fbpx
CulturaPersonaggi

Oggi Riccardo Muti compie 80 anni. E Chicago lo festeggia col Riccardo Muti Day

Il celeberrimo direttore d’orchestra spegne 80 candeline. E viene celebrato non solo in Italia

Buon compleanno al Maestro Riccardo Muti, che proprio oggi compie 80 anni.

La stampa italiana e internazionale lo celebra con affetto. Ma sono soprattutto due città a rendergli omaggio. Una è Napoli, suo luogo natale. E l’altra, a sorpresa ma forse nemmeno troppo, è Chicago, che – come vedremo – in un certo senso è la patria d’elezione del Maestro.

Scopriamo tutti i festeggiamenti per gli 80 anni di Riccardo Muti. E ripercorriamo brevemente la carriera di un direttore d’orchestra di grande duttilità e temperamento, spesso in prima linea nelle battaglie a favore dei finanziamenti alla cultura. E che ha saputo far conoscere al grande pubblico la musica classica.

Gli 80 anni di Riccardo Muti: le celebrazioni in Italia

Riccardo Muti è nato a Napoli il 28 luglio del 1941. Qui si è diplomato nella classe di Pianoforte di Vincenzo Vitale, al Conservatorio di San Pietro a Majella. Lo stesso che, assieme all’Associazione degli ex allievi della scuola, ha invitato il Maestro per spegnere le sue 80 candeline.

Muti in realtà sarà a Napoli dopodomani, venerdì 30 luglio. Riceverà gli auguri della sua città e prenderà parte a diverse iniziative in suo onore. Nel pomeriggio, ad esempio, saranno inaugurate due mostre. La prima, nella Sala Muti del Conservatorio, si intitola “Tutto iniziò da qui”. Si tratta di un excursus multimediale dedicato ai suoi anni napoletani, curata dall’Associazione Ex Allievi di San Pietro a Majella.

L’altra mostra, “L’architettura della musica”, sarà allestita nel Chiostro grande e illustrerà la storia (e il futuro) di San Pietro a Majella. 

Poi il Maestro, assieme al filosofo Massimo Cacciari e a Monsignor Vincenzo De Gregorio, presenterà il libro “Le sette parole di Cristo”, scritto proprio dall’insolita coppia Muti-Cacciari.

Infine, inevitabilmente, spazio alla musica. Si terrà il concerto dell’Orchestra Barocca del Conservatorio di San Pietro a Majella diretta da Antonio Florio.

Riccardo Muti 80 anni

Oggi, invece, il Maestro festeggerà nell’amata Ravenna assieme alla moglie Maria Cristina Mazzavillani, con cui è sposato dal 1969, i tre figli e i nipoti.

Domani, giovedì 29, sarà la volta del Quirinale, per il concerto che apre il G20 della cultura, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Chicago e il Riccardo Muti Day

Sempre oggi la maggiore città dell’Illinois, per decisione della sindaca Lori Lightfoot, in coincidenza con gli ottant’anni del Maestro celebra nientemeno che il Riccardo Muti Day.

Nella lettera di motivazione si legge che Muti “è uno dei maggiori maestri del mondo”. Sono ricordate le sue interpretazioni di Verdi e le svariate onorificenze ricevute: tra le altre, Muti è Cavaliere di Gran Croce in Italia, Officiale della Legion d’Onore in Francia, oltre ad avere avuto riconoscimenti dalla Regina Elisabetta e da Papa Benedetto XVI.

La sindaca Lighfoot conclude quindi in maniera informale: “Per tutto questo non potrei essere più orgogliosa di unirmi alla sua famiglia, amici, colleghi e fan, nei festeggiamenti di questa occasione”.

Ma perché proprio Chicago ha voluto ricordare il grande direttore d’orchestra in occasione dei suoi 80 anni? Intanto, perché Muti si è impegnato nel far crescere molti giovani musicisti americani. Ma soprattutto perché il Maestro dirige dal 2010 la Chicago Symphony Orchestra.

Riccardo Muti

La carriera

Non potremmo che ripercorrere per sommi capi la fitta carriera del Maestro, costellata di successi internazionali.

Nel 1968 Riccardo Muti, appena ventisettenne, è diventato direttore musicale del Maggio Fiorentino, e ha conservato la carica sino al 1980.

Dal 1986 al 2005 è stato direttore musicale del Teatro alla Scala di Milano, e dal 1980 al 1992 direttore musicale dell’Orchestra di Filadelfia.

Dirige l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, che ha fondato nel 2004, con sede a Piacenza e Ravenna. E, come abbiamo già detto, dal 2010 dirige la Chicago Symphony Orchestra.

Nel 2015 ha fondato la Riccardo Muti Italian Opera Academy, un’accademia internazionale (aperta al pubblico di uditori) con sede a Ravenna. Qui allievi di direzione d’orchestra, maestri accompagnatori e cantanti d’opera selezionati da una commissione possono perfezionare le proprie conoscenze.

Verdi Collection [28 CD + 1 DVD]
  • Audio CD – Audiobook
  • 09/29/2016 (Publication Date) - Warner Music (Publisher)

I successi e le battaglie

Riccardo Muti ha affrontato con grande competenza e passione tutti i maggiori compositori. Ma è unanimemente riconosciuto come un eccelso interprete di Verdi.

È noto al grande pubblico non solo per le sue qualità musicali ma anche per le battaglie condotte a favore della cultura, spesso accompagnate da gesti clamorosi.

Come quando ha disertato la conferenza stampa di presentazione della stagione 2003 de La Scala, in aperta polemica con il sovrintendente Fontana. Le tensioni non si sono placate e Muti avrebbe dato le dimissioni due anni dopo.

Ancor più eclatante quel che è accaduto il 12 marzo 2011 al Teatro dell’Opera di Roma, durante l’esecuzione del Nabucco. Dopo il coro del Va pensiero il Maestro ha interrotto la recita e ha tenuto un discorso aspramente critico verso i tagli alla cultura decisi dal Governo. Poi è partito il bis del Va pensiero e Muti ha invitato il pubblico a unirsi al coro. Dirigendo così (“per la prima volta”) coro e pubblico.

Claudio Bagnasco

Claudio Bagnasco è nato a Genova nel 1975 e dal 2013 vive a Tortolì. Ha scritto e pubblicato diversi libri, è co-fondatore e co-curatore del blog letterario Squadernauti. Prepara e corre maratone con grande passione e incrollabile lentezza. Ha raccolto parte delle sue scritture nel sito personale claudiobagnasco.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button