fbpx
Samsung Galaxy Z Fold 2 prezzo

Tutto quello che devi sapere su Samsung Galaxy Z Fold 2
Il colosso coreano ha presentato ufficialmente il suo nuovo pieghevole: ecco caratteristiche, prezzo e data d'uscita


Samsung Galaxy Z Fold 2 non è una novità assoluta. Un mese fa infatti l’azienda coreana aveva mostrato una breve anteprima del suo nuovo pieghevole, senza però svelare troppi dettagli. Oggi l’attesa è finita e del nuovo foldable di Samsung sappiamo praticamente tutto. Vediamo quindi le caratteristiche di Galaxy Z Fold 2.

Samsung Galaxy Z Fold 2: scheda tecnica

Affrontiamo subito l’elefante nella stanza: le caratteristiche tecniche. Cosa si nasconde sotto la scocca pieghevole del nuovo smartphone asiatico?

Dimensioni: 159,2 x 128,2 x 6,9-6,0 mm (aperto) / 159,2 x 68 x 16,8-13,8 mm (chiuso)
Peso: 282 g
Display: 7,6″ Dynamic AMOLED 2x Infinity Flex Display 2208 x 1768 pixel(interno) / 6,2″ Super AMOLED 2260 x 816 pixel
CPU: Octa-Core a 64 bit – 7 nm
RAM: 12 GB
Memoria: 256 GB
Rete: LTE/5G
Connettività: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac/ax, Bluetooth 5.0, USB-C, GPS, NFC, UWB (Ultra Wide Band)
Batteria: 4.500 mAh
Fotocamera posteriore: 12 + 12 + 12 MP
Fotocamera interna: 10 MP
Fotocamera frontale (cover): 10 MP
Sistema operativo: Android 10 con One UI

La nostra video-anteprima

Cosa cambia?

Lo scorso anno Samsung aveva presentato il suo primo pieghevole: Galaxy Fold. Il foldable coreano non ha avuto vita facile: ci sono state critiche, problemi, fraintendimenti e difetti più o meno evidenti. Gli abbiamo perdonato tutto. In fondo era il primo smartphone della nuova era e nessuno poteva aspettarsi la perfezione. Il Fold però ha fatto quello che tutti si aspettavano: ha aiutato le aziende a capire dove intervenire e cosa volevano davvero gli utenti.

Il risultato? I pieghevoli funzionano! Non intendiamo dire “si accendono!“, sia chiaro. Galaxy Fold – ma anche Z Flip – hanno mostrato alle persone un nuovo modo di intendere i dispositivi mobile, dando loro nuove possibilità e nuove funzionalità che non sapevano ancora di volere e di poter utilizzare.

Samsung Galaxy Z Fold 2 si basa proprio su questo, su quanto imparato con i suoi predecessori. In fondo lo possiamo capire anche dal nome: Galaxy Z sarà probabilmente il nome della serie di pieghevole della società di Seul. 

Design e display

Samsung-Galaxy-Z-Fold-2-coloriMa cosa c’è di nuovo in questo device? Prima di tutto i display. 
All’interno si passa dai 7,3″ di Galaxy Fold a 7,6″. Lo schermo principale, un Dynamic AMOLED Infinity Flex, diventa così più grande e perde quell’ingombrante tacca che potevamo trovare nell’angolo in alto a destra. Ora abbiamo solo un forellino che ospita la fotocamera interna da 10 megapixel. 
Sono state inoltre ridotte le cornici, è stata aumentata la risoluzione e sono comparsi i 120 Hz. Non fissi, tranquilli. Come avviene su Note 20 Ultra la frequenza di aggiornamento è adattiva, quindi cambia in base al tipo di contenuto così da ridurre i consumi. 

All’esterno invece abbiamo un display da 6,2 pollici contro i 4,6″ del predecessore. Un passo avanti importante che va ad eliminare uno dei punti critici di Galaxy Fold. Prima infatti usare lo smartphone con lo schermo esterno era difficile, ora è decisamente più comodo e soddisfacente. 

Sono state inoltre ridotti gli spessori, senza però sacrificare nulla. Anzi, ora abbiamo anche due speaker stereo che sembrano promettere ottime prestazioni. Per esserne certi però dovremo provarlo.

