fbpx
snapchat amicizia

Snapchat: ecco come cambiano le amicizie durante la pandemia
Il Friendship Report di Snapchat evidenzia il modo in cui la pandemia influenza le amicizie


Un nuovo report di Snapchat  mostra il modo in cui i rapporti di amicizia stanno cambiando durante la situazione d’emergenza legata al COVID-19. L’indagine ha preso in considerazione ben 30 mila persone in 16 Paesi per approfondire, grazie anche all’aiuto di 17 esperti di ogni parte del mondo, l’impatto della pandemia sull’amicizia. Il distanziamento, il lockdown e i rischi per la salute possono in qualche modo modificare le abitudini.

Snapchat  mostra come il COVID-19 sta cambiando i rapporti d’amicizia

Il nuovo Friendship Report di Snapchat  punta a fotografare il modo in cui il COVID-19 ha influenzato i rapporti di amicizia nel corso di questi mesi. Lo studio ha raccolto pareri di 30 mila persone per fotografare al meglio la situazione. In Italia, il 56% delle persone conferma di utilizzare maggiormente i canali online per comunicare rispetto a quanto avveniva prima del COVID-19.

Secondo il 77%, inoltre, ritiene la comunicazione digitale sia essenziale per mantenere i rapporti con i propri amici, indipendentemente dall’età. Da notare, inoltre, che il 28% degli italiani intervistati dichiara di sentirsi solo da quando è cominciata la pandemia. Tale dato è più alto di ben 8 punti percentuale rispetto a quanto registrato prima della pandemia.

 

Gli effetti negativi della pandemia e la solitudine

Elisabetta Ruspini, professoressa associata di Sociologia presso l’Università di Milano-Bicocca ed esperta coinvolta da Snapchat nella ricerca, analizza uno degli effetti negativi della pandemia: “L’epidemia da Coronavirus ha esercitato un impatto negativo sulle nostre vite, aumentando l’isolamento e la solitudine e generando paure e diffuse preoccupazioni”.

Secondo la professoressa Ruspini la pandemia ha avuto un effetto notevole sulle relazioni sociali: “alcune interazioni ne sono uscite rafforzate, mentre altre sono state danneggiate o interrotte. La tecnologia può offrire supporto in tempi di crisi ma tutte le persone dovrebbero avere la possibilità di accedervi e anche sapere come usarla” 


Davide Raia

                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link