fbpx
Tech

Sony presenzia al Maker Faire Rome 2021 in qualità di Gold Partner

Il target è quello di mostrare soluzioni alternative

Sony al Maker Faire Rome 2021: un evento da vivere in questi giorni come Gold Partner per mostrare soluzioni alternative.

La cerimonia d’apertura della IX edizione del Maker Faire Roma si è tenuta ieri, 7 ottobre, alle 17.00. Durante i tre giorni di evento invece Sony sta mostrando e mostrerà i propri progetti innovativi attraverso una diverse aree espositive e un programma fitto di eventi, tra cui l’Open House di Sony Computer Science Laboratories Paris.

Il Dr. Hiroaki Kitano, Presidente e CEO di Sony Computer Science Laboratories (Sony CSL), ha parlato alla cerimonia di apertura del Maker Faire che è uno degli eventi, dedicati all’innovazione, più attesi d’Europa. Quest’anno Sony CSL celebra anche il 25° anniversario della fondazione della sede parigina e anche l’apertura del nuovo ufficio a Roma.

Sony CSL Paris avrà un’importanza centrale all’interno della vasta area espositiva di Sony mostrando al pubblico alcuni dei progetti più innovativi sviluppati dai 4 team principali del laboratorio Linguaggio, Musica, Creatività e Sostenibilità. Ad essi si affiancheranno altre due divisioni di Sony Europe: Sony Semiconductor Solutions Europe e Sony Professional Solutions Europe, rispettivamente con un’installazione dedicata alla rilevazione dei flussi, che utilizza i sensori di visione di Sony, e con una soluzione di produzione AV e archivio, che ospiterà talk e panel durante tutta la durata della manifestazione.

Il team Sostenibilità presenterà le proprie soluzioni di robotica per le micro aziende agricole: ROMI Rover e ROMI Plant Imager. Il primo è un robot autonomo open source pensato per assistere le micro aziende agricole in operazioni come la riduzione delle erbe infestanti e il monitoraggio delle colture, diminuendo  il lavoro manuale e i costi e migliorando la produttività. Il secondo è una piattaforma robotica per l’acquisizione dell’immagine 3D delle piante, che consentirà ai piccoli laboratori di avere un accesso facilitato ed economico alla tecnologia di fenotipizzazione in laboratorio.

All’interno dell’area dedicata al team Creatività, si spazierà su più temi, con progetti come Cartesio, che studia il sistema dell’informazione online e mira a comprendere come i fenomeni sociali siano percepiti dai cittadini, come siano valutate le informazioni e quali siano gli argomenti prioritari per i cittadini, nel totale rispetto della privacy. Ci saranno poi We Write, che mira a creare una piattaforma flessibile per l’editing testuale, in grado di superare i limiti degli editor di testo classici, permettendo agli utenti di sviluppare testi non lineari e facilitare le operazioni di editing, e Foremusic, una piattaforma online basata su un modello di machine learning capace di prevedere il successo di un brano musicale.

L’esposizione prevede anche dell’aree dedicate a nuove concezioni urbane, come per esempio 15minCity, che illustra una piattaforma di whatif-machine, basata sul concetto di “città dei 15 minuti” proposto da Carlos Moreno. Questo progetto permette di verificare quanto si discostano le diverse città europee dal famoso modello secondo cui le nostre città dovrebbero essere concepite in modo che i cittadini possano raggiungere i propri luoghi d’interesse a piedi o in bicicletta in non più di 15 minuti. Si potrà interagire anche con Kreyon City, dove i visitatori saranno invitiati a progettare e costruire una città immaginaria con mattoncini LEGO®, esplorando soluzioni a problemi come l’occupazione, l’istruzione e la qualità di vita dei cittadini.

Il team Musica mostrerà progetti che offrono un nuovo approccio alla creazione di musica, come PIA (Piano Inpainting Application), un assistente virtuale che consente di comporre in modo interattivo brani complessi per pianoforte in una molteplicità di stili. Un altro progetto sarà NOTONO, una interfaccia web open-source per il sound design che, utilizzando modelli di machine learning, aiuta a generare e trasformare i suoni degli strumenti musicali attraverso operazioni simili alla pittura. Infine, ci sarà anche uno spazio dedicato a Flow Machines e DrumNet, entrambi strumenti di AI progettati per supportare i musicisti: il primo è dedicato alla produzione musicale per offrire ai musicisti una fonte d’ispirazione per nuove melodie, accordi e linee di basso, il secondo è pensato per la batteria e offre rapidamente un vasto numero di pattern personalizzati per la propria traccia musicale.

Studio televisivo:

Molti anche gli eventi che avranno luogo presso l’area allestita come soluzione di produzione AV e archivio e che saranno trasmessi in live streaming sul canale YouTube di Sony CSL ParisLa programmazione prevede interviste ai ricercatori di CSL, panel dedicati a diverse tematiche, un collegamento mattutino con Sony Computer Science Laboratories Tokyo e una strip informativa quotidiana al mattino.

Soluzioni Image Sensing:

Durante la manifestazione saranno erogati servizi innovativi per controllare i flussi di persone all’interno di Maker Faire in tempo reale, utilizzando le infrastrutture smart realizzate nell’area della fiera, nel rispetto assoluto della privacy. I metadati aggregati relativi al numero e al flusso delle persone saranno generati dalla tecnologia Ulisse, che sfrutta i sensori di visione intelligente di Sony Semiconductor Solutions, integrati in pali smart e la piattaforma software Urbanvision di Envision. A queste tecnologie e ai sensori d’immagine IMX500, i primi al mondo a integrare una funzione di elaborazione basata sull’intelligenza artificiale, è dedicato anche uno spazio all’interno dell’area espositiva.

Soluzioni di produzione AV e archivio:

Nello studio broadcast saranno presentati diversi prodotti della soluzione di archiviazione e produzione AV professionale di Sony.

L’unità REA-C1000 Edge Analytics Appliance è uno strumento avanzato per la comunicazione audiovisiva che sfrutta la tecnologia basata sull’intelligenza artificiale, che consente di creare presentazioni video di grande impatto e ad alto coinvolgimento per il pubblico.

Le videocamere della famiglia Cinema Line ILME-FX6 e ILME-FX3, offrono soluzioni di ripresa Full Frame per catturare l’emozione in ogni fotogramma e liberano la potenza della narrazione visiva con l’aiuto delle funzioni AI. Infine, ODS-D380U, il drive di terza generazione della tecnologia Optical Disc Archive (ODA) di Sony, un sistema rivolto al segmento dell’archiviazione a lungo termine per lo storage di Big Data.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button