fbpx
FeaturedFotografiaNews

Sony a7R IV: la prima fotocamera mirrorless full frame da 61 megapixel

È finalmente arrivata la nuova regina, pronti a scoprire le caratteristiche?

Sony a7R IV è stata da poco presentata a sorpresa dal produttore giapponese. Il mondo della fotografia internazionale ha ora gli occhi puntati su questa nuova regina che, nella sfida al numero di megapixel, sembra avere un grande e importante vantaggio. Scopriamo quindi caratteristiche, prezzo e data di uscita.

Sony a7R IV caratteristiche e specifiche

Sony a7R IV

Sony a7R IV è stata annunciata dal produttore come “la fotocamera full-frame con la risoluzione più alta mai prodotta da Sony”, e in effetti è proprio così perché il nuovo sensore d’immagine retroilluminato CMOS Exmor R full frame arriva a ben 61 megapixel, un record anche “solo” nel mercato delle mirrorless full frame (lasciando da parte le medio formato, ovviamente). Insieme all’incredibile sensore, Sony ha svelato anche le altre caratteristiche che, in un modo o nell’altro, lasciano tutte a bocca aperta. Si parla di una gamma dinamica di ben 15 stop a basse sensibilità che vi permetteranno di ottenere incredibili gradazioni fluide e naturali per spaziare da aree molto scure a quelle molto luminose. Calcolando la grande mole di megapixel, ci si aspetta una raffica di scatto piuttosto lenta, invece no, Sony è riuscita a sorprendere gli utenti anche su questo fattore: la nuova Sony a7R IV può scattare ben 10 fotogrammi al secondo con tracking AF/AE completo e per circa 7 secondi, caratteristica che ne permette l’utilizzo anche in ambito sportivo.

Sony a7R IVPensate che sia finita qui? Ovviamente no, perché se non vi bastavano i punti AF del precedente modello, ci sono buone notizie anche in questo caso. I punti di messa a fuoco automatica a rilevamento di fase passano a ben 567 a rilevamento di fase, segnando un altro record per la linea R della serie alpha full frame. Diversamente, avrete anche a disposizione 425 punti AF a rilevamento di contrasto. Per la prima volta debutta inoltre in un sistema Sony mirrorless la funzione “Real-time Eye AF” per le riprese video così come i nuovi e avanzati Real-time tracking e Real-Time Eye AF per gli scatti fotografici. Grazie a queste nuove funzioni sarà possibile raggiungere una velocità e una precisione di messa a fuoco mai viste prima per chi fa foto o riprese in presenza di persone e/o animali. È possibile selezionare la modalità Eye AF per persone o animali, a seconda del soggetto da fotografare. Il Real-Time Tracking utilizza un nuovo algoritmo di rilevamento del soggetto per assicurare un tracking e una messa a fuoco continui.

La modalità crop APS-C è pari ora all’incredibile risoluzione di 26,2 megapixel, questo significa che sarà come avere una Sony a7III integrata in questa nuova Sony A7R IV, qualora pensiate che 61 megapixel possano essere troppi per alcune esigenze o vi sia necessario scattare con uno zoom maggiore. Il mirino elettronico è un OLED UXGA Tru-Finder da 5.760.000 punti per una riproduzione eccelsa di dettagli, luminosità e contrasto. Con questo mirino è possibile impostare una qualità del display “Standard” o “Alta” e scegliere tra una frequenza di aggiornamento di 60 o 120 fps per adattarsi al meglio al soggetto e alle condizioni di scatto.

“Contribuiamo costantemente a innovare, superare i limiti e rivoluzionare le aspettative sulle prestazioni delle fotocamere digitali. La nuova Alpha 7R IV combina la qualità di immagine tipica delle fotocamere di medio formato con scatto ad alta velocità, messa a fuoco estremamente elevata e una lunga serie di miglioramenti in termini di design, connettività e modalità d’utilizzo. Questo permetterà a fotografi professionisti e videomaker e content creator di acquisire contenuti in modi nuovi mai visti prima d’ora”. ha dichiarato Yann Salmon Legagneur, Director of Product Marketing per il Digital Imaging in Sony Europe

La nuova Sony a7R IV presenta al pubblico per la prima volta un innovativo sistema ottico di stabilizzatore d’immagine a 5 assi creato appositamente per supportare gli scatti all’incredibile risoluzione di 61 megapixel. Questo permette una compensazione fino a ben 5,5 stop. L’assemblaggio dell’otturatore è stato inoltre ridisegnato attentamente per ridurre anche i minimi movimenti che possono essere causa di sfocature.

Sony a7R IV
foto di Maki Galimberti

Sony a7R IV vanta inoltre di una nuova ed evoluta modalità di scatto multiplo con Pixel Shift, che è in grado di combinare fino a 16 immagini a risoluzione piena. Attivando questa funzione, il sensore si sposta su incrementi da 1 pixel a 0,5 pixel per catturare 16 diverse immagini con pixel shifting che raggiungono dati per un totale di 963,2 milioni di pixel, poi combinate in un’unica immagine da 240,8 milioni di pixel (19.008 x 12.672 pixel) . Questa modalità ottimizzata, ideale per soggetti come architettura, arte o qualsiasi altro soggetto non in movimento, produce fotografie con un livello di dettaglio e una riproduzione fedele dei colori semplicemente sorprendenti.

