fbpx
FeaturedNewsSpettacoli

Sanremo 2021 – Top e flop della prima serata

Tra alti e bassi, ecco tutto quello che è successo nella prima serata della 71esima edizione del Festival di Sanremo

Nonostante l’emergenza Covid-19 abbia stravolto completamente il nostro mondo, c’è sempre una cosa che rimane al suo posto: il Festival di Sanremo. Come ogni anno – da oramai 71 anni – la kermesse musicale italiana torna per tenere incollati davanti allo schermo anche quegli utenti che oramai la televisione non la guardano più. E ci riesce al meglio, come da tradizione. Nonostante le poltrone vuote, i copioni sempre uguali dei presentatori, la scalinata troppo ripida per i vestiti lunghi e l’immancabile Beppe Vessicchio. Vediamo allora come è andata la prima serata di Sanremo 2021, ripercorrendo i momenti migliori e peggiori vissuti sul palco dell’Ariston.

Sanremo 2021: il meglio e il peggio della prima serata

Fiorello e l’accappatoio di Achille Lauro

La 71esima edizione del Festival di Sanremo comincia subito all’insegna dello show di Fiorello, che scende le scale più pericolose d’Italia indossando un gigantesco mantello ricoperto di fiori. “Devo ringraziare Achille Lauro perchè questo è solo il suo accappatoio“, così lo showman dà il via ad una serata che si preannuncia pittosto turbolenta per il povero Amadeus. L’effetto è più quello di un outfit di Malgioglio, ma lo dimentichiamo subito quando Fiorello si cimenta nella versione rock del brano che vinse la primissima edizione del Festival, Grazie dei Fior.

Sanremo 2021 Fiorello

Ma la parte migliore dell’entrata in scena dello showman è senza dubbio la scenetta con cui intrattiene le poltrone dell’Ariston. Vuote, rosse e bellissime. “Alzate i braccioli, applaudite!“, e subito scatta l’ironia su un teatro completamente vuoto. “Non avete mai potuto vedere il Festival, avete visto sempre la parte peggiore dell’essere umano” – e sappiamo tutti qual è. Con qualche battuta qua e là, Fiorello riesce in un solo minuto a citare Carla Fracci, dare una stoccata a Zingaretti e persino elogiare Mario Draghi. Insomma, comincia bene lo showman, in perfetto stile Sanremo.

Le lacrime di Fedez

Abbiamo visto Fedez calcare qualunque palcoscenico della televisione italiana, ma mai quello dell’Ariston. Eppure, c’è sempre una prima volta per tutti, e Sanremo 2021 è quella del rapper italiano. Scende con qualche difficoltà la scalinata e poi prende posto al centro del palco, separato e legato a Francesca Michielin da un nastro bianco che fa da emblema per il distanziamento sociale a cui tutti siamo costretti da oltre un anno. E dopo aver cantato “Chiamami per nome”, il cantante si lascia andare alla commozione tra le braccia dell’amica. Tutto è durato appena qualche secondo. Quanto basta per aver scatenato le reazioni di migliaia di utenti sui social, dove Fedez è davvero molto seguito ed apprezzato.

L’intramontabile Loredana Bertè

Dove c’è Loredana Bertè, c’è show. E questo vale anche per la prima serata di Sanremo 2021. Voluta fortemente da Amadeus come ospite, la cantante riesce a smuovere persino le poltrone dell’Ariston con un medley dei suoi migliori successi. Da “Il mare d’inverno” a “Non sono una signora”, passando per “Sei bellissima” e “Dedicato”, questa Signora della musica italiana non ha bisogno di autotune nè di nient’altro per dimostrarsi la vera vincitrice della serata. Lasciatecelo dire: non c’è nessuno come la Bertè. La sua minigonna è una certezza. E quest’anno è persino riuscita a lanciare il trend dell’acconciatura con le farfalle, ne siamo certi.

Sanremo 2021, Achille Lauro piume rosa e lacrime di sangue: "Sono peccato e  peccatore" - la Repubblica

Il look di Achille Lauro

Se lo scorso anno ci aveva stupito salendo sul palco dell’Ariston indossando la tutina trasparente che ha fatto il giro dei social, questa volta Achille Lauro ci ha davvero lasciati senza parole. Sulle note di “Solo noi” arriva di fronte al microfono con una tuta di paillettes, tacchi altissimi, unghie lunghissime, capelli blu e piume rosa che gli incorniciano il viso. E non è tutto. Durante la performance riesce persino a piangere lacrime di sangue, che è ben più di quello che sia riuscito a fare Fedez nella prima serata di Sanremo 2021.

Ma non è solo il look di Achille Lauro che gli fa conquistare un posto nell’Olimpo dei cantanti più amati dai social. Il rapper dedica la sua performance al mondo dello spettacolo, indebolito dall’emergenza Covid-19, che ha costretto migliaia di operatori a casa per via della chiusura di teatri, stadi e quant’altro. Nella sua eccentricità, il cantante riesce più di ogni altro a toccare un tema quanto mai attuale nel nostro Paese. Ma lo fa a modo suo, chiudendo la performance con un monologo che richiede un’attenta interpretazione.

Sono il glam rock, sono un volto coperto dal trucco, la lacrima che lo rovina, il velo di mistero sulla vita, sono la solitudine nascosta in un costume da palcoscenico. Sessualmente tutto, genericamente niente, esagerazione, teatralità, disinibizione, lusso e decadenza,  peccato e peccatore, grazia e benedizione, Sono gli artisti che si spogliano e lasciano che chiunque possa spiare nella loro camera da letto, in tutte le stanze della psiche. Esistere è essere, essere è diritto di ogni uomo. Dio benedica chi è“.

È stata solo la prima serata, ma ci ha regalato già non poche sorpres. Cosa dovremmo aspettarci per questa serata allora? Ne riparleremo domani insieme.

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button