 CV

A livello meccanico, invece, Nissan Z va a segnare un altro punto nella sfida contro Supra. Al contrario della Toyota infatti, che è stata realizzata in collaborazione con BMW, la nuova Z è una Nissan in tutto e per tutto, a cominciare dal pianale. La base meccanica è infatti un’evoluzione di quella dell’uscente 370Z, che dal punto di vista del telaio è sempre stata molto apprezzata.

Il passo è infatti invariato a 2,55 m, mentre la lunghezza cresce da 4,25 a 4,35 metri. Il layout meccanico ovviamente è rimasto lo stesso, con motore anteriore molto arretrato, in posizione quasi centrale, e trazione esclusivamente posteriore. Le sospensioni sono a doppio quadrilatero all’anteriore e multilink a 5 leve al posteriore, come su 370Z, ma ci sono stati diversi miglioramenti. Le sospensioni sono state riviste nella geometria, on quelle anteriori che ora hanno un maggiore angolo di caster, per migliorare la stabilità sul dritto.

Il telaio stesso è poi ora più rigido, e l’accelerazione laterale ora è migliorata del 13% anche grazie a gomme più larghe e più performanti. Lo sterzo è ora dotato di servoassistenza elettrica, che in Nissan assicurano avere “un bel feeling meccanico”, mentre i freni sono più grandi della 370Z e ventilati su tutti e quattro gli angoli. Ma so che tutti state aspettando di conoscere meglio il motore di Nissan Z, che rappresenta un ritorno al passato. Dopo le aspirate 350Z e 370Z, la nuova Nissan Z riprende la tradizione interrotta con la 300ZX e sfoggia un potente V6 biturbo.

Questo 3.0 litri (nome in codice VR30DDTT) è derivato dalla Infiniti Q60 Coupé, e accoglie due turbo di piccole dimensioni per massimizzare la risposta agli input dell’acceleratore e ridurre il turbo lag. La potenza cresce dai 326 della 370Z “normale” fino a ben 405 CV a 6.400 giri, mentre la coppia arriva a 475 Nm ed è presente in maniera costante da soli 1.600 giri fino a 5.600. Queste caratteristiche unite alla linea rossa posta a 6.800 giri fanno pensare ad un V6 che ha tantissima coppia in basso, ma che apprezza anche salire di giri, e capace di ottime prestazioni. Non abbiamo dei dati ufficiali, ma Nissan ha dichiarato che lo 0-100 km/h è stato ridotto del 15%. Dai 5 secondi della 370Z, quindi, si dovrebbe scendere a soli 4,5 secondi con cambio manuale.

Si, avete sentito bene: cambio manuale. La nuova Nissan Z infatti non rinuncia ad un bel cambio manuale vecchia scuola, a 6 marce con innesti corti e una frizione ad alte prestazioni della Exedy. A richiesta e sull’allestimento Performance sarà disponibile anche il sistema di doppietta automatica, portato al debutto proprio da 370Z nel 2008 e che ritorna anche sulla nuova Z. Per chi non desiderasse far lavorare troppo il piede sinistro, comunque, sarà disponibile anche un cambio automatico classico con 9 rapporti. Questo automatico sarà dotato di serie di Launch Control, e le sue palette al volante saranno le stesse della supercar GT-R. Tutte le versioni di Nissan Z, infine, saranno dotate di un albero di trasmissione in fibra di carbonio.

E dentro? Due posti ma tanto spazio, e una bella dose di tecnologia

Prima di parlare dei due allestimenti disponibili, che porteranno a grandi differenze sul profilo dinamico, dedichiamo un paio di parole sugli interni della nuova Nissan Z. La critica mossa maggiormente alla vecchia 370Z era proprio l’interno rimasto “fermo” al 2009, che attirava ormai ben pochi clienti. Nissan sapeva bene di dover rivoluzionare gli interni, e il risultato sembra ottimo, da quello che possiamo vedere in foto.

Dalle precedenti Z eredita però l’impostazione generale, con il voluminoso tunnel centrale che ospita la corta leva del cambio e il freno a mano meccanico. In più, rimangono anche i tre strumenti supplementari sulla sommità della plancia, presenti sulle Z fin dalla 240Z del 1969. Cosa indicano questi tre strumenti? Il boost dei due turbo, la velocità della turbina e il voltmetro. Il resto però è stato pesantemente modificato, a partire dal sistema di infotainment. Domina infatti gli interni il nuovo sistema di infotelematica con schermo da 8 o 9 pollici a seconda dell’allestimento scelto, lo stesso visto (e apprezzato) su Qashqai. Se volete sapere come va e conoscere meglio il SUV giapponese, in fondo alla pagina troverete la nostra prova su strada della nuova Qashqai.

Nissan-Z-quadro-strumenti

Il volante è stato anch’esso rivoluzionato, con un nuovo disegno, nuovi comandi e l’immancabile Z al centro. E dietro di lui ora c’è uno schermo da 12,3 pollici per il quadro strumenti digitale. Questo è configurabile in tre posizioni, con la Normale e la Sport che mettono in primo piano il contagiri, realizzato a mo’ di strumento analogico. In Nissan inoltre hanno deciso di piazzare la linea rossa alle ore 12, per rendere la leggibilità durante la guida concitata ancora più semplice.