La nuova fotocamera Sony a7R IV è dotata di una serie di connessioni avanzate pensate per un workflow estremamente professionale. È presente un chip WiFi da 2.4 Ghz in grado di funzionare anche a 5 Ghz per un trasferimento più veloce e stabile. Per la prima volta in una fotocamera Sony è stata inoltre introdotta la connettività remota wireless da PC (per sfruttare il tethering, ottimo nelle sessioni in studio e non solo).

Sony a7R IV

Oltre al WiFi non manca un connettore USB Type-C SuperSpeed (USB 3.2 Gen 1) per assicurare un trasferimento dati cablato estremamente rapido, con una velocità di trasferimento quasi doppia rispetto al modello precedente. La fotocamera supporta inoltre il trasferimento dati via FTP con possibilità di trasferimento in background per consentire ai fotografi di inviare le foto a uno specifico server FTP remoto mentre stanno ancora scattando o rivedendo le immagini.

Al fine di supportare al meglio un workflow efficiente e connesso ad alta velocità, Sony ha annunciato la versione 2.0 delle app desktop “Imaging Edge”. L’app “Remote” controlla le fotocamere e monitora le riprese live dallo schermo del PC, l’app “Viewer” mostra le anteprime, classifica e seleziona le foto da grandi librerie di immagini, mentre l’app “Edit” sviluppa i dati RAW in foto di alta qualità pronte per la consegna.

Oltre alle incredibili funzioni dedicate alla fotografia, Sony a7R IV offre anche incredibili funzionalità lato video. Si parla di registrazione video 4K e lettura completa dei dati senza pixel binning nella modalità Super 35mm. Sono disponibili anche S-Log 2 e 3 per una maggiore flessibilità nella regolazione del colore; S-Log 3 offre un’ampia gamma dinamica fino a 14 stop. Infine, la fotocamera supporta la funzionalità HLG (Hybrid Log-Gamma) per un workflow HDR istantaneo.

Per quanto riguarda l’autofocus video, la nuova versatile fotocamera full-frame utilizza un sistema Fast Hybrid AF che assicura un autofocus più veloce, fluido e stabile durante le riprese video, anche in presenza di oggetti in movimento davanti al soggetto. La fotocamera supporta inoltre la funzionalità Touch Tracking durante le riprese video: all’utente basta toccare lo schermo in corrispondenza del soggetto per un’acquisizione istantanea.

Con la nuova Sony a7R IV, debutta anche la tecnologia Real-time Eye AF per le riprese video. Attivandola, l’occhio del soggetto viene automaticamente tracciato con grande precisione e affidabilità, permettendo a chi scatta di concentrarsi sul contenuto dell’immagine senza preoccuparsi della messa a fuoco. La funzionalità Touch Tracking avvia automaticamente l’Eye AF quando si seleziona un soggetto umano.

Per incrementare la resistenza, la fotocamera integra un sistema antipolvere e antiumidità ottimizzato con guarnizioni extra per proteggere il corpo, il vano batteria e gli slot per le schede. La fotocamera è in lega di magnesio estremamente leggera e duratura e le sei viti che bloccano l’anello d’innesto sono state ridisegnate per renderlo più solido.

Ulteriori migliorie al design includono un’impugnatura ottimizzata per massimizzare il comfort e rendere la presa più sicura, un aumento del diametro e del feedback del pulsante AF-on, un nuovo design del joystick di multiselezione che ne migliora il controllo, l’aggiunta di un pulsante di blocco alla ghiera per la compensazione dell’esposizione e una ghiera posteriore ridisegnata e posta in una nuova posizione. Per andare incontro alla richiesta di molti utenti professionisti, la fotocamera presenta due slot per schede compatibili con UHS-II che ne aumentano la capacità complessiva e la velocità di lettura e scrittura. Per favorire la praticità di utilizzo è stata aumentata la possibilità di memorizzare le impostazioni della fotocamera: ora è possibile salvarle e leggerle quasi tutte da una scheda di memoria inserita nella fotocamera. Su ogni scheda si possono registrare fino a 10 combinazioni, da ricaricare poi su qualsiasi fotocamera a dello stesso tipo.

Parlando di durata di batteria, nonostante l’importante numero di megapixel e le nuove funzionalità, è stata incrementata anche l’autonomia: è possibile arrivare fino a 670 scatti utilizzando il display LCD oppure 530 scatti sfruttando l’EVF.

Sony a7R IV prezzo e data di uscita

Sony a7R IV sarà disponibile in Europa a partire dal mese di agosto 2019 in una data ancora non ben specificata, ma non mancheremo di segnalarvi l’arrivo effettivo sul mercato. Il prezzo americano è fissato a 3500$ per il solo corpo, risulta ancora sconosciuto quello europeo.

Questa nuova fotocamera è indubbiamente un altro passo incredibile verso un futuro ancora più tecnologico e dettagliato al servizio di fotografi e videomaker. Personalmente non mi aspettavo un tale progresso tecnologico in così poco tempo e amo notare come ogni volta Sony riesca a sorprendermi per quanto concerne innovazione e novità realmente funzionali per i fotografi più esigenti. Staremo a vedere quindi l’effettiva resa sul campo di questa nuova regina delle mirrorless che, sicuramente, non deluderà.

Tags

Ricky Delli Paoli

Parlo italiano e inglese di giorno, russo di notte. Molti mi definiscono "creativo", io rispondo che sbagliano perché sono un creatino. Fotografo, riprendo (sia come "video" sia se sbagliate qualcosa), faccio Time Lapse, metto miei filmati su YouTube e racconto cose alla gente.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker