fbpx
NewsRecensioni TechTech

OnePlus Watch: molto ‘watch’, poco ‘smart’

Ecco la nostra prova del wearable di OnePlus

OnePlus, azienda cinese nota per i suoi telefoni veloci e dal prezzo (almeno un tempo) competitivo, è negli scorsi mesi finalmente approdata nel mercato degli smartwatch, ovvero degli orologi dotati di funzionalità smart e capaci di connettersi allo smartphone. Abbiamo provato nell’ultima settimana il prodotto in questione, chiamato semplicemente OnePlus Watch, e ora siamo pronti a darvi la nostra recensione.

La nostra recensione di OnePlus Watch

Il nuovo dispositivo indossabile (anche detto wearable) di OnePlus non è particolarmente riconoscibile al colpo d’occhio. La forma rotonda della cassa, senza rotelle o corone, è infatti abbastanza anonima. L’unico logo, con la scritta OnePlus, è inciso su uno dei due bottoni laterali. La posizione di questi ultimi sul lato destro costringe mettere l’orologio sul polso sinistro, sfavorendo eventuali utenti mancini. La cassa è poi disponibile in una sola taglia, quella da 46 millimetri, e potrebbe risultare troppo grande per chi ha un polso anche solo leggermente più piccolo della media.

Aspetto a parte, i materiali sono invece decisamente premium. Il corpo è in acciaio inossidabile e resistente alla polvere e all’immersione (fino a 5 ATM), mentre il cinturino è di un materiale tale da non far sudare il polso anche dopo ore di utilizzo. Nonostante l’utilizzo dell’acciaio, lo spessore ridotto si traduce in un peso contenuto, che non dà fastidio durante la giornata.

oneplus watch recensione orologio

Lo schermo da 1.39″, con una risoluzione di 454×454 pixel e un pannello di tipo OLED, risulta abbastanza luminoso da essere tendenzialmente sempre leggibile, sia in interna che in esterna. Nonostante la tecnologia OLED, però, non è possibile impostare un quadrante Always On, ovvero con l’ora sempre visibile. Lo schermo si attiva comunque automaticamente, e in maniera abbastanza affidabile, ruotando il polso, ma solo per un massimo di 8 secondi senza interazioni.

Un campione di batteria

Grafico-batteria-OnePlus-Watch-recensione

Un enorme punto di forza di questo dispositivo è la batteria, sia dal punto di vista dell’autonomia che della ricarica. Per la prima, con un utilizzo tutt’altro che conservativo e attento abbiamo superato abbondantemente gli 8 giorni di batteria. L’autonomia fino a 14 giorni promessa da OnePlus non è quindi assolutamente impensabile, con un po’ di accortezza.

Anche quando si è a secco, poi, si può contare sulla ricarica veloce. L’azienda promette il 50% di batteria in 20 minuti. Una stima che i nostri test confermano essere estremamente accurata, con la ricarica totale che viene raggiunta in poco più di un’ora. Meno ideale è invece il formato del caricatore: invece dei contatti circolari, comuni in altri dispositivi, qui troviamo due singoli contatti puntiformi. L’allineamento è favorito da un magnete, ma dev’essere comunque preciso.

Sport e salute

L’orologio di OnePlus può vantare una ricca collezione di sensori. Alcuni, come il giroscopio, l’accelerometro, il barometro e il GPS, sono molto utili per il tracking delle attività sportive. Altri, come il pulsossimetro, che rileva sia il battito cardiaco che l’ossigenazione del sangue, sono invece più utili per il monitoraggio dello stato fisico.

Il tracking delle varie attività funziona abbastanza bene, e si può scegliere di tracciare decine e decine di attività e discipline diverse. Meno impressionante è l’integrazione con altri servizi e piattaforme sportive, inesistente fatta eccezione per Google Fit. Se siete utilizzatori di app di terze parti, come ad esempio Runtastic, non potrete quindi beneficiare del tracking fornito dall’orologio.

