fbpx
FeaturedRecensioniTech

Recensione LG G8s ThinQ: un vero top di gamma ad un prezzo ragionevole

Negli ultimi anni LG ha portato sul mercato top di gamma assolutamente interessanti, dotati di ottime performance, di un comparto grafico davvero soddisfacente e di un prezzo decisamente più abbordabile rispetto alla concorrenza. Eppure, nonostante i palesi sforzi e gli ottimi risultati ottenuti dall’azienda coreana, spesso la serie G viene superata dalla concorrenza. Il motivo? Manca l’effetto WOW, quel qualcosa in più che distingua il device da tutti gli altri.

Per interrompere questo circolo vizioso LG ha deciso di dotare il suo LG G8s ThinQ della tecnologia Air Motion, ossia della possibilità di comandare lo smartphone a distanza usando i movimenti della mano. Insomma, l’idea è quella di diventare dei giovani Harry Potter dando un tocco di magia alle operazioni quotidiane.

Sulla carta le gesture di Air Motion ci sono sembrate davvero intriganti, ma nell’uso quotidiano non sono risultate così efficaci. Ne parliamo in questa recensione.

LG G8s ThinQ: la scheda tecnica

LG G8s ThinQ scheda tecnica

Come da tradizione, prima di addentrarci nell’analisi di LG G8s ThinQ vediamo le sue principali caratteristiche tecniche.

Dimensioni: 155,3 x 76,6 x 8,0 mm
Peso: 180 g
Display: 6,2″ OLED – 1080 x 2248 pixel
CPU: Qualcomm Snapdragon 855
GPU: Adreno 640
RAM: 6 GB
Memoria: 128 GB – espandibile tramite microSD
Rete: 4G LTE – Dual SIM
Connettività: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 5.0, USB Type-C, GPS
Batteria: 3550 mAh
Fotocamera posteriore: 12 + 13 + 12 MP
Fotocamera anteriore: 8 MP
Video: 4K @60 fps
Sistema operativo: Android 9.0 Pie

Un notch ingombrante

LG G8s ThinQ display notchLG G8s vanta un’ottima qualità costruttiva, un solido profilo in metallo e una back cover in vetro che, all’occasione, fungerà persino da specchio. Una volta impugnato potrete percepire le sue reali dimensioni, sicuramente più generose rispetto al modello precedente. Gestirlo con una sola mano quindi non sarà semplicissimo ma, alla fine, ci farete l’abitudine.

Sul profilo destro troverete il tasto di accensione e spegnimento, a sinistra invece il bilanciere del volume – con due pulsanti separati – e il tasto dedicato a Google Assistant. Il lato inferiore ospita invece il jack da 3,5 mm, il connettore USB Type-C, lo speaker stereo ed un microfono che spesso e volentieri coprirete durante la registrazione delle famigerata IG Stories, quanto meno se siete destrorsi come la sottoscritta.

La già menzionata parte posteriore invece include il modulo della tripla fotocamera posteriore, leggermente sporgente, e un lettore d’impronte piuttosto preciso, posizionato forse troppo in alto rispetto alla lunghezza delle mie dita. Poco male: lo sblocco con il volto funziona benissimo.

Il display di LG G8s è un OLED da 6,21 pollici, con risoluzione Full HD+ e supporto all’HDR10. Tantissime le opzioni a disposizione, inclusa la modalità True View che adatta il colore dello schermo alla luce ambientale ma che spesso vi farà assistere a cambi un po’ troppo repentini.

A disposizione avete anche una serie di profili colore, ossia Cinema, Sport, Gioco, Foto, Web ed Esperto, l’abilitazione dell’HDR e la modalità Vista Comfort per ridurre l’emissione di luce blu.

Torna anche il New Second Screen che vi permette di nascondere un notch francamente troppo ingombrante. Sì, è vero, serve a contenere la Z Camera, ma in un periodo in cui tutti cercano di massimizzare lo spazio dedicato al display la scelta di LG risulta un po’ anacronistica e poco giustificabile.

Magico ma frustrante

LG G8s ThinQ performance

L’hardware di LG G8s è ovviamente quello di un vero top di gamma: processore Qualcomm Snapdragon 855, GPU Adreno 640, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna, espandibile con la classica microSD. Attenzione: per ampliare lo spazio a disposizione dovrete rinunciare alla seconda SIM.

Buono lo speaker stereo, ottima la connettività e soddisfacente la batteria, che con i suoi 3550 mAh ci porta a fine giornata senza grosse difficoltà.

E il software? Il device monta Android 9.0 Pie con la classica e ricchissima UI di LG. Le funzioni aggiuntive sono tantissime ma quella su cui l’azienda coreana ha puntato fin da subito è Air Motion, ossia la possibilità di usare delle gesture “aeree” – ossia tenendo la mano lontano dal display – per compiere determinate operazioni. Tutto questo vi permetterà di alzare e abbassare il volume, di aprire un’applicazione rapidamente e di rispondere persino al telefono. Utilizzarle però richiede un po’ di pratica e una buona dose di pazienza. Il problema è che, finito l’effetto WOW, inizierete ad usarle molto meno. Due i motivi: 1) difficilmente ne sentirete la necessità e 2) l’operazione spesso diventa frustrante ed è più il tempo impiegato che quello necessario, ad esempio, a pulirvi le mani e rispondere al telefono normalmente.

Ovviamente non è tutto da buttare: l’idea infatti è interessante ma la tecnologia va un po’ affinata. Quel che è certo è che LG ha ancora qualche carta da giocare e intende battersi per guadagnare qualche punto percentuale sia sul nostro mercato che nel resto del mondo.

Versatile e divertente

LG G8s ThinQ fotocamera

LG G8s propone una tripla fotocamera composta da un sensore principale da 12 megapixel, con apertura f/1.8 e stabilizzazione ottica, un grandangolo da 13 megapixel ed uno zoom – stabilizzato – da 12 megapixel. Questa composizione vi consente di affrontare praticamente qualsiasi situazione, contando così su un comparto fotografico versatile e capace di offrire risultati molto godibili. La messa a fuoco è davvero fulminea, i colori sono ben bilanciati e gli scatti sono piuttosto luminosi, soprattutto con il sensore principale. Con zoom e grandangolo perdiamo qualcosina ma niente di preoccupante.

La fotocamera frontale invece, con i suoi 8 megapixel, non stupisce particolarmente ma grazie ad una serie di filtri, effetti 3D e giochi di luce riesce a rendere l’esperienza d’uso piuttosto divertente.

Bene infine i video, che raggiungono i 4K e i 60 fps, perdendo però la stabilizzazione ottica. Per le scene più action avete anche la modalità Steady cam.

    LG G8s ThinQ: acquistarlo oppure no?

    A 769 euro è sicuramente un top di gamma stuzzicante, anche perché non gli manca davvero nulla. Ottime le performance, buona la batteria, eccellente la qualità costruttiva e sempre curato il comparto fotografico: che altro chiedergli di più? Certo, la ricerca dell’effetto WOW è parzialmente fallita, ma mostra comunque la volontà di innovare puntando su qualcosa di più originale del solito comparto fotografico.

    LG G8s ThinQ

    • Eccellente qualità costruttiva
    • Bel display
    • Ottime performance
    • Batteria promossa
    • Fotocamera versatile
    • Software ricchissimo
    • Air Motion poco convincente
    • Notch esagerato
    Tags

    Erika Gherardi

    Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
    Next Article
    Close

    Adblock Rilevato

    Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker