fbpx
RecensioniRecensioni VideogiochiVideogiochi

La nostra recensione di God of War PC: sempre uno spettacolo

Dopo la buona riuscita di Horizon Zero Dawn, ora è il momento di God of War di approdare su PC e farsi vedere in tutto il suo splendore. Poche semplici parole caratterizzano la recensione di questo porting: decisamente ben riuscito. È stato piacevole poter giocare finalmente su Windows, senza riscontrare alcun problema. Non abbiamo trovato bug o glitch e anche le performance sono sempre state all’altezza. Il titolo, poi, si è dimostrato ottimo anche a distanza di qualche tempo dalla sua originale uscita. Insomma, un ottimo risultato per un gioco che merita sotto ogni aspetto. Siete curiosi di sapere come si è comportato God of War su PC? Scendiamo nei dettagli della nostra recensione.

Recensione God of war

Recensione God of War versione PC: non è invecchiato di un giorno

Una delle prime che abbiamo notato nella nostra recensione di God of War versione PC è la qualità grafica. Non solo non è invecchiato di un giorno, ma è anche decisamente migliorato. Giocarlo è un vero piacere per gli occhi e non solo. La qualità della narrazione è ottima, ma questo già lo sappiamo. Siamo, però, rimasti veramente colpiti dalle ottime texture e dalla scenografia. Ogni dettaglio è ampiamente curato e crea una scena eccezionale. Rispetto alla versione console, PS5, è addirittura meglio. Tramite le impostazioni, chiaramente, è possibile modificare il livello dei dettagli, per meglio adattarsi al proprio PC.

Il titolo, comunque, è ben ottimizzato e rispondere ben con diverse configurazioni. Lo abbiamo provato su un PC fisso con RTX 2060 Super in FHD e su un portatile con RTX 3070 in 2k. In entrambe le situazioni abbiamo avuto FPS stabili, ben sopra i 60FPS, con dettagli al massimo. Non abbiamo percepito particolari cali di frame o altri fastidi legati alle prestazioni. Tutto ha funzionato nel migliore dei modi, garantendoci un perfetto gameplay, piacevole in ogni aspetto.

Recensione God of war

Non solo la scenografia, ma anche la narrazione

Quello che stupisce, ancora, è quanto God of War rimanga interessante anche dal punto di vista di trama e narrazione. Non sembra passato un giorno dal suo debutto: una storia intricata, ricca di sfaccettature degne di nota. La storia di un padre che non sa come comportarsi di fronte a un figlio che ne ha certamente bisogno. Un uomo che non è libero dal passato, ma che, anzi ne è ancora più che ancorato. Una lotta tra il passato e il presente, una sfida nelle emozioni. Kratos e Atreus crescono insieme e ci portano in un viaggio ricco di emozioni.

Perché non si tratta solo di nemici da uccidere o oggetti da recuperare. Si tratta di avventurarsi in un percorso, non solo fisico, ma anche emozionale. Si tratta di combattere il passato, senza trascurare il presente e il futuro. Si tratta di compiere una missione che li accrescerà anche dal punto di vista morale. Un viaggio che mostra tutti i lati e le sfaccettature e che ci regala profondi e toccanti momenti.

God of War
God of War
Developer: Santa Monica Studio
Price: 49,99 €

God of War merita ancora, anche su PC

Giunti al termine della nostra recensione di God of War versione PC, possiamo solo dirvi di essere rimasti piacevolmente soddisfatti. Nonostante il tempo passato, il titolo non è vecchio, né da punto di vista della trama, né da quello scenografico. La narrazione sa assolutamente il fatto suo, rimanendo ancora perfettamente attuale. Dal punto di vista grafico, non abbiamo visto altro che miglioramenti e, questo, non può che essere un grosso pregio. Merita giocare a God of War su PC? Assolutamente sì. Se non ne avete mai avuto il piacere, questa è un’ottima occasione per acquistarlo.

Giulia Garassino

Ingegnere Aerospaziale da sempre amante di videogiochi e tecnologia. Cresciuta con Crash Bandicoot, Spyro e Metal Slug. Competitiva sugli FPS, non si lascia scappare platform, hack & slash e GDR. Il mio titolo preferito? Nier Automata. Il gioco su cui ho speso più ore? Battlefield, che domande! Eppure, una grandissima fetta del mio cuore è occupata da Fable, amore di vecchia data. Dimenticavo, ho provato così tante tastiere che, ad occhi chiusi, potrei dirvi che switch montano!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button