fbpx
large format sensor fujifilm

Fujifilm GFX 100S: la nuova piccola medio formato
Più piccola e leggera ma la nuova Fujifilm può contare comunque su un sensore da 100 megapixel


Dimensioni compatte, peso ridotto e stesso sensore da 102 megapixel della sorella maggiore. Così si presenta la tanto attesa quarta mirrorless medio formato di Fujifilm, la GFX 100S. Si presenta così, in un corpo più vicino per dimensioni alle tante full-frame che ci sono in circolazione più che alle sorelle di sensore. Fujifilm ha coniugato prestazioni e portabilità, aggiungendo specifiche che la rendono sicuramente la più evoluta della serie. 

Fujifilm GFX 100S: caratteristiche principali

Al centro di questa nuova mirrroless medio formato, o meglio Large Format come piace definirla a Fujifilm, c’è il sensore retroilluminato da 102 milioni di pixel. Si tratta dello stesso che è a bordo dell’ammiraglia di casa, ma montato su un nuovo stabilizzatore d’immagine (IBIS). È il 20% più piccolo e il 10% più leggero di quello che troviamo su GFX 100, ma non per questo si perde in prestazioni. Anzi, grazie alla nuova meccanica e alla nuova elettronica di cui è dotato fornisce 6 stop di stabilizzazione, un miglioramento di 0,5 stop rispetto al passato. 

Fujifilm GFX100 S

Accanto al sensore CMOS di Fujifilm GFX 100S c’è un processore X-Processor 4 quad-core, in grado di gestire la mole di dati creata con uno scatto una ripresa video.  La velocità di elaborazione è un punto a favore anche nella gestione dell’autofocus. In particolare questa nuova mirrorless medio formato è dotata di pixel a rilevamento di fase che coprono quasi il 100% della superficie. Fujifilm GFX 100S impiega appena 0,18 secondi per acquisire la messa a fuoco, anche in condizioni di scarsa luce, fino a -5,5EV. Grazie al processore, inoltre, GFX 100S può contare anche su un nuovo algoritmo di rilevamento della messa a fuoco, con prestazioni migliorate sul Tracking AF e nelle modalità Face/Eye AF. 

Il corpo macchina 

Non solo prestazioni ma anche design studiato nei mini dettagli per la nuova Fujifilm GFX 100S. In particolare il corpo è stato ridotto molto sia nelle dimensioni che nel peso. La bilancia segna 900g, parliamo quindi di circa mezzo chilo guadagnato rispetto alla GFX 100. Per raggiungere un risultato del genere è stato fatto un grande lavoro di miniaturizzazione, come già detto dello stabilizzatore, ma ad esempio anche dell’otturatore e della batteria. Il primo è il 22% più piccolo e il 16% più leggero, dati che hanno permesso di ridurre le vibrazioni al momento dello scatto e il time lag. La batteria, invece, è la stessa di X-T4, quindi più piccola ma ad alte prestazioni. 

gfx 100s profilo superiore

La riduzione di dimensioni e peso, però, non dovrebbe aver minato anche l’equilibrio generale. Possiamo infatti notare una abbondante impugnatura, ma è comunque possibile sfruttare un accessorio opzionale come il MHG- GFX S. Si tratta di un’impugnatura aggiuntiva in metallo volta a migliorare l’ergonomia generale e quindi la presa anche con obiettivi di grandi dimensioni. Inoltre, il telaio in lega di magnesio è più spesso in prossimità della flangia per fornire un supporto più resistente con gli obiettivi G Mount più pesanti. 

Il corpo è inoltre strutturato per resistere ad acqua e polvere e consente l’utilizzo fino a temperature di -10°C. 

display fujifilm gfx

Sul dorso della fotocamera spicca un monitor LCD da 3,2″ di diagonale orientabile in tre direzioni e caratterizzato da una risoluzione di 2,36 milioni di pixel. Sul profilo superiore ne troviamo invece uno secondario che mostra le principali informazioni di scatto. Una novità per la famiglia GFX è l’introduzione su Fujifilm GFX 100S della classica ghiera dei modi (PASM). Non si tratta di una vera e propria novità per la serie X, infatti, ne avevamo apprezzato l’introduzione sulla piccola X-S10. Si tratta di un modo di aprirsi ad un pubblico più ampio, che non solo apprezza le classiche impostazioni di Fujifilm, ma che non disdegna la comoda ghiera dei modi tipica delle reflex tradizionali. 

Non solo foto con la nuova Fujifilm GFX 100S

Grazie al sensore di grandi dimensioni è possibile registrare anche video in 4K 30p caratterizzati dalla ridotta profondità di campo tipica di questo formato. L’ottima tenuta alla alte sensibilità è un altro punto di forza per Fujifilm GFX 100S in ambito video, così come la gradazione tonale offerta. Si può registrare ovviamente in diversi formati, tra cui F-Log 10-bit 4:2:0 su scheda SD, mentre tramite porta HDMI fino a 10-bit in 4:2:2 e 12-bit ProRes RAW

Fujifilm GFX100 S

Ma con questa mirrorless non ci si ferma qui, infatti, è possibile registrare anche in 17:9, tipico formato del cinema digitale e sono disponibili anche i più comuni codec di compressione. Si possono selezionare standard come il RE.2100 che supporta l’HLG per una maggiore flessibilità in editing. 

Disponibilità e prezzo

La nuova mirrorless medio formato Fujifilm GFX 100S sarà disponibile per la vendita a partire dal prossimo mese di marzo. Il prezzo suggerito al pubblico è di 6185 euro. E questo è un altro aspetto che rende speciale questa nuova mirrorless. Con questo prezzo di listino il medio formato diventa ancora più accessibile, senza però dover rinunciare a prestazioni di prima fascia. Il sensore lo conosciamo e sappiamo cosa possa offrire ed ora che è stato montato su un corpo di piccole dimensioni potrebbe insidiare le certezze della fascia alta delle fotocamere mirrorless full-frame. 

Leggi anche: Fujinon GF80mm l’obiettivo con autofocus per Large Format più luminoso al mondo

Luca Forti

Fotografo dal 2002 e scrivo di fotografia dal 2004: insomma, amo la fotografia e tutto ciò che le ruota intorno. Da due anni sono stato adottato da Milano e da sempre sono appassionato di tecnologia, di praticamente tutti gli sport, amo viaggiare, mangiare bene e non toglietemi il mio gin tonic!