NewsVideogiochi

Overwatch contro il cancro: un successo da 12,7 milioni di dollari

Overwatch

Partecipare alla battaglia contro il cancro tramite un videogioco sembra impossibile, invece non lo è: Overwatch, divertente sparatutto firmato Blizzard Entertainment, lo ha recentemente dimostrato, tramite una campagna di raccolta fondi per la ricerca.

LEGGI ANCHE: Overwatch, il 28esimo eroe del roster è Wrecking Ball 

La campagna di raccolta fondi realizzata da Overwatch

Overwatch ha infatti fornito a tutti i giocatori la possibilità non soltanto di divertirsi, giocando sia in solitaria sia con gli amici, ma anche di donare fondi alla ricerca contro il cancro al seno.

A renderlo possibile è stata una campagna, organizzata in collaborazione con l'associazione Breast Cancer Research Foundation, di raccolta fondi per la ricerca.

Il progetto ha registrato un enorme successo, raggiungendo circa 12,7 milioni di dollari raccolti, interamente donati da Blizzard Entertainment alla BCRF per la lotta. Questa donazione è la più grande ricevuta, in 25 anni di storia della Breast Cancer Research Foundation, in un singolo anno da parte di un'azienda collaboratrice.

Come sono stati raccolti i fondi per la ricerca

I giocatori hanno potuto fornire il proprio contributo tramite l'acquisto di una skin rosa  interamente dedicata a Mercy, il personaggio scienziato e "angelo custode" del gioco, che ha dedicato la sua vita ad aiutare gli altri.

Quest'ultima, disponibile in edizione limitata, era infatti disponibile come acquisto in gioco al prezzo di 15$, interamente donati da Blizzard alla Breast Cancer Research Foundation.

Per incrementare ulteriormente i fondi raccolti è stata anche proposta una t-shirt in edizione limitata di Mercy Rosa, disponibile sia per uomo sia per donna al prezzo di 30$, firmate dall'artista della community VICKISIGH.

A riscuotere grande successo è stata anche la campagna organizzata su Twitch che, tramite diversi video realizzati da 14 stelle provenienti da tutto il mondo, ha permesso di raccogliere più di 130.000$.

Avete fornito anche voi un contributo per la ricerca?

Tags

Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker