fbpx
Tech

[Recensione] Rapoo K2600, la tastiera wireless minimale

Rapoo K2600 è una tastiera fuori moda.
È fuori moda perché integra un touchpad, è fuori moda perché non si illumina d'immenso, è fuori moda perché non punta ai videogiocatori. Insomma, le scelte fatte da Rapoo sono decisamente in controtendenza rispetto a quanto visto negli ultimi mesi. Questo però non significa che Rapoo K2600 sia da scartare.

Portatile è meglio

Rapoo K2600 fa della portabilità il suo cavallo di battaglia. La tastiera è infatti caratterizzata da un design minimale ma soprattutto compatto, cosa che vi permette di trasportarla senza grossi problemi. Non solo fuori casa, qualora voleste portarla con voi in ufficio, ma all'interno della medesima abitazione.

A facilitare gli spostamenti ci pensa anche la totale assenza di cavi. Rapoo K2600 è infatti una tastiera wireless, che sfrutta la banda da 2.4 GHz per garantire una connessione stabile e robusta anche a distanza, a patto però che non superiate i 10 metri.

Cosa significa? Semplice. Provate ad immaginare tutte quelle volte in cui vorreste banalmente collegare il PC alla TV per godervi le gioie di uno schermo più grande. Con Rapoo K2600 è un gioco da ragazzi: collegate al computer il piccolo ricevitore USB in dotazione e poi vi lanciate sul divano con la vostra nuova tastiera. Semplice, veloce e comodissimo. Un discorso analogo lo potete fare per la gestione di dispositivi come Google Chromecast. Io, ad esempio, ho sfruttato questa periferica proprio per gestire al meglio il piccolo dispositivo di Google, senza dovermi alzare dal letto per cambiare le pagine web da inviare in streaming a Chromecast.

L'importanza delle gesture

Rapoo K2600 non si distingue però solo per la sua capacità di accontentare i più pigri tra noi. Sotto la scocca in plastica troviamo infatti la membrana, completamente sigillata, che assicura alla tastiera una vita lunga e felice. La soluzione adottata dal produttore infatti evita l'ossidazione dell'aria nel circuito interno in argento, prevenendo così l'eventuale malfunzionamento dei tasti.

Accanto alla buona qualità costruttiva, che permette a Rapoo K2600 di sopravvivere all'usura, troviamo poi due apprezzatissime funzioni: i tasti multimediali e le gesture. I primi sono tasti di scelta rapida che consentono di accedere velocemente a funzioni come il lettore multimediale, la homepage, la ricerca e la regolazione del volume, mentre le seconde coinvolgono il trackpad e permettono di muoversi agilmente all'interno di Windows 10, senza quindi dover rimpiangere il classico mouse.

Non dimentichiamoci le Smart TV

Ho avuto modo di provare Rapoo K2600 per diversi giorni e devo ammettere che un po' mi ha conquistata. Certo, non può sicuramente competere con le tastiere da gaming a cui ormai sono abituata, con le soluzioni creative adottate da produttori ben più famosi e con l'illuminazione RGB che sembra ormai indispensabile, ma, a conti fatti, si è rivelata ottima nell'uso quotidiano, facile da trasportare ed estremamente versatile. Sì, perché oltre a sposarsi perfettamente con il nuovo sistema operativo di Microsoft, Rapoo K2600 è in grado di comunicare anche con le più moderne Smart TV, così non dovete perdere tempo a scrivere i titoli dei film che state cercando usando uno scomodo telecomando o l'occasionalmente imprecisa ricerca vocale.

Se siete quindi in cerca di una tastiera che si adatti tanto al vostro PC quanto al nuovo televisore e non siete disposti a spendere decine e decine di euro, Rapoo K2600 fa al caso vostro. Insomma, parliamo di soli 29,90 Euro per una periferica che vi può seguire ovunque. Niente male, non vi pare?

Tags

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker