fbpx
Console e PCNewsVideogiochi

La disponibilità di PlayStation 5 rimarrà scarsa fino al 2022

Continuano i problemi di Sony per la produzione PS5 e nel frattempo si pensa ad un redesign

La disponibilità di PlayStation 5 continua ad essere scarsa e la situazione non sembra destinata a mutare nei prossimi mesi. A dichiararlo è stata proprio Sony che ha spiegato come la carenza di PS5 rimarrà stabile a meno che non si riduca la domanda, ad oggi ancora altissima. Una condizione che sembra destinata a durare per tutto il 2021.

PlayStation 5: disponibilità scarsa fino al 2022

Come ho già detto, stiamo puntando a raggiungere un volume di vendite superiore a quello di PlayStation 4, ma possiamo incrementare drasticamente l’offerta? No, è improbabile. La carenza di semiconduttori è una delle ragioni, ma vi sono anche altri fattori che avranno un impatto sulla produzione. Quindi, al momento, vorremmo superare i 14,8 milioni di unità vendute nel corso del secondo anno sul mercato, che era il risultato raggiunto da PS4“, ha dichiarato Hiroki Totoki, CFO di Sony.

La situazione potrebbe mutare nel 2022 ma alcuni esperti sembrano più inclini a pensare che i problemi di fornitura rimarranno stabili fino al 2023. Nel frattempo la domanda calerà? Non proprio. Ad oggi la disponibilità di PlayStation 5 rappresenta un problema relativo per gli appassionati vista l’assenza di super-esclusive dedicate alla nuova console di Sony. Con il passare del tempo però i giochi per PS5 aumenteranno e le differenze con PS4 si faranno sempre più marcata, spingendo un numero crescente di giocatori verso la nuova generazione di console che però sarà ancora difficile da acquistare. A quel punto il quadro potrebbe peggiorare: da un lato avremmo i gamer pronti a ripiegare su altre piattaforme, dall’altro gli sviluppatori che potrebbero contare un installato inferiore e quindi su minori guadagni.

La soluzione è un redesign di PS5?

Suona un po’ folle ma in realtà è una delle soluzioni attualmente al vaglio. Sony sta pensando di modificare il design della console per andare incontro alla scarsa disponibilità di semiconduttori. L’idea dovrebbe essere un passaggio dall’attuale CPU personalizzata a 7nm ad una CPU semi-personalizzata da 6nm realizzata da AMD. Questo potrebbe velocizzare la produzione risolvendo almeno parte degli attuali problemi di Sony.

Cambierà anche il look di PlayStation 5? Improbabile. Richiederebbe una modifica della linea di produzione in un momento dove invece l’azienda giapponese ha bisogno di premere l’acceleratore.

Sony PlayStation 5
  • I membri Prime hanno accesso prioritario a PlayStation 5 fino al 31 Dicembre 2021
  • Lasciati stupire dalla grafica incredibile e prova le nuove funzionalità di PS5.
  • Scopri un'esperienza di gioco più profonda con supporto per feedback tattile, trigger adattivi e tecnologia audio 3DRay...
Source
ComicBook

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button