fbpx
AttualitàNews

Olimpiadi Tokyo 2020: i giochi del silenzio

Alle gare olimpiche non partecipa il pubblico

Le Olimpiadi di Tokyo 2020 sono iniziate, ufficialmente, da pochi giorni. In Italia abbiamo già festeggiato le prime medaglie e, molto probabilmente, nel corso dei prossimi giorni arriveranno importanti novità per il medagliere. Nel frattempo, però, i report da Tokyo confermano un clima inedito per dei Giochi Olimpici. Le Olimpiadi di Tokyo 2020, infatti, sono definite, da più parti, come le “Olimpiadi del Silenzio”.

Olimpiadi Tokyo 2020: meglio non parlare per non diffondere il contagio

Nel quartier olimpico di Tokyo 2020 sono presenti svariati cartelli in cui si invita i presenti (in particolare gli atleti stessi) a non parlare. L’obiettivo di questa curiosa indicazione è quello di non diffondere il contagio, evitando nuovi focolai che potrebbero mettere a rischio il regolare svolgimento delle competizioni. Il clima olimpico di questa edizione dei Giochi è, senza dubbio, diverso e caratterizzerà tutte le due settimane della manifestazione.

Le gare nel silenzio di stadi, arene e campi vuoti

Un altro aspetto che farà passare alla storia le Olimpiadi di Tokyo come “i giochi del silenzio” è l’assenza del pubblico alle gare. Gli stati, i palazzetti ed i vari campi di gara sono caratterizzati dall’assenza del pubblico. Non ci sono applausi, cori e celebrazioni per i successi degli atleti. Tutto si svolge nel silenzio dell’ambiente esterno.

Nel frattempo, nei salotti di casa e sui social, però, gli appassionati di tutto il mondo stanno seguendo con grande attenzione le gare olimpiche. La pandemia ha fermato molti sporti, ha costretto a rinviare i giochi di un anno ma non ha ridotto la passione per lo sport, vero e autentico come quello delle Olimpiadi.

Offerta

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button