Non molto smart

Le mancanze a livello software e di funzionalità non si limitano alla parte sportiva. Manca infatti totalmente la possibilità di installare applicazioni di terze parti. La ventina di app presenti, che includono anche strumenti molto semplici come la bussola o la torcia (che semplicemente rende bianco lo schermo e alza la luminosità al massimo), sono le uniche presenti al momento. Alcune di queste sono oltretutto praticamente inutili: l’app TV Connect, per il controllo del televisore, funziona solo con le poco comuni TV di OnePlus, mentre l’app Camera permette di far scattare foto al telefono, ma solo dopo aver aperto manualmente l’applicazione per le foto su quest’ultimo e per forza con un timer di 3 secondi.

La mancanza di app esterne rende meno utili funzionalità altrimenti interessanti. È ad esempio possibile collegare un paio di cuffie Bluetooth direttamente allo smartwatch, in modo da poter ascoltare la musica anche quando non si ha con sé il telefono. Peccato che, non essendo presente l’app di servizi come Spotify o Apple Music, per ascoltare la musica è necessario caricare dal telefono all’orologio i singoli brani MP3. Parlando di Apple, poi, l’utilizzo dello smartwatch richiede l’applicazione OnePlus Health, che però è disponibile solo per Android. Gli utenti iOS non possono quindi utilizzare questo dispositivo.

La gestione delle notifiche, infine, è particolarmente critica. In molti casi, infatti, una notifica che è stata cancellata sul telefono rimarrà comunque visibile sullo smartwatch. Per le applicazioni di messaggistica, inoltre, il supporto alle risposte automatiche è limitato a poche frasi predefinite in inglese, che non è possibile al momento personalizzare neanche dall’app.

OnePlus Watch recensione: le nostre conclusioni

Il wearable di OnePlus è un dispositivo sicuramente difficile da inquadrare. Il prezzo di 159€ è economico se consideriamo il design e i materiali, oltre che i sensori e la batteria eccezionale. D’altro canto, considerando la mancanza di funzionalità smart particolarmente avanzate e l’assenza quasi totale di integrazioni di terze parti, esistono molte alternative meno pregiate ma che, ad un prezzo uguale o inferiore, offrono funzionalità pari o superiori. Degli aggiornamenti dedicati potrebbero alleviare queste mancanze, ma si tratta di una possibilità, non di una garanzia.

Se siete quindi in cerca di uno smartwatch senza troppe funzionalità ma che sia piuttosto bello da vedere e con tanta autonomia, il Watch di OnePlus potrebbe fare al caso vostro. In caso contrario, invece, vi consigliamo o di passare oltre o di aspettare eventuali aggiornamenti software per questo dispositivo.

oneplus watch recensione orologio

PRO

  • Tanta autonomia
  • Ricarica veloce
  • Materiali premium
  • Ricco di sensori
  • Prezzo accessibile

CONTRO

  • Poche funzionalità smart
  • Mancata integrazione con servizi di terze parti
  • Gestione delle notifiche poco curata
  • Non sono disponibili taglie più piccole o per mancini

Maggiori informazioni disponibili sul sito ufficiale di OnePlus.

OnePlus Watch - Smart Watch Bluetooth 5.0 con durata della...
  • Pronto quando lo sei tu, grazie a Warp Charge - Una carica completa fornisce fino a 14 ore di durata della batteria....
  • Un solo orologio, oltre 110 tipi d'allenamento - Per chi ama attrezzarsi e partire, il posizionamento satellitare per la...
  • Connettività trasparente - Il Bluetooth 5.0 e le potenti funzioni di chiamata ti mantengono informato sulle chiamate in...

Giovanni Natalini

Ingegnere Elettronico prestato a tempo indeterminato alla comunicazione. Mi entusiasmo facilmente e mi interessa un po' di tutto: scienza, tecnologia, ma anche fumetti, podcast, meme, Youtube e videogiochi.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button