fbpx

Smart ring, tecnologia da portare su un dito
Cos'è e a cosa serve uno smart ring. E qual è l'anello per dominarli tutti?


Invece di citare Tolkien o Beyoncé, vado dritto al punto: gli smart ring stanno arrivando. Anzi, alcuni sono già arrivati. Gli anelli intelligenti, che usano l’NFC e il Bluetooth per comunicare con lo smartphone, potrebbero essere il futuro della tecnologia indossabile. Tanto che anche Apple sembra interessata a sviluppare un “iRing“.

A che cosa serve uno smart ring?

Creare un prodotto davvero smart in un formato così piccolo, non è facile. Quindi occorre trovare un compromesso fra quello che uno smart ring può fare, e le sue dimensioni. Per adesso, ci sono due grandi distinzioni da fare, fra gli anelli che utilizzano solo l’NFC per comunicare con il telefono, e quelli che hanno anche il Bluetooth.

Lo smart ring NFC

Jakcom R3La versione più semplice è quella dell’anello NFC. Questa tecnologia permette di scambiare dati sicuri fra due dispositivi. Che cosa significa? Che con gli smart ring NFC si può comunicare con lo smartphone in maniera basilare, ad esempio per sbloccarlo in automatico quando vi avvicinate al dispositivo. Oppure lo si può usare per i pagamenti invece della carta di credito. Alcuni smart ring hanno addirittura più di un sensore NFC, per comunicare diversi tipi di informazioni: smartphone all’esterno e carta di credito all’interno.

Questi anelli non sono, per così, “intelligentissimi”, ma sfruttano l’NFC per azioni semplici. E costano poco. Lo smart ring NFC Jakcom R3, ad esempio, servirà soprattutto per sbloccare lo smartphone tramite NFC e comunicare note sicure col telefono. Non offre gesture particolari, né la possibilità per i pagamenti, ma è un buon punto d’inizio nel mondo degli smart ring (anche se compatibile solo per Android).

Jakcom R3 Smart NFC Anello intelligente...
  • Tungsteno liquido: lega di carbonio amorfo, ceramica di cristallo epossidica.
  • Modulo per la salute: germanio, magnete vulcanico, pietra energetica FIR.
  • NXP Smart CDX: l'area M1 e ID è dotata di chip dual-core NXP MCU.

Le applicazioni potenziali degli anelli NFC, tuttavia, sono molte di più. Ad esempio, Kaspersky sta sviluppando un anello capace di creare impronte digitali uniche, per un accesso ancora più sicuro ai propri dati.

Lo smart ring per il fitness

Motiv Ring FitnessCi sono anche anelli intelligenti più sofisticati. In realtà, parecchio più sofisticati, anche se il prezzo aumenta di conseguenza. Con Bluetooth, cardiofrequenzimetro e accelerometro un anello può fare lo stesso lavoro che fa una smart band o uno smartwatch. Ovviamente, non avrete lo schermo, ma avrete un accessorio per il fitness piccolo e discreto.

Motiv Ring Fitness, ad esempio, registra tutte le vostre attività sportive e i battiti del cuore. Inoltre monitora il vostro sonno, e l’applicazione che accompagna l’anello vi fornirà tutti i dati per analizzare la vostra salute. Le letture sono davvero sensibili, e la comunicazione con lo smartphone eccellente. Ed è anche elegante da indossare.

Motiv Ring Fitness, Sleep e Cardiofrequenzimetro per iPhone...
  • Si consiglia prima di acquistare un set di misure per trovare la vostra taglia; poi selezionare il vostro anello una...
  • Il costo della misura sarà accreditato per il vostro acquisto di Motiv Ring
  • Fitness tracker 24/7: passi e distanza, frequenza cardiaca, attività, calorie bruciate, monitoraggio del sonno.

L’anello con l’intelligenza artificiale

Al momento, Motiv è probabilmente l’anello più intelligente che potete comprare in Italia. Ma le cose si stanno muovendo, molto in fretta. Amazon ha già annunciato Echo Loop, il suo smart ring con Alexa. Ed è esattamente quello che pensate: un anello (piuttosto ingombrante) a cui potete parlare per prendere appunti o fare la spesa. Come è già successo per gli smartwatch, sembra che la tecnologia degli anelli si stia evolvendo molto velocemente, aggiungendo funzioni che rendono i “ring sempre più smart”.

Inoltre, nelle ultime settimane, Apple ha depositato un brevetto, dove si mostra un anello estendibile. L’iRing potrebbe essere alle porte. E quando anche Apple è pronta a lanciare un suo smart ring, significa che presto ne avremo tutti uno al dito.


Stefano Regazzi

author-publish-post-icon
Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link