FeaturedRecensioniTech

Recensione Amazon Echo Show: l’assistente virtuale da tenere in cucina

Il device unisce le caratteristiche tipiche della famiglia Echo ad un display da 10 pollici. Ma vale la pena acquistarlo?

La prima volta che ho visto Amazon Echo Show non sono riuscita a capirlo: è un assistente virtuale ma ha uno schermo, il display è touchscreen ma devo controllarlo praticamente solo con la voce, ho un aiuto visivo ma non molti servizi lo sfruttano o sono compatibili… Insomma, qual è il vero plus? Cosa potrebbe mai offrirmi rispetto ad Echo, Echo Plus o Echo Dot?

Dopo qualche giorno di utilizzo, l’illuminazione: Amazon Echo Show si adatta perfettamente alla cucina. Prima di spiegarvi perché facciamo un passo indietro.

Minimale ed elegante

A caratterizzare Amazon Echo Show è in primis l’ampio display da 10 pollici che lo trasforma in una sorta di tablet, un tablet però accompagnato da uno speaker posteriore rivestito in tessuto, speaker che sfrutta due driver al neodimio da 2 pollici, un radiatore passivo e la tecnologia Dolby per regalarvi un’esperienza d’ascolto davvero soddisfacente.

A bordo abbiamo anche una fotocamera frontale da 5 megapixel, progettata per scattare una foto usando i comandi vocali o per effettuare videochiamate tramite Skype. Presenti poi 8 microfoni, 4 frontali e 4 situati sulla parte superiore. Ad affiancarli la tecnologia beam-forming, cosa che permette loro di captare la vostra voce da qualsiasi posizione e anche in presenza di qualche fastidioso rumore di fondo.

Ma come lo controllo questo Amazon Echo Show? Principalmente con i comandi vocali. A disposizione però ci sono tre tasti fisici per mutare il microfono e regolare il volume. Anche il display touchscreen può venire in vostro aiuto: uno swipe verso il basso vi consente di regolare la luminosità, controllare qualche dispositivo della vostra smart home, cambiare le impostazioni di rete e modificare la schermata principale.

Non dimenticate poi l’applicazione Amazon Alexa. Anch’essa infatti può aiutarvi a controllare il vostro Echo Show riproponendovi  la maggior parte delle impostazioni già presenti sul dispositivo stesso. L’applicazione però vi aiuta anche a creare nuove routine, a monitorare le vostre liste, ad installare nuove skill e a collegare il vostro account Spotify ad Amazon Echo Show.

A conti fatti quindi questo grosso tablet offre tutto ciò che propone anche il resto della gamma Echo: design elegante, audio potente e tutte le funzionalità di Alexa. Il plus quindi è rappresentato dal display, ma – e qui torniamo al dubbio iniziale – come lo sfrutto?

Amazon Echo Show e la cucina

Prima di spiegarvi perché Echo Show è perfetto per la cucina (almeno per la mia) permettetemi una piccola premessa.

Normalmente la mia attività in questo ambiente è affiancata da più di uno strumento tecnologico:

  • uso lo smartphone per cercare le ricette;
  • sfrutto il tablet per guardare film o serie TV mentre cucino o lavo i piatti;
  • chiamo in causa l’assistente virtuale di turno per impostare il timer o aggiungere elementi alla lista della spesa.

A questo punto immagino abbiate capito dove io voglia andare a parare: Amazon Echo Show può fare tutte queste cose. Invece di usare tre oggetti differenti posso fare tutto con un unico device. Mi basta un “Alexa, riprendi la riproduzione di Psych” per continuare a guardare il telefilm che avevo iniziato a seguire sulla TV, posso cercare nuove ricette su Giallo Zafferano oppure dire “Alexa, imposta un timer di 10 minuti” dopo aver buttato la pasta.

Tutto questo senza toccare mai Amazon Echo Show, evitando quindi di sporcarlo o rovinarlo. Attenzione però: ricordatevi che il dispositivo non è impermeabile, quindi tenetelo lontano dal lavandino.

I limiti di Amazon Echo Show

Qualche difetto però il device ce l’ha. Il primo riguarda la mancata compatibilità con alcuni servizi. Potete infatti godervi i contenuti di Amazon Prime Video ma scordatevi YouTube e Netflix.

Avete poi le skill ma niente applicazioni. Questo significa che non potrete navigare, usare i social, sfruttare programmi di messaggistica, giocare e fare tutto ciò che fate abitualmente con un tablet.

Infine abbiamo Alexa con tutti i suoi limiti e le sue pecche. Qualche volta non capirà, altre volte non risponderà e altre ancora la troverete fastidiosamente saccente, ma è innegabile che sappia svolgere il suo compito. Non sempre perfettamente, occasionalmente con qualche incomprensione, ma alla fine potrete comunque gestire la vostra smart home, ottenere risposte alle vostre domande, impostare timer, sveglie e promemoria o ascoltare un po’ di buona musica su Spotify.

Amazon Echo Show: comprarlo o non comprarlo?

Echo Show non è proprio economico. Per portarlo a casa infatti dovrete investire 229,99 euro. Una cifra importante che dovrete spendere consapevolmente. È un buon prodotto ma ricordatevi che buona parte delle sue funzionalità le ritrovate anche nel resto della gamma, quindi prima di procedere all’acquisto chiedetevi cosa volete farci e se il display vi serve realmente.

Amazon Echo Show

  • Ottimo display
  • Qualità audio elevata
  • Semplicità d'utilizzo
  • Buone le videochiamate
  • Niente Netflix e YouTube
  • Non è un tablet quindi niente app
  • Alexa ha ancora qualche difetto

Tags

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker