fbpx

Difficile trovare un vero difetto a Huawei MateBook 13. Il notebook del colosso cinese, che mi ha accompagnato praticamente ovunque nelle ultime due settimane, si è rivelato affidabile, maneggevole e capace di regalarmi tutta la potenza di cui ho abitualmente bisogno. Certo, non è esattamente per tutti, ma vi spiego perché in questa recensione.

Solido ed elegante

Huawei MateBook 13 ingressi
Huawei MateBook 13, ingressi sul lato destro

Il design, lo ammetto, non è sicuramente originalissimo. La somiglianza con i laptop della Mela è piuttosto evidente, ma questo non è certo un problema. In realtà le linee sono morbide, eleganti ed essenziali, la qualità costruttiva è davvero ottima e i materali sono indubbiamente premium. Insomma, vi basterà tenerlo in mano pochi secondi per iniziare ad apprezzarlo.

Questo piacevole feeling lo ritroverete anche dopo averlo aperto: la tastiera infatti è di dimensioni assolutamente adeguate, con tasti definiti e una corsa sufficiente a rendere la digitazione confortevole. Non male nemmeno il touchpad, solido e capace di sfruttare le gesture tipiche di Windows.

Sulla parte inferiore abbiamo poi due speaker, di buona qualità e con un volume assolutamente adeguato, mentre sui lati abbiamo due porte USB Type-C e un jack da 3,5 mm. Insomma, gli ingressi sono davvero ridotti all’osso. Avrei apprezzato la presenza di una porta USB tradizionale, utile soprattutto per collegare mouse e flash drive, ma per questo vi servirà un adattatore dedicato. Completano il comparto connettività il Bluetooth 5.0, il WiFi 802.11a/b/g/n/ac e la tecnologia Huawei Share.

E il tasto di accensione? Lo trovate poco sopra la tastiera e no, non serve solo ad avviare questo MateBook 13. Il pulsante infatti integra un utilissimo lettore d’impronte, così vi basterà appoggiare il dito per accedere a Windows 10. Niente password da ricordare o niente PIN facilmente hackerabile.

Huawei MateBook 13
Huawei MateBook 13

Veniamo infine al display da 13 pollici. Risoluzione 2K – nello specifico 2160×1440 pixel – e formato 3:2 per questo schermo che mi ha regalato parecchie soddisfazioni. La luminosità infatti è assolutamente buona, si comporta in modo eccellente con la luce artificiale mentre perde qualche punto se usato all’esterno. Eccellenti poi la resa dei colori, la finitura anti-riflesso e il trattamento oleofobico. Vi segnalo inoltre la possibilità di scegliere la temperatura colore e quella di attivare il filtro per la luce blu.

Performante ma non per tutti

Huawei MateBook 13 tastiera
Tastiera e touchpad di Huawei MateBook 13. In alto a destra il tasto di accensione/lettore d’impronte

Sotto la scocca il nostro MateBook 13 nasconde un processore Intel Core i7-8565U da 1,80 GHz, 8 GB di RAM e 512 GB di memoria interna, fornita con un SSD NVMe di Samsung. Questi tre elementi vi aiuteranno a svolgere serenamente la maggior parte delle operazioni quotidiane: potete gestire qualsiasi genere di file, navigare, guardare film in streaming e lavorare con Office 365. Non avrete difficoltà nemmeno con i programmi Adobe più diffusi: il notebook di Huawei infatti mi ha permesso di usare Photoshop in modo estremamente fluido, ma anche di montare qualche video.

Attenzione però: MateBook 13 monta una scheda video integrata, un Intel UHD Graphics 620 che non sopporta naturalmente compiti troppo gravosi. Niente editing di video 4K e niente gaming pesante. Dovrete quindi accontentarvi di giochi graficamente meno impegnativi. Io, ad esempio, l’ho utilizzato per qualche partita al caro vecchio Hearthstone senza riscontrare problemi, ma le cose precipitano rapidamente di fronte a titoli più corposi come Overwatch.

Vi lascio anche un secondo avvertimento, questa volta per quanto riguarda lo spazio di archiviazione. L’SSD è diviso in due partizioni: C e D. C è costituita da circa 80 GB di spazio, mentre D da ben 400 GB. Il problema è che C è progettata per contenere Windows e, idealmente, tutti i programmi, ma vi bastano un paio di software pesanti – quelli di Adobe nel mio caso – per saturare completamente la partizione. Il mio consiglio è quello di modificare fin da subito le dimensioni di C e D, così eviterete di dover spostare file e programmi in seguito.

Parliamo di autonomia

Huawei MateBook 13

Veniamo infine alla batteria da 41,8 Wh, batteria che sfrutta una delle porte USB-C per la ricarica. A conti fatti, considerando un uso piuttosto standard del PC, dovreste riuscire a coprire circa mezza giornata lavorativa. Questo significa che nel primo pomeriggio probabilmente dovrete dare una botta di vita a questo Huawei MateBook 13. Ovviamente le 4/5 ore di autonomia aumentano quando si parla di mero streaming e scendono di fronte a compiti più gravosi: basta un tradizionale montaggio video per dimezzare l’autonomia di questo notebook.

Ad essere particolarmente comodo è l’alimentatore di MateBook 13. È compatto, quasi tascabili e soprattutto può essere utilizzato per ricaricare anche lo smartphone. Tranquilli, non rischiate di dare fuoco al telefono: a bordo infatti troviamo una tecnologia che dosa la potenza erogata in base al device collegato.

Perfetto per l’utilizzo on-the-go

Ho usato Huawei MateBook 13 per andare a Zurigo, un viaggio durato poco più di 24 ore ma che mi ha permesso di mettere alla prova questo notebook nel suo ambiente naturale. Sì, perché il laptop cinese è palesemente nato per la mobilità. Permettetemi di spiegarvi perchè.

1. Leggero

Prima di tutto MateBook 13 è un dispositivo davvero leggero. I suoi 1,3 kg vi permettono di tenerlo in borsa o nello zaino senza rischiare la distruzione delle spalle. Una caratteristica essenziale per coloro che, come me, si trovano spesso a lavorare in treno, in aereo, in un bar o persino all’aperto.

2. Compatto

Non sottovalutate le sue dimensioni compatte. Lo schermo con rapporto d’aspetto 3:2 massimizza il rapporto display/corpo senza incidere troppo su lunghezza e larghezza. Tutto questo vi permette di avere un dispositivo che si adatta a piccoli spazi offerti dai mezzi di trasporto e vi consente di appoggiarlo sulle vostre ginocchia per lavorare anche quando siete seduti ad una conferenza, su una panchina o sul vostro divano.

Tra l’altro le dimensioni contenuti non incidono su quelle della tastiera, quindi non dovrete scendere a compromessi.

3. Buona autonomia e piccolo caricabatterie

Le 4/5 ore di autonomia offerte da questo notebook vi permettono di lavorare anche quando siete in trasferta senza preoccuparvi troppo per la batteria. A corto di energie? La compattezza dell’alimentatore vi permettono di caricarlo in maniera agevole praticamente ovunque.

4. Huawei Share

Huawei MateBook 13 Huawei Share
Huawei Share

Huawei Share è una funzione che il colosso asiatico ha introdotto lo scorso anno in concomitanza con il lancio della EMUI 8.1. Si tratta di un sistema di condivisione basato sul protocollo SMB (Server Message Block) e permette agli utenti di scambiarsi qualsiasi file. Questa tecnologia torna particolarmente utile a coloro che posseggono uno smartphone Huawei oppure Honor: basta appoggiare il device sull’area di rilevamento NFC di MateBook 13 per collegare i due terminali e trasferire foto e video in pochi secondi.

Una vera manna dal cielo per chi, come me, lavora moltissimo con le immagini.

Huawei MateBook 13: acquistarlo oppure no?

È giunto il momento di trarre qualche conclusione e rispondere così alla domanda che vi starete ponendo tutti: vale la pena spendere dei danari per Huawei MateBook 13? La risposta è sì, a patto però che non abbiate intenzione di giocarci o di sfruttarlo per compiti estremamente gravosi. Se dovete giocare o montare video in 4K, non è il device adatto a voi e probabilmente vi conviene puntare sul fratello maggiore, MateBook X Pro. È però perfetto per chi si trova spesso in viaggio, per chi lavora in mobilità, per chi cerca un dispositivo performante ma leggero e compatto e per coloro che non vogliono rinunciare ad un po’ di stile.

Tutto questo naturalmente ha un prezzo. La versione che ho provato, con Intel Core i7 e display tradizionale, costa 1199 euro. Scendiamo a 999 per la versione con Intel Core i5 mentre arriviamo a 1299 euro per la variante con i7 e display touchscreen.

Huawei MateBook 13

Pro Pros Icon
  • Design pulito ed elegante
  • Ottima qualità costruttiva
  • Bel display
  • Bene le performance
  • Buona la batteria
  • Apprezzatissimo Huawei Share
Contro Cons Icon
  • Ingressi ridotti all'osso

Condividi la tua reazione

Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Amore Amore
0
Amore
Paura Paura
0
Paura
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF
Erika Gherardi

author-publish-post-icon
Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.