fbpx

RugGear ha approfittato del MWC 2018 di Barcellona per confermare la sua posizione di leader mondiale dell'innovazione nei dispositivi mobili robusti e tecnologie per le condizioni ambientali più estreme, sia per le aziende sia per gli appassionati di outdoor. Per raggiungere l'obbiettivo, l'azienda con sede a Hong Kong ha presentato all'evento tutte le sue ultime innovazioni. 

Primo tra queste ultime è RG760, uno smartphone incredibilmente robusto, ideato per l'utilizzo in ambienti dalle condizioni estreme, in industria, nelle spedizioni o nelle operazioni di soccorso. Il modello è il primo dispositivo Android a supporto LTE e LTE privato Banda 31, che permetteranno alle compagnie e ai lavoratori specializzati di utilizzare stazioni mobili per creare una vera e propria rete LTE con una copertura di 50 km2 non dipendente da quelle pubbliche. Lo smartphone rispetta anche tutti i requisiti militari di resistenza ai liquidi, alla polvere, agli oli, alle vibrazioni e alle cadute, perfino da 1.5 metri di altezza. Con RG760 non si avranno mai problemi di comunicazione, perché il modello può anche essere utilizzato come walkie-talkie e, grazie al suo volume a 100 dB, potrà essere utilizzato anche in luoghi rumorosi.

A garantire buone prestazioni è il processore Qualcomm Snapdragon 625, affiancato da una memoria RAM da 3 GB e 32 GB di memoria interna, che può essere espansa fino a 128 GB mediante microSD. La batteria standard è da 5600 mAh, ma può essere sostituita con un'altra da 10000 mAh, oppure ricaricata molto velocemente grazie a Qualcomm Quick Charge 3.0 via la porta USB di tipo C. Il display da 4 pollici, costituito dal vetro Corning Gorilla, è facilmente utilizzabile ad intervalli di temperatura tra from -20°C to +60°C anche con guanti o dita umide. Lo smartphone può contare su una fotocamera da 13 megapixel e una frontale da 5 MP, unite ad un LED utile anche come potente torcia e diversi sensori, tra cui giroscopio, pressione dell'aria, umidità e temperatura. Un pannello frontale permetterà di svolgere le funzioni più intuitive, come rispondere alle chiamate, accendere e spegnere, navigare con quattro tasti direzionali. La presenza di un pulsante SOS renderà inoltre la chiamata di emergenza immediata.

Secondo smartphone presentato in occasione dell'MWC 2018 è RG850, primo dedicato all'outdoor con sistema Android 8.1 (Oreo) e un display 18:9. Come RG760, anche questo modello rispetta tutti i requisiti militari di resistenza e può contare su un display da 5.99 pollici che, grazie al vetro Corning Gorilla, è facilmente utilizzabile anche con dita umide e guanti. Il dispositivo potrà contare su un processore Qualcomm Snapdragon 430, una memoria RAM da 3 GB, una interna da 32 GB espandibile mediante microSD fino a 128 GB e la possibilità di montare due micro SIM. La batteria da 4000 mAh permetteranno di sfruttare l'RG850 anche per lunghi periodi, mentre la fotocamera da 12 MP e quella frontale da 8 MP, unite ad una serie di sensori con diverse funzioni, lo renderanno perfetto anche per scattare foto e come torcia.

Ultimo ma non meno importante dispositivo presentato da RugGear è l'orologio RG-PTTW1, ingegnerizzato in modo tale da poter effettuare chiamate bi-direzionali indoor e outdoor, grazie alla combinazione di 4G, Wi-Fi e GPS. Il dispositivo rispetta i requisiti militari di resistenza ed è sostenuto da un sistema Android 7.1, da una memoria interna da 4 GB e una da 512 GB. RG-PTTW1 supporta il sistema LTE e, grazie alla presenza di un potente speaker, può facilmente essere utilizzato come un walkie-talkie. L'orologio è ideale anche per coloro che soffrono di allergie, grazie alla robusta plastica che lo protegge e al braccialetto costituito da silicone.


Like it? Share with your friends!

What's Your Reaction?

Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Amore Amore
0
Amore
Paura Paura
0
Paura
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF
Maria Elena Sirio

author-publish-post-icon
Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.