FeaturedRecensioniTech

Recensione Panasonic FZ950, un mostro di qualità con un’interfaccia da rivedere

Abbiamo provato l'ultimo TV OLED 4K di Panasonic, un gigante da 55 pollici che si distingue per l'altissima qualità dell'immagine

Abbandonare Panasonic FZ950 sarà davvero difficile. Il top di gamma OLED del colosso di Osaka è entrato prepotentemente in casa mia portando con sé tanta qualità e rivoluzionando il mio modo di vedere la TV. Attenzione però: questo non significa che sia privo di difetti. A penalizzarlo infatti ci pensa un’interfaccia decisamente trascurata e non esattamente al passo con i tempi.

Un design da migliorare

Il colpo d’occhio è davvero notevole. Il nostro Panasonic FZ950 da 55 pollici fa davvero un’ottima figura una volta montato e appoggiato al mobile prescelto. Minimale, estremamente sottile e nella parte superiore e arricchito da una soundbar realizzata in collaborazione Technics.

Quello che manca è la cura del dettaglio. Il retro ad esempio è in plastica ma presenta una particolare trama che dovrebbe ricordare i tessuti in pelle. Il risultato però non è sicuramente quello voluto: la sensazione infatti è quella di una soluzione grossolana, poco in linea con il resto del televisore e soprattutto con il prezzo di questo OLED. Sulla parte frontale invece troviamo un vano pensato per nascondere i cavi che collegano la soundbar al televisore: peccato che la sua copertura risulti poco stabile ed elegante.

Le mie perplessità includono anche i due telecomandi presenti nella scatola. Uno è tascabile, con una superficie touch fin troppo sensibile e un microfono per i comandi vocali. Lo so, detto così sembra molto evoluto, ma in realtà è risultato scomodo e poco utile sul lungo periodo. Molto meglio invece il secondo telecomando: qui avete tutti i tasti di cui avete bisogno – incluso un pulsante personalizzabile e quello dedicato a Netflix – e la sempre apprezzatissima retroilluminazione.

Parliamo infine di connettività. A disposizione avete tutti gli ingressi di cui avete bisogno: 4 HDMI, 3 USB, una porta LAN, lo slot per la SD Card, l’ingresso component, l’uscita ottica per l’audio e l’ingresso da 3,5 mm per le cuffie.

Attenzione però: solo due porte HDMI possono gestire i segnali HDR Ultra HD a 12 bit e 60 Hz, quindi scegliete con cura cosa collegare e come. Questo però non sarà l’unico parametro da considerare. Solo due connessioni HDMI sono angolate e rimangono quindi piatte. Questo significa che potreste avere qualche problema con l’installazione a muro e persino con l’applicazione del pannello che dovrebbe nascondere tutti gli ingressi.

Un’esperienza di visione davvero incredibile

Il punto forte di questo Panasonic FZ950 è indubbiamente la qualità dell’immagine. L’azienda nipponica ha davvero dato fondo a tutta la sua esperienza per offrire un televisore eccellente fin da subito. Sì, a disposizione avete una valanga di impostazioni che vi consentono di modificare davvero qualsiasi parametro, ma difficilmente ne avrete bisogno. Certo, gli esperti potranno divertirsi a cambiare qualche settaggio, ma il 90% degli utenti potrà accontentarsi del risultato offerto da 2 preset in particolare: Professionale 1 e Professionale 2. Entrambi offrono una resa davvero eccellente senza richiedere ulteriori interventi.

Buone la luminosità, la resa cromatica e la profondità del nero, così come il supporto ad HDR10, HDR10+ e HLG, mentre è assente quello al Dolby Vision che sì, non è indispensabile, ma risulta ormai sempre più utilizzato da Netflix. Notevole infine l’angolo di visione, cosa vi consente di godervi questo Panasonic FZ950 anche dagli angoli più remoti del vostro divano.

E l’audio? Quello è affidato alla già citata soundbar realizzata in collaborazione Technics, brand del gruppo Panasonic. Installarla non sarà semplicissimo, ma ne varrà la pena. Dopo aver litigato con il cavo proprietario e le diverse viti, avrete a disposizione un diffusore stereo da 4 x 20 watt. Niente di esaltante ma in realtà fa un lavoro piuttosto buono. Per ottenere però il meglio dalla soundbar dovrete andare nelle Impostazioni Audio e attivare il Surround Cinema. Non aspettatevi miracoli e bassi da urlo, quest’ultimi infatti non sono proprio pervenuti, ma in compenso potrete godervi davvero i film con colonna sonora multicanale.

Un’interfaccia da rivedere

Il vero neo di questo TV OLED è indubbiamente rappresentato dall’interfaccia. La guida TV sembra uscita dagli anni ’90, le impostazioni sono sicuramente migliorabili e la schermata dedicata alla parte più “smart” del televisore, quella che racchiude le varie applicazioni, è quasi asettica. Non ci sono né modernità né intuitività.

A pesare come un mattone è però la mancanza di coerenza. Sembra quasi che il software sia stato realizzato da team diversi, con stili diversi, che si sono incontrati per caso alla fine del lavoro. Insomma, qui Panasonic deve lavorare ancora parecchio.

Impossibile invece lamentarsi sul fronte contenuti. In realtà ho trovato tutte le applicazioni di cui avevo bisogno: c’è Netflix, c’è Prime Video, ci sono Infinity, Chili, DAZN e Rai Play. Tutte app che funzionano egregiamente nonostante il sistema non sia un campione di velocità.

Panasonic FZ950E: comprarlo oppure no?

Non è perfetto, ma Panasonic FZ950E mi è piaciuto davvero parecchio. La qualità dell’OLED infatti incontra qui l’esperienza della società giapponese dando vita ad un prodotto che può regalarvi un’esperienza visiva sicuramente stupefacente. Se poi siete appassionati o esperti, lo apprezzerete ancora di più. Certo, ha qualche diffetto ma niente di insuperabile. Il prezzo? 2.499 euro per il modello da 55 pollici da noi provato, mentre si sale a 3.799 per la variante da 65 pollici.

Panasonic TX-55FZ950E

  • Qualità dell'immagine incredibile
  • Menù delle impostazioni ricchissimo
  • Buon audio
  • Dettagli poco curati
  • Interfaccia da rivedere

Tags

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker