fbpx
Lifestyle

5 Paesi dove vivere (meglio) nel 2021

Le mete ideali per un trasferimento imminente

Se state pensando di cambiare città, Paese o vita, probabilmente questo è il momento migliore per farlo. Prima che tutte le attività professionali e private riprendano a pieno regime, potete finalmente decidere di prendere in mano la vostra vita e cambiarla totalmente. Anche volando a miglia di distanza da dove vi trovate ora. Anzi, se la pandemia vi ha costretto ad abbandonare quello che avevate nella città in cui state vivendo, quale migliore occasione per cambiare? Per alimentare questa idea, ecco un elenco dei 5 Paesi al mondo con la qualità di vita più alta. Mete ideali per un trasferimento a lungo termine.

E a dirlo non siamo noi, ma un rapporto basato sulle opinioni di ben 17 mila cittadini su 78 diversi Paesi. Chiaramente, i criteri usati per stilare una lista dei Paesi in cui si vive meglio al mondo riguardano le opportunità professionali e di guadagno, l’eguaglianza di reddito, la stabilità politica, l’istruzione, l’assistenza sanitaria e molto altro ancora. Insomma, tutto quello che rende un Paese un luogo in cui vivere al meglio sotto tutti i punti di vista. Uno studio attento, di cui oggi abbiamo deciso di esporvi il risultato.

Qualità delle vita: i 5 Paesi al mondo in cui si vive meglio nel 2021

1. Canada

qualità della vita Canada

Per il primo anno il Canada si guadagna il titolo di miglior Paese al mondo in cui vivere nel 2021. E a buona ragione, a quanto pare. La qualità della vita si rivela incredibilmente alta, soprattutto per le famiglie giovani. È innegabile, infatti, che l’offerta dei servizi pubblici sia vantaggiosa: assistenza sanitaria gratuita per i residenti permanenti, istruzione secondaria pubblica gratuita, alto livello di sicurezza. E come se non bastasse, a renderlo un Paese perfetto in cui trasferirsi entro l’anno ci sono anche il basso inquinamento atmosferico ed una forte mentalità digitale.

Inoltre, c’è da considerare che il Canada è noto per vantare una delle società più progressiste e liberali del mondo, il che significa che qui vi sentirete a vostro agio indipendentemente dalla vostra provenienza. Nessuna preoccupazione, quindi, quanto all’integrazione nella vita di un Paese così lontano e diverso dal nostro. Soprattutto perchè si tratta di un territorio vastissimo – secondo solo alla Russia -, in cui vivono appena 35 milioni di abitanti. Il resto del Paese è occupato da meravigliosi parchi naturali, un dettaglio da non sottovalutare affatto per gli amanti della natura.

2. Svizzera

Svizzera qualità della vita

Se si parla di alti livelli di qualità della vita, è praticamente impossibile non menzionare la Svizzera, un Paese che vanta il quarto PIL più alto al mondo. Ed effettivamente molti decidono di trasferirsi qui per i salari sostanziosi, ma poi finiscono con il decidere di rimanere per altri motivi, tra cui l’aria incontaminata, i servizi lussuosi e le numerose attività invernali. Ma lasciateci dire una cosa: la Svizzera risulta uno dei migliori Paesi in cui trasferirsi per via dell’incredibile stabilità politica e sociale. Un dettaglio da non sottovalutare, dato che probabilmente state pensando di abbandonare l’Italia perchè non gode di ottimi risultati sotto questo punto di vista.

Certo, qualche dubbio potrebbe essere legato al costo elevato della vita. Non a caso, Zurigo è considerata una delle città più costose al momento, insieme a Parigi. Potrebbe non essere quindi una scelta ottimale per chi non ha un lavoro dalla retribuzione troppo elevata, ma questo sta a voi deciderlo. È innegabile, infatti, che la Svizzera sia in grado di regalare una vita sana e lunga, con un lavoro ottimale nei settori della finanza e dell’economia, uno stipendio buono, tanto formaggio e ottimo cioccolato. Pensateci bene. Forse potrebbe essere davvero quello di cui avete bisogno dopo questa difficile pandemia.

3. Norvegia

Norvegia qualità della vita

I Paesi scandinavi sembrano conoscere bene il segreto per una qualità di vita eccellente. E così la Norvegia, un tempo classificata come uno dei Paesi più felici al mondo, si piazza al terzo posto della classifica dei luoghi in cui vivere meglio in questo 2021. E non tanto per i fiordi e per la pesca, quanto piuttosto per il quinto PIL più alto al mondo. Le opportunità professionali, nonostante le ripercussioni della pandemia, continuano ad essere molto numerose, soprattutto in settori come l’energia idroelettrica, il turismo e i servizi digitali. Pertanto, se siete alla ricerca di un nuovo posto in cui vivere e trovare lavoro, la Norvegia potrebbe fare al caso vostro.

Dall’altro lato, dovete anche considerare che il sistema sanitario norvegese è uno dei migliori al mondo, tanto che il Paese ha guadagnato un terzo posto nella classifica globale per aspettativa di vita. Tra l’altro, l’assistenza medica è gratuita per tutti coloro che possiedono un’assicurazione nazionale, che potrete ricevere cominciando a pagare le tasse. Insomma, se pensate di trasferirvi qui, aspettatevi pure una vita sana e lunga. Ma anche molto freddo, è evidente.

4. Singapore

Singapore qualità della vita

Crocevia di culture, Singapore combina alla perfezione le caratteristiche del mondo occidentale ed orientale in un’unica meravigliosa metropoli. Un luogo assolutamente ideale dove vivere, se non avete problemi a trasferirvi dall’altra parte del globo rispetto a quella in cui vi trovate ora. Inutile sottolineare che si tratta di una delle economie più sviluppate al mondo, che offre incredibili opportunità professionali nei settori finanziario, economico e commerciale. Ma non sarà soltanto l’economia a convincervi a trasferirvi qui. Singapore è una delle città più sicure a livello globale, con una percentuale davvero minima di crimini violenti, il che è probabilmente dovuto alla sua enorme stabilità politica e sociale.

Ma se è tutto così bello, perchè la metropoli si trova soltanto al quarto posto della classifica? Il costo della vita è altissimo, così pure l’inquinamento atmosferico. A questi si aggiunge un clima imprevedibile, che spesso non invoglia gli straniere a trasferirsi qui. Ma se riuscite a superare questi limiti, potreste vivere nel “Paese più sano dell’Asia“, in grado di vantare uno dei sistemi sanitari più avanzati al mondo. Anzi, se siete ipocondriaci vi farà sapere che il Bloomberg Global Health Index ha classificato Singapore come primo al mondo per efficienza medica. E se considerate la sanità come un elemento discriminante della qualità della vita, lasciateci dire che potreste provare a trasferirvi così tanto lontani da casa.

5. Australia

Australia qualità della vita

Grazie alle sue bellissime spiagge, ai paesaggi verdeggianti e alle città cosmopolite, l’Australia è sempre stata la meta degli “espatriati” di tutto il mondo. Ma non sarà solo il paesaggio a convincervi a trasferirvi qui. Questo Paese, infatti, è il primo al mondo per PIL Pro Capite. Questo significa che le opportunità professionali sono tantissime, e lo sono anche dopo la pandemia, i cui effetti negativi sono stati spazzati via rapidamente dall’amministrazione centrale. I settori della finanza, delle banche e della tecnologia non aspettano altro che voi. E se siete interessati a lavorare a contatto con le risorse naturali, qui troverete ottime occasioni nell’ambito dell’estrazione di gas e risorse minerarie.

Inoltre, l’industria dei servizi digitali è in rapida ascesa, il che rende l’Australia una meta ideale per i più giovani. SI guadagna bene e si vive bene, anche se Sydney e Melbourne sono note da molto tempo come alcune delle città più costose in cui vivere. E lo stesso vale per Perth ed altre cittadine australiane. Nonostante questo, c’è da dire che l’Australia rimane un posto ideale in cui trasferirsi, grazie anche ad un sistema sanitario eccellente, che copre praticamente tutte le spese mediche del caso, incluse le visite odontoiatriche e quelle in cliniche mediche. E poi ci sono i canguri. Ma a questo ci avevate già pensato, ne siamo certi.

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button