I sedili poi sono derivati da quelli di GT-R, e nonostante la configurazione a 2 posti secchi la disponibilità di spazio sulla carta è generosa anche per i più alti. Lo spazio nel bagagliaio poi dovrebbe essere aumentato rispetto ai già rispettabili 235 litri della precedente 370Z. Infine, di serie Nissan Z offre tantissime dotazioni tecnologiche e di sicurezza. A livello di tecnologia di bordo, Nissan Z offre fin dall’allestimento Sport il clima automatico, la telecamera di retromarcia, due prese 12 V e due prese USB (una di Tipo A e una di Tipo C) e lo schermo da 8 pollici con Android Auto e Apple CarPlay. Sul versante sicurezza, tutte le Z saranno dotate di Cruise Control Adattivo, frenata automatica di emergenza, sensori per l’angolo cieco e per l’invasione involontaria di corsia e tutti i più diffusi sistemi ADAS, che le garantiscono una guida autonoma di Livello 2.

Nissan Z avrà due versioni: la “base” Sport e la Performance, con doppietta automatica e LSD

Chiudiamo allora con le versioni che saranno disponibili al pubblico. Nissan Z sarà infatti proposta con due allestimenti, Sport e Performance. Il “base” Sport ha già tutto quello che può servire nella vita di tutti i giorni, come abbiamo appena visto. Questo allestimento è dotato di cerchi da 18 pollici, sedili manuali in tessuto, tutti i sistemi tecnologici e di sicurezza citati poco fa e lo schermo da 8 pollici dell’infotainment. In più, dal punto di vista meccanico la Sport è equipaggiata con gomme Yokohama Advan Sport, ma è priva sia della funzione di Rev-Matching che del Launch Control se equipaggiata col cambio manuale, e al posteriore troviamo un differenziale aperto.

Se la Sport è quindi la Nissan Z perfetta da guidare tutti i giorni, se cercate emozioni ed equipaggiamenti da sportiva dovrete puntare sulla versione Performance. Questa aggiunge alla già ben accessoriata Sport i sedili in pelle parzialmente elettrici, lo schermo da 9 pollici e cerchi in lega Rays forgiati da 19 pollici. Come fa intendere però il nome Performance, le migliorie sono concentrate sulla meccanica. Per iniziare, le Performance sono dotate di freni più performanti con pinze rosse e pneumatici Bridgestone Potenza S007, decisamente più sportivi. In più, è di serie il Launch Control anche sulla versione con cambio manuale, che riceve il Rev-Matching di serie. Ancora, al posteriore trova posto un differenziale autobloccante meccanico a frizioni. Infine, per gli audiofili il sistema di hi-fi è curato da Bose, dotato di 9 altoparlanti e un sistema di cancellazione attiva del rumore.

Ma non saranno queste le uniche Nissan Z presenti al lancio. Per il mercato americano sarà infatti lanciata una serie speciale denominata Proto, che riprende l’esclusiva colorazione gialla del prototipo presentato qualche mese fa. Basata sulla versione Performance, la Proto è solo manuale e sfoggia una leva del cambio inedita, accenti gialli per tutto l’abitacolo e i sedili, e badge specifici sparsi per tutta l’auto. La produzione? Solo 240 esemplari, in onore della 240Z.

Quanto costerà Nissan Z? Si partirà da 40 mila dollari. E per l’Europa potrebbe esserci una sorpresa…

Chiudiamo quindi con i prezzi, che si preannunciano davvero interessanti. Il lancio sul mercato nordamericano della Nissan Z è previsto per l’anno prossimo, con un prezzo che dovrebbe aggirarsi intorno ai 40 mila dollari, ovvero 34 mila euro. Un prezzo che, sulla carta, è davvero interessante: la diretta rivale, Toyota Supra, parte infatti da 54 mila dollari, ben 14 mila in più.

Sfortunatamente nei piani di Nissan non c’è l’arrivo della nuova Z in Europa. I vertici della Casa giapponese infatti ritengono il mercato poco proficuo, con regole sulle emissioni troppo stringenti e i desideri dei clienti ormai concentrati solo su SUV e Crossover. Negli ultimi mesi, però, si è fatta largo una voce che potrebbe darci un po’ di speranza. Con l’arrivo di Luca de Meo come CEO del Gruppo Renault, di cui Nissan fa parte dal 1999, potrebbe riaccendersi la fiamma di una Nissan sportiva. Oppure, come si vocifera, “declinare” la Z come… una Alpine, magari con un motore 4 cilindri turbo più europeo. Ora: si tratta di speculazioni che non hanno ancora trovato riscontro. Quando però si parla di auto che fanno scaldare così il cuore, anche la più misera speranza va seguita, giusto?

Per ora, però, tutto tace. Speriamo davvero di poterla provare per voi, o quantomeno di poterla vedere e toccare per saggiare le capacità di un brand come Nissan che si riaggrappa all’emozionalità per avvicinare tutti gli appassionati di auto sportive, amanti delle Z-Cars e delle sportive giapponesi. E sulla carta, questa Nissan Z sembra una sportiva davvero gustosa. E voi? Cosa ne pensate? Vi piace questa Nissan Z? Arrivasse in Europa, la considerereste? Fatecelo sapere nei commenti: è il vostro momento.

Offerta
LEGO Speed Champions Nissan GT-R NISMO, Giocattolo...
  • Un'occasione per possedere una replica LEGO dettagliata della leggendaria Nissan GT-R NISMO
  • Include una Nissan GT-R NISMO costruibile e 1 minifigure collezionabile in tuta da corsa Nissan
  • La mini-versione della Nissan GT-R NISMO può essere costruita ed esposta o utilizzata per partecipare ad avvincenti...
GOZAR edc Gadget Lettera Z Car Chiave Portachiavi Anello...
  • Colore: cromo
  • Dimensioni: Z 1,51 "x 0,64"
  • Materiale: metallo

Non perderti le nostre ultime notizie sul mondo Nissan!

Lo sapevi? È nato il canale di Telegram di Tech Princess con le migliori offerte della giornata. Iscriviti qui!

Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button