fbpx

Il nuovo trend degli italiani, soprattutto giovani, che non vogliono rinunciare alle loro vacanze ed hanno un budget limitato, è il noleggio camper o camper sharing. Yescapa si occupa proprio di questo, ed in 20 mesi dal suo arrivo in Italia ha raddoppiato gli utenti iscritti alla sua community rispetto a 2019.

Noleggio camper: la soluzione di Yespaca

La sharing economy di Yescapa si fa sempre più strada nel settore dei veicoli ricreazionali, con l’obiettivo di rendere più democratico l’uso dei mezzi, creando nuove forme di utilizzo: più economiche per chi sceglie questa tipologia di viaggio, più vantaggiose per chi decide di affidare il proprio veicolo alla piattaforma.
Sono i dati annuali a darne conferma: oltre 10 mila richieste di prenotazioni da parte degli utenti iscritti in Italia, mentre sono 9.000 le richieste di prenotazione dei veicoli immatricolati nel Paese, triplicate rispetto a gennaio 2019.

Il camper sharing di Yescapa si conferma inoltre una formula vincente per rilanciare il settore dei veicoli ricreazionali e di autofinanziamento del nuovo”, spiega Dario Femiani, country manager di Yescapa in Italia. “Nel 2019 infatti oltre 1.000.000 di euro sono stati i guadagni registrati dai proprietari di camper, van e furgoni camperizzati che hanno scelto la community come strumento per ammortizzare i costi e il mantenimento del veicolo, rispetto al 300 mila euro stimati ad otto mesi dal suo ingresso in Italia“.

Come sottolinea Yescapa infatti sono sufficienti 6 settimane di condivisione del proprio veicolo per ammortizzare totalmente il costo annuale relativo al suo mantenimento (bollo, assicurazione, revisione e manutenzione): il compenso medio di un proprietario attraverso la piattaforma di camper sharing è di circa 575 euro a settimana (poco più di 80 euro al giorno), mentre quelli annui si aggirano intorno ai 4 mila euro, secondo quando emerso nel report annuale stilato da Yescapa.

Dove vanno gli italiani in camper? 

Se la meta privilegiata post affitto camper per il 54% di prenotati rimane lo Stivale, prediligendo i laghi lombardi (18%), le vigne piemontesi (10%), le colline toscane (6%) il litorale romano (5%) e le bianche sabbie della Sardegna (3%), il 19% si è spinto al di là dei confini, incoronando la Spagna con Arrecife, Palma, Ibiza, Siviglia tra le città più visitate nel 2019, seguite dalle portoghesi Faro e Lisbona (16%). Francia, Germania e Regno Unito lontane dal podio compongono il restante 11%.


Meta ambita l’Italia anche per gli amici europei – Francia, Spagna, Germania, Portogallo, Regno Unito – che per il 46% scelgono il Belpaese per un viaggio in camper: francesi, tedeschi e spagnoli (40%), in particolar modo, arrivano in Italia optando per il nord della Sardegna, tra cui spicca Alghero e la Sicilia con l’assolata Catania, come mete più  gettonate.
Se la stagionalità rimane ancora barometro di scelta per decidere di partire on the road, confermando il periodo da luglio a settembre (+52%), il report annuale redatto da Yescapa evidenzia come i mesi di ottobre e novembre inizino a richiamare sempre più attenzione, soprattutto per un break settimanale, passando da un 10% di prenotazioni nel 2018 ad un 16% nell’anno appena trascorso.

 


Condividi la tua reazione

Rabbia Rabbia
10
Rabbia
Confusione Confusione
5
Confusione
Felicità Felicità
7
Felicità
Amore Amore
1
Amore
Paura Paura
6
Paura
Tristezza Tristezza
10
Tristezza
Wow Wow
1
Wow
WTF WTF
6
WTF
Livio Marino

author-publish-post-icon
Sangue siciliano, milanese d'adozione, mi piace essere immerso in tutto ciò che è tech. Passo le giornate dando ordini ad Alexa, Google ed al mio cane, Maverick.