Arriviamo infine alla cerniera che fa tesoro di quanto visto su Z Flip. Composta da ben 60 elementi, la cerniera consente ora al dispositivo di rimanere piegato con un angolo che va dai 75 ai 115°, auto-sostenendosi senza difficoltà. 
Samsung ovviamente non ha sacrificato la solidità per raggiungere questo risultato: Galaxy Z Fold 2 regge oltre 200.000 piegature ed è studiato per evitare l’intrusione di fastidiose particelle che potrebbero comprometterne le funzionalità.

La Flex Mode e il comparto fotografico

Samsung-Galaxy-Z-Fold-2Da Z Flip ereditiamo anche la Flex Mode. Alcune app infatti erano state pensate per funzionare proprio quando lo smartphone veniva piegato a 90°, così da offrire un’esperienza d’uso ancora più naturale ed intuitiva. La stessa cosa accade sul nuovo pieghevole. Ci sono infatti una serie di software che possono sfruttare la Flex Mode per dividere a metà la propria interfaccia e permettere all’utente di avere tutto a portata di mano. 
Pensate, ad esempio, a Google Duo che mostra nella parte superiore le webcam dei vostri interlocutori e in quella inferiore i tasti per gestire le videochiamate.
O, ancora, YouTube con il video sopra e commenti sotto. 

Tutto questo si applica poi alla fotocamera. Usando la Flex Mode potete vedere il risultato senza aprire la galleria e in più potete sfruttare l’inquadratura automatica che centra il soggetto senza dover toccare lo smartphone. Lo aprite a 90 gradi, scegliete l’inquadratura e poi sarà lui ad assicurarsi che siate sempre al suo interno.

Accanto a queste funzionalità più smart troviamo anche funzionalità più tradizionali legate proprio al comparto fotografico come Scatto Unico, la Modalità Notte e Pro Video per coloro che vogliono controllare i singoli parametri durante le fasi di ripresa. 
A queste potete affiancare la Doppia Anteprima, ossia la possibilità di avere una doppia anteprima. Entrambi gli schermi quindi mostreranno ciò che vede la fotocamera così da permettere al soggetto di verificare come sta venendo lo scatto.
Se invece siete da soli sappiate che potete usare la fotocamera principale per immortalare un vostro ritratto, utilizzando nel frattempo il display esterno per controllare il risultato.

Un’interfaccia intelligente

Samsung-Galaxy-Z-Fold-2-fotocameraMassima attenzione anche all’interfaccia. Oltre alla Flex Mode infatti compare il Multi-Active Windows per avere ben 3 app a schermo, di cui potete definire il layout. 
Per gli amanti del multitasking arriva anche la funzione drag and drop per trascinare foto e testi da un’applicazione all’altra, a patto però che le app in questione siano compatibili con questa nuova funzionalità.
Samsung Galaxy Z Fold 2 avrà anche anche Acquisizione Schermo Diviso. Quando avviate il Multi-Active Windows ed effettuate lo screenshot non avrete una sola immagine ma ben 3, una per ogni app presente. Starà a voi scegliere quale condividere.

Per ottimizzare l’esperienza utente il colosso coreano ha previsto anche due modalità: la prima aumenta le dimensioni degli elementi a schermo per simulare la stessa esperienza di uno smartphone, la seconda invece è simile ad un tablet e vi consente di ospitare molte più informazioni sul display interno. A sfruttare quest’ultima modalità saranno ovviamente le app Samsung ma anche la suite Office di Microsoft. La partnership con l’azienda di Redmond infatti continua a portare interessanti funzionalità sugli smartphone coreani, pieghevoli inclusi.

Samsung Galaxy Z Fold 2: colori, prezzi e disponibilità

Samsung-Galaxy-Z-Fold-2-Samsung Galaxy Z Fold 2 sarà disponibile in due colorazioni: Mystic Black e Mystic Bronze. È previsto inoltre un tool online che vi consentirà di definire il colore della cerniera scegliendo tra Metallic Silver, Metallic Red, Metallic Blue e Metallic Gold.

Per i più fashion tra voi arriverà anche la Thom Browne Edition che includerà il Galaxy Z Fold 2, Galaxy Watch 3, Galaxy Buds Live ed una serie di accessori esclusivi.

Galaxy Z Fold 2 5G sarà disponibile nei negozi fisici e online a partire dal 18 settembre 2020 al prezzo di 2049 euro con i preordini che aprono già oggi.


Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.