FeaturedRecensioniTech

Recensione Google Pixel 3a XL: uno smartphone eccellente ad un prezzo accessibile

Vale la pena acquistare il nuovo medio di gamma di Big G?

Google Pixel 3a XL è proprio come me lo aspettavo: potente quanto basta, con un’autonomia decisamente soddisfacente e dotato della medesima fotocamera posteriore del fratello maggiore. Insomma, tutto ciò di cui avete bisogno ad un prezzo decisamente competitivo. Ne parliamo nel dettaglio in questa recensione.

Google Pixel 3a XL: la scheda tecnica

Come sempre, partiamo dalle caratteristiche tecniche del nuovo smartphone di Mountain View.

Dimensioni: 160,1 x 76,1 x 8,2 mm
Peso: 167 g
Display: 6″ OLED – 1080 x 2160 pixel
CPU: Qualcomm Snapdragon 670
GPU: Adreno 615
RAM: 4GB
Memoria: 64 GB
Rete: 4G LTE
Connettività: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 5.0, USB Type-C, GPS, NFC
Batteria: 3700 mAh
Fotocamera posteriore: 12,2 MP
Fotocamera anteriore: 8MP
Video: 4K @30 fps
Sistema operativo: Android 9.0 Pie

Gemelli diversi

Esteticamente Pixel 3a XL non si differenzia molto dal fratello maggiore. Sulla parte posteriore abbiamo infatti la stessa identica soluzione adottata su Pixel 3 XL con una parte opaca e quella superiore lucida. Cambia però il materiale: niente vetro e metallo ma solo un resistente policarbonato. Sul lato destro il tasto di accensione/spegnimento – colorato nella variante bianca – mentre a sinistra abbiamo sempre lo slot per la SIM. Niente slot per espandere la memoria e niente doppia SIM. Un problema, il primo, tutto sommato trascurabile vista la possibilità di salvare foto e video su Google Photo, mentre risulta ancora inspiegabile l’assenza del secondo slot per la SIM, ormai presente in qualsiasi altro device.

Il lato superiore ospita il ritrovato jack da 3,5 mm, indispensabile per la fascia di prezzo del suo device, mentre in quello inferiore trovate l’ingresso USB Type-C e lo speaker, non più alloggiato appena sotto il display.

A proposito di schermo, è da ben 6 pollici, OLED, con risoluzione Full HD+. Buona la luminosità così come i colori che sì, sono forse pù saturi del fratello maggiore ma l’effetto non mi è affatto dispiaciuto. Manca invece il notch, una decisione che porta con sé sia pro che conto. Il vantaggio è principalmente estetico: la tacca di Pixel 3 XL non è sicuramente una delle più eleganti del mercato, anzi, risulta incredibilmente ingombrante sebbene abituarsi non sia troppo problematico. Il problema è che l’assenza del notch rende il display un po’ più piccolo ed esalta invece le enormi cornici superiori ed inferiori. Quest’ultime risultano quasi anacronistiche in un mercato che ormai punta su profili ridotti all’osso, forellini e fotocamere pop up.

In generale troverete Pixel 3a XL uno smartphone delle dimensioni importanti, non giustificate dalla diagonale del display, ma il peso è contenuto e lo schermo è piacevolmente ampio, perfetto soprattutto per la visione di un video o per il gaming.

Vi segnalo infine l’assenza della certificazione IP68, presente invece su Google Pixel 3.

Un downgrade irrilevante

Il nuovo device di Google lascia il processore Qualcomm Snapdragon 845 per passare ad un più economico e meno potente Snapdragon 670 ma niente paura: le performance rimangono praticamente identiche. Merito ovviamente anche di 4 GB di RAM e, soprattutto, dalla perfetta integrazione con Android 9.0 Pie nella sua versione stock.

Ottime anche la connettività e l’autonomia. Google Pixel 3a XL vi consente infatti di arrivare fino a sera anche nelle giornate più stressanti.

Torna la fotocamera singola

Come accennavo all’inizio di questa recensione, Google Pixel 3a XL monta lo stesso modulo fotocamera del fratello maggiore. Il risultato quindi è praticamente identico, con scatti ottimi in qualsiasi condizione di luce, notte inclusa. Presente anche la modalità ritratto, accompagnata da un inspiegabile zoom ma comunque capace di regalare eccellenti scatti.

Cambia invece la configurazione frontale. Niente grandangolo per il piccolo di Mountain View, ma un sensore singolo da 8 megapixel con apertura f/2.0. Un cambiamento che elimina i group selfie ma che comunque vi consente di ottenere autoscatti perfetti per i vostri social network.

Identici invece i video, ma con una piacevole novità: la modalità Timelapse che vi permette di creare qualche originale filmato.

    Google Pixel 3a XL: comprarlo oppure no?

    Google Pixel 3a XL è decisamente un ottimo smartphone: buon display, ottime performance, eccellente fotocamera e un software sempre aggiornato. Non è perfetto ma vi consente di avere un Pixel senza spendere un capitale. Pixel 3a XL infatti costa 479 euro, la metà rispetto a Pixel 3 XL. La soluzione ideale per chi adora avere un software stock, sempre aggiornato ed estremamente fluido.

    Un unico consiglio: visti gli 80 euro in meno valutate anche Pixel 3a, è più compatto ma dovrete sacrificare un po’ di autonomia.

    Google Pixel 3a XL

    • Buon display
    • Fluido e reattivo
    • Fotocamera singola al top
    • Ottima autonomia
    • Design da rivedere

    Tags

    Erika Gherardi

    Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
    Next Article
    Close

    Adblock Rilevato

    Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker