fbpx
RecensioniRecensioni TechTech

La recensione di Razer Seiren BT: il microfono per le dirette on-the-go

Avete mai sentito parlare di IRL? E’ una sigla che sta per In Real Life. Ossia “vita reale“. Un modo rapido e veloce per identificare tutte quelle dirette streaming che vengono fatte all’esterno, mostrando luoghi e persone reali invece di mondi virtuali. Negli ultimi anni le IRL sono esplose, con gli utenti interessanti a scoprire qualcosa di più sul mondo e gli streamer pronti ad accompagnarli in affascinanti viaggi in giro per una moltitudine di città diverse.
Il problema però è l’attrezzatura. Fare le live da casa significa trovarsi all’interno di un ambiente controllato, dove potete arginare l’imprevisto e qualsiasi rumore di fondo. All’esterno tutto diventa un po’ più imprevedibile. E’ per queste situazioni che nasce Razer Seiren BT, il nuovo microfono Bluetooth dell’azienda statunitense.

Semplice e intuitivo

immagine 4

Seiren BT è pensato per essere semplice e intuitivo, fin dal principio. Il microfono è piccolo e compatto, dotato di una clip che permette di agganciarlo a giacche, felpe, maglioni e camicie senza difficoltà. Con i suoi 14,5 grammi vi accorgerete a malapena di indossarlo.

Prima però di iniziare ad utilizzarlo dovrete collegarlo allo smartphone. Come? In realtà vi basta premere il tasto presente su Seiren BT e usare l’app Razer Streaming, disponibile sia su iOS che su Android. Una manciata di secondi e sarete pronti per la diretta.

Con cosa? Buona parte delle app di streaming dovrebbero captare in automatico il microfono esterno. Razer però consiglia Streamlabs per risultati ottimali, app con cui effettivamente ci siamo trovati abbastanza bene.

Vi segnaliamo inoltre che all’interno della confezione trovate una protezione antivento e una invece in spugna che potete utilizzare in ambienti interni. Il nostro suggerimento è quello di portarle sempre con voi, cosa che permette di adattarsi rapidamente a ogni situazione.

Razer Seiren BT recensione app

Ora che è tutto pronto… che faccio?

In realtà vi basta andare in diretta e il gioco è fatto. Prima però di lanciarvi in una live potete sfruttare l’applicazione per modificare i settaggi del Seiren BT.
Il Razer Seiren BT sfrutta l’intelligenza artificiale per adattarsi al rumore esterno ma avete la possibilità di decidere se disattivare l’opzione, impostarla su “Basso” – quindi per ambienti mediamente rumorosi – o su “Alto”, qualora la situazione sia particolarmente caotica.
Con l’app potete definire anche il guadagno audio, attivare la modalità a bassa latenza e soprattutto scegliere se attivare il Sidetone. Il microfono infatti è dotato di jack da 3,5 mm in cui infilare le cuffie per avere un feedback in tempo reale della qualità e del livello dell’audio. Attenzione però: utilizzando le due protezioni incluse in confezione il jack viene coperto e diventerà quindi inutilizzabile.

I risultati che abbiamo ottenuto con Razer Seiren BT sono più che soddisfacenti e in più avete la possibilità di intervenire in tempo reale passando al volo dell’app che usate per lo streaming a quella di Razer e viceversa.
A sorprendere però è la cancellazione del rumore: anche al livello più basso riesce davvero a pulire l’audio permettendo a chi vi ascolta di focalizzarsi unicamente sulla vostra voce.

Razer Seiren BT: a chi è adatto?

Come anticipato, Razer Seiren BT nasce per le IRL quindi per coloro che vogliono portare a spasso i proprio followers ma in realtà nulla vi vieta di usarlo come microfono anche per dirette fatte dal divino di casa vostra e utilizzando lo smartphone.
A disposizione avreste un dispositivo ultra-compatto, super trasportabile e venduto a 109,99 €. Un prezzo tutto sommato adeguato considerando la comodità del prodotto.

Sappiate però che non potete usarlo come microfono esterno per registrare video poiché al momento né Android né iOS supportano questa funzione all’interno dell’app Fotocamera.

Da non perdere questa settimana su Techprincess

🎮 Xbox Games Showcase 2024: tantissimi annunci, tra grandi ritorni e novità
💻A Taiwan per toccare con mano i nuovi AI PC di ASUSEd è solo l’inizio
💬Google lancia l’app Gemini in Italia: ecco come provare l’AI su Android e iOS
🧩La strategia di Jansen Huang, il CEO-rockstar: mi ha offerto da bere e chiesto del turismo in Italia
✒️ La nostra imperdibile newsletter Caffellattech! Iscriviti qui
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

 

Autore

  • Erika Gherardi

    Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.

    Visualizza tutti gli articoli